Sei all'interno di >> :.: Dossier | Archivio dossier | L’onda |

Inviare un messaggio

In risposta a:

  • La scuola tra intonaci e tagli / di Alessandro Cossu

    29 novembre 2008, di Redazione
    Secondo l’Inail, nel 2007 sono stati 12.912 gli incidenti che hanno riguardato il personale scolastico e 90.478 quelli relativi agli studenti. Secondo Legambiente, in italia sarebbero 10.000 gli istituti scolastici che necessiterebbero di interventi urgenti. Mentre per Cittadinanzattiva le aule presentano crolli di intonaco in un caso su cinque e altri segni di fatiscenza nel 29% dei casi.

    L’onda

Attenzione! A causa dell'abuso di alcuni pochi siamo costretti a ricordare a tutt* che: I dati personali immessi nella form sono archiviati da Girodivite al solo scopo di visualizzare il commento nell’ambito del sito; in nessun caso saranno utilizzati per altre finalità o trasmessi a terzi. L’immissione di nome e città è facoltativa. La responsabilità dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori: al fine della corretta attribuzione della stessa Girodivite memorizza, senza visualizzarlo sul sito, l’indirizzo IP dello scrivente. I commenti dei lettori sono soggetti a moderazione, Girodivite si riserva il diritto di eliminare quelli che, a seguito di controlli saltuari e "a campione", venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti; commenti dal contenuto illecito potranno essere segnalati alle Autorità competenti. L’immissione di un commento implica conoscenza e accettazione delle regole suesposte.

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Un messaggio, un commento?

(Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.)

Link ipertestuale (opzionale)

(Se il tuo messaggio si riferisce ad un articolo pubblicato sul Web o ad una pagina contenente maggiori informazioni, è possibile indicare di seguito il titolo della pagina ed il suo indirizzo URL.)

Chi sei? (opzionale)


captcha