Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Scuola & Università |

Villasmundo: a scuola con fido

La scuola media "G. E. Rizzo" di Villasmundo è impegnata da tre settimane nella realizzazione del progetto "Conosciamo Fido", prima esperienza a livello regionale di Attività Assistite dall’Animale (AAA) Pet Therapy.

di Stefania Anfuso - mercoledì 24 marzo 2004 - 7603 letture

L’iniziativa, promossa dall’istruttore cinofilo Fabio Carta, conduttore di animali da attività e terapia specializzato presso la Delta Society ( massimo organismo mondiale in materia di Pet Therapy che opera in Italia grazie all’AIUCA, l’Associazione italiana cani d’assistenza), ha registrato un notevole successo tra gli alunni della classe IC coinvolta. Un’ora la settimana si alternano sui banchi di scuola due cani dolcissimi l’akita inu Taki e il pastore tedesco Zara che, sapientemente guidati dal loro istruttore, aiutano gli alunni a superare pian piano insicurezze, timidezze, barriere fisiche e psicologiche. "La naturale empatia" spiega Fabio Carta "che si crea tra il bambino e il cane è uno stimolo importante per la sua crescita cognitiva e per la sua formazione affettivo-relazionale, poiché il cane opera nei confronti del bambino dei ruoli ben precisi vale a dire il ruolo affettivo, la valenza formativa e quella didattica. Da qui l’importanza pedagogica e psicologica del progetto la cui finalità, comune a quella di ogni scuola, è di far acquisire agli alunni una maggiore consapevolezza di sé e degli altri, aumentandone il focus attentivo e la motivazione allo studio". E allora ben vengano iniziative di questo tipo, capaci di dare finalmente un volto nuovo alla tanto auspicata scuola dell’autonomia!

Stefania Anfuso


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
> Villasmundo: a scuola con fido
1 maggio 2004

io sono una della scuola G.E.Rizzo di Villaasmundo,e onestamente non credevo che questa scola e i suoi progetti fossero tanto importanti da essere publicati su internet, complimenti, e spero che entro la fine dell’anno le terze riescano fare un progetto così,complimenti alla professoressa Anfuso, che ha sacrificato le sue ore per portare avanti un progetto sano e vero.Complimenti ancora, Distinti saluti.