Uno sporco Anello

Uno sporco Anello / di Adriano Todaro. - Roma : ZeroBook, 2022. - 400 p. - ebook: ISBN 978-88-6711-205-0, book: ISBN 978-88-6711-206-7
di Redazione Zerobook - mercoledì 5 gennaio 2022 - 5764 letture

Sarajevo 1993: un giovane giornalista è inviato, dalla propria agenzia di stampa, a seguire il lungo assedio di Sarajevo a opera dei militari serbi. Lì, in quel Paese dilaniato da una guerra fratricida che avviene a pochi chilometri da casa nostra, il giornalista ‒ oltre all’oscenità di quella guerra, come del resto di tutte le guerre ‒ scopre il più bieco dei traffici, quello degli organi umani.

JPEG - 97.5 Kb
Copertina del libro di Adriano Todaro, Uno sporco Anello

Milano 2007: dopo 14 anni da quelle tragiche e disumane vicende, il giornalista segue il caso del ritrovamento di una ragazza assassinata. Riaffiorano i fantasmi del passato e con essi le vicende che hanno visto il nostro Paese al centro di una trama ordita per affossare la nostra democrazia. Con un finale sofferto, inaspettato e tragico.


L’Autore

Adriano Todaro è nato a Nova Milanese (MB) nel 1942. Ha collaborato a diverse testate giornalistiche e ha lavorato all’Unità e all’agenzia Ansa. Attualmente collabora al settimanale online girodivite. Autore di più di una decina di libri, questo che vi apprestate a leggere è un giallo atipico politico, di ambientazione giornalistica. Prima di questo, nel 2020 ha pubblicato «Delitto a Nova Milanese», sempre ambientato nel mondo giornalistico. In precedenza, sempre per i tipi dell’editrice ZeroBook, ha scritto «Neuroni in fuga» e il «Dizionario politicosociale di Nova Milanese». Nel 2018, l’editrice ZeroBook ha curato la ristampa di «Autobianchi: vita e morte di una fabbrica», originariamente scritto da questo autore nel 1993.


In edizione ebook su tutti gli store, a partire dal 6 gennaio 2022. Per chi lo desidera, anche la versione print on demand.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -