Sei all'interno di >> GiroBlog | Zona Bianca |

Zabut, uno spazio di rigenerazione e attivazione della memoria.

A Zabut le storie non si conservano nella forma mummificata e inerte del museo, ma si ri-prendono per liberarle e farle divampare. Sono le storie dei briganti, dei contadini in rivolta, del proletariato sociale, dell’insorgenza territoriale. Le storie tenute fuori dai libri e dai manuali, smarrite e sfigurate; domate, perchè diventino inservibili. Zabut si riappropria delle storie espulse dalla storia, a cominciare da quella di Peppe Manzella e dei suoi briganti.
di Giuseppe Castiglia - sabato 9 marzo 2013 - 2751 letture

JPEG - 124.3 Kb
Centro di documentazione Zabùt
Zabùt, spazio di rigenerazione e attivazione della memoria.

Il Centro di documentazione Zabut è un progetto nato dalla necessità di ricostruire il filo rosso che unisce le lotte succedutesi sul territorio siciliano, dal dopoguerra agli anni 60 70 e fino ai nostri giorni. Il lavoro del Centro si fonda sulla centralità che la crisi del sistema economico capitalista acquista in quanto fattore di accelerazione della conflittualità internazionalista e territoriale. L’aggregazione di forze soggettive antagoniste (dal banditismo al proletariato sociale) ha dato luogo alla costituzione di focolai di resistenza attiva e di organismi di lotta contro il sistema di oppressione capitalistico e imperialista.

Ripercorrere, attraverso fonti documentarie dirette e indirette, la storia di questi movimenti, compresi quelli che quotidianamente si palesano sui nostri territori, significa non solo analizzarne complessivamente la natura, ma anche amplificarne l’impatto sociopolitico e propagandarne il punto di vista. La diffusione della conoscenza e dei saperi prodotti dalle lotte non è opera di mera attestazione, ma guarda alla possibilità di riappropriarsi della cultura rivoluzionaria che si è accumulata negli anni.

Il Centro Zabut fa appello a quanti in tempi e luoghi diversi hanno preso, e prendono, parte alle lotte sociali, affinchè contribuiscano alla ricostruzione del tessuto storico e sociale che le dinamiche del profitto continuamente tentano di lacerare. Solo ricomponendo la forza conoscitiva prodotta dalle lotte si potrà generare una trasformazione dello stato di cose presente.

Contatti Zabut:

- https://www.facebook.com/centro.zabut?ref=ts&fref=ts

- centro.zabut@facebook.com

- centrodoclottesociali@gmail.com


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -