Sei all'interno di >> :.: Città invisibili |

Una cartolina dall’Italia del sud: liquami in acqua, rifiuti in strada

A confermare le molte irregolarità emerse nel salernitano sono il risultato delle operazioni di controllo del territorio condotte dal Comando Operativo Navale di Salerno...

di Vincenzo Raimondo Greco - martedì 5 settembre 2006 - 2438 letture

Sono state 2500 le segnalazioni pervenute al numero verde dell’associazione VAS (Verdi Ambiente e Società). Di queste 1537 registrate nel solo mese di agosto. L’iniziativa si inserisce nell’ambito della campagna nazionale “Diritti al mare, diritti del mare” condotta in collaborazione con l’Associazione per le attività natatorie subacquee per disabili NADD Europe. “Nel solo mese di agosto - informano il presidente Nazionale di VAS, Guido Pollice, ed il Responsabile Campagne Nazionale VAS, Walter Iannotti - abbiamo raccolto oltre 1500 segnalazioni che vanno ad aggiungersi alle oltre 1000 segnalazioni già registrate dall’inizio dell’anno con un ammontare complessivo di 2574 di cui 464 solo in Campania.

Tra i casi più segnalati- sottolineano i due responsabili VAS - spiccano la presenza di rifiuti sia in spiaggia che in mare (580); scarichi abusivi e liquami riversanti direttamente in mare (498); abusivismo edilizio e preclusione di accesso al mare (450); natanti a motore troppo vicini alla costa (410); barriere architettoniche insormontabili (129); mancanza di segnaletica (115); eccessiva presenza di alghe e meduse (94); rincaro dei prezzi (84); moria di pesci espiaggiamentodi cetacei (52); moto ondoso (96) e danno al patrimonio ambientale (66)”. Nel dettaglio le Regioni interessate dalle segnalazioni raccolte dagli ambientalisti sono state: la Regione Campania con un totale di 464; a seguire la Calabria (448); la Puglia(386); il Veneto (239); la Sicilia (165); la Sardegna (124); la Liguria (105); l’Abruzzo (82); le Marche (57); l’Emilia Romagna (41); la Toscana (47); il Molise (25); la Basilicata (11). Fanalino di coda il Friuli Venezia Giulia con sole 3 segnalazioni. Il risultato della Campania è dovuto soprattutto alle segnalazioni provenienti dalla provincia di Salerno che con le sue 206 è seconda preceduta soltanto dalla provincia di Cosenza.

154 sono le segnalazioni provenienti dalla provincia di Napoli; seguono le altre province: Caserta con 78, Avellino con 15 e Benevento con 11, per queste ultime le segnalazioni hanno riguardato il pessimo stato di salute in cui versano i corsi d’acqua del Calore Irpino, Isclero, Tesa, Sabato, San Nicola e Ufita. Salerno, quindi, area sensibile “in cui - sostengono gli ambientalisti - andrebbero rivolte maggiori attenzioni e sinergie da parte delle pubbliche amministrazioni preposte. In molti casi - afferma Iannotti - ci siamo trovati a dover assistere ad un vero e proprio rimpallo di responsabilità ed accuse per giustificare la presenza di rifiuti e liquami riversi in mare”.

A confermare le molte irregolarità emerse nel salernitano sono il risultato delle operazioni di controllo del territorio condotte dal Comando Operativo Navale di Salerno diretti dal Comandante Furmò che dal primo di gennaio ad oggi ha portato al “sequestro di 27 immobili, 3846 metriquadrati di area sequestrata che ammontano ad un valore di 24.200.000,00 euro, 1 discarica abusiva, elevato 36 verbali per abusivismo edilizio, 102 persone denunciate alla magistratura, a cui vanno aggiunti 32 reati accertati in violazione al regime di pesca, 144kg di pesce illegale sequestrato, 15 attrezzature da pesca illegali e 22 persone denunciate, 154 verbali elevati al mancato rispetto del codice della navigazione e 35 per la nautica da diporto con ulteriori 6 persone denunciate alla magistratura”.

Il numero verde 800.866158 resterà in funzione anche per il mese di settembre. I cittadini potranno, quindi, segnalare casi di inquinamento; preclusione di accessi al mare; ingombro della battigia non soggetta a concessione; mancanza di accessi e strutture per disabili; incuria dei varchi tra gli stabilimenti; tariffe improprie; natanti a motore troppo vicini alla spiaggia; casi di abusivismo.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -