Sei all'interno di >> Eventi in giro |

Taobuk e le arti visive. Al festival tre artisti interpreti della contemporaneità

di Redazione - mercoledì 7 giugno 2023 - 934 letture

Isabel Ducrot. La Bella Terra
 Inaugurazione mostra 16 giugno.

 Apertura al pubblico 17 giugno - 27 agosto.

Venerdì 16 giugno, ore 17, Palazzo Ciampoli.

Apertura al pubblico 17 giugno - 27 agosto.

Personale di Isabella Ducrot, artista e scrittrice italiana riconosciuta a livello internazionale. Le sue opere raccontano, in maniera poetica, delicata e potente allo stesso tempo, i temi del viaggio, del mito e del paesaggio, con una visione che sottolinea l’amore per la bellezza della vita e la naturale esistenza delle cose. L’esposizione è un progetto del MAXXI e Taobuk Festival SeeSicily, realizzato in collaborazione con il Parco Archeologico Naxos Taormina diretto da Gabriella Tigano, main sponsor DSA Group Holding. Partecipano all’inaugurazione Antonella Ferrara presidente e direttore artistico del festival, Gabriella Tigano direttrice Parco Archeologico Naxos Taormina, Alessandro Giuli presidente MAXXI, Bartolomeo Pietromarchi, direttore MAXXI Arte Monia Trombetta, curatore MAXXI.

JPEG - 57.4 Kb
Isabel Ducrot

Le Gran Bleu
 Inaugurazione mostra Velasco Vitali

Giovedì 15 giugno, ore 18, ex chiesa del Carmine.

Le Grand Bleu, in collaborazione con Aditus, è un viaggio di esplorazione nelle profondità del reale, dalle quali riemergono visioni dilatate come da un immaginario onirico, elementi simbolo del confronto fra culture e civiltà. La mostra si propone come un focus sul disegno che passa in rassegna i soggetti più cari all’artista: le mongolfiere, il branco, i paesaggi. Velasco è l’autore del visual della XIII edizione di Taobuk: un pallone aerostatico con i colori della vita che si libra nell’aria. In dialogo con il curatore della mostra e critico d’arte Luca Beatrice.

JPEG - 56.4 Kb
Velasco Vitali

Fuori Cornice
 Giuseppe Penone. Il respiro del mondo

Domenica 18 giugno, ore 12, Palazzo dei Duchi di Santo Stefano.

Una storia di natura e umanità quella di Giuseppe Penone che, lasciando la sua impronta sugli alberi e lavorando sulle pietre di fiume o sulla vita intima delle foglie, ha dato un nuovo senso all’idea di scultura. Il pittore, esponente dell’arte povera, scultore e fotografo, sarà protagonista di Fuori Cornice, il format di arte contemporanea ideato da Taobuk SeeSicily, in dialogo con Roberta Scorranese, giornalista del Corriere della Sera.

JPEG - 49.9 Kb
Giuseppe Penone


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -