Sei all'interno di >> :.: Culture | Cinema - Visioni |

Vittorio racconta Gassman: una vita da mattatore

Regia di Giancarlo Scarchilli. (Italia, 2010, docu-film, 88 min.)

di Orazio Leotta - giovedì 2 settembre 2010 - 4203 letture

Il primo Settembre 2010, Vittorio Gassman avrebbe compiuto 88 anni o meglio, compie 88 anni in quanto le sue opere, la sua grande professionalità, il lavoro maniacale, lo studio di ogni parola, continuano a vivere, anche grazie a questo documentario ideato da Giancarlo Scarchilli e pensato fin dal Primo Maggio dell’anno scorso, quando il regista propose ad Alessandro, figlio del grande “Mattatore”, questo docu-film con l’intento di mantenerne alta e sempre viva la sua memoria.

Ne è nato un ritratto molto vivo di Vittorio, volutamente poco celebrativo, un film che a lui sarebbe piaciuto molto, dove emerge il grande lavoro svolto e di contro viene evitata ogni forma di patetismo.

Sessanta anni di grande carriera: attore versatile, è stato grande in teatro dove ha rappresentato le drammaturgie classiche e quelle moderne, è stato grande al cinema dove ha interpretato ruoli drammatici ma anche celeberrime commedie ( “Il sorpasso” o “Brancaleone”) e memorabili sono le sue apparizioni in TV accanto a grandissimi quali Mina, Paolo Villaggio, Tortora, Pippo Baudo, nonché nel celebre “Mattatore”.

Un vero e proprio esempio di attore moderno, il primo grande attore moderno. Carmelo Bene, in un’intervista ebbe a dire: “In teatro vado solo a vedere Gassman o Eduardo” e non faceva mistero che la sua grande passione per il teatro nacque dopo aver visto recitare il grande Vittorio.

E pensare che fino all’età di diciotto anni, Gassman non pensava minimamente di poter fare l’attore: campione di basket, voce flebile, fu indirizzato dalla madre al mondo dell’arte e mesi e mesi di esercitazioni riuscirono gradatamente a perfezionarne e potenziarne la voce.

Un_momento_della_conferenza_stampa Voce memorabile la sua e fra le altre cose, c’è da aggiungere il fatto che lui recitasse senza sforzo anche in francese, inglese e spagnolo. “Mattatore” anche nella vita privata, ha avuto quattro figli da quattro compagne diverse. Tre dei suoi figli (Alessandro, Paola e Jacopo) lo hanno omaggiato con la loro presenza in questa kermesse veneziana, l’altra, Vittoria è stata trattenuta in America da impegni professionali.

La 67° edizione della Mostra di Venezia intende rendere omaggio a Vittorio Gassman anche proiettando “Profumo di Donna” e “Lo Scatenato” nello spazio dedicato alle retrospettive.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -