Publius Ovidius Naso: biografia

Antenati Storia della letteratura europea - Torna in homepage


Publius Ovidius Naso: biografia

Publius Ovidius Naso era nato a Sulmona nel 43-. Fu mandato giovanissimo a Roma dal padre insieme al fratello per studiare retorica e diventare poi un politico. Si dedicò invece alla poesia, ma Ovidius fu il primo ad applicare alla poesia, in modo dominante, la tecnica delle scuole di declamazione. Accolto nell'alta società augustusiana, vi condusse una vita brillante, conobbe i maggiori scrittori del tempo: Horatius, Cornelius Gallus, Propertius, Messalla. Ricoprì cariche pubbliche poco rilevanti (triumvir capitalis, decemvir stilitibus iudicandis), fece i tradizionali viaggi di istruzione in Grecia, e poi in Egitto Asia Sicilia, che lo arricchirono di una vasta cultura ellenistica. Si sposò a Roma tre volte in pochi anni. Solo con l'ultimo legame con una donna nobile e colta riuscì a trovare una forma di felicità.
Nell'8+ un decreto di Augustus lo relegò a Tomi [Dobrugia, attuale Romania] sul Mar Nero: qui morì nel 17\8+. Non sappiamo il motivo di questo esilio. Ovidius parla di un carmen e di un error. Forse fu implicato in uno scandalo di corte. Certo è che la sia disincantata poesia era estranea alla politica culturale di Augustus. I suoi libri vennero tolti dalle biblioteche e bruciati in pubblico come immorali. Neppure l'imperatore Tiberius revocò l'editto di Augustus.

Contesto

Indice Ovidius Naso

[1996]


Homepage | Dizionario autori | Autori aree linguistiche | Indice storico | Contesto | Novità
 [Up] Inizio pagina | [Send] Invia a un amico | [Print] Stampa | [Email] Mandaci una email | [Indietro]
Europa - Antenati - la storia della letteratura europea online - Vai a inizio pagina  © Antenati 1984- , an open content project