Sei all'interno di >> :.: Culture | ParoleRubate |

Stragi siciliane: strage americana di Acate luglio 1943

Il 13 luglio 1943 in contrada Piano Stella, nel Comune di Caltagirone in una casa colonica vengono trucidati 7 braccianti inermi perchè"scambiati" dai soldati americani per cecchini.
di enza - martedì 6 aprile 2010 - 4696 letture

Finalmente è stata sfatata una leggenda :quella degli americani i grandi liberatori che nell’ultima guerra e precisamente nel luglio del 43 sbarcarono in Sicilia e si macchiarono di crimini orrendi banditi dalla Convenzione di Ginevra.

Questi grandi liberatori nell’operazione Husky, per eseguire un ordine del generale Patton, fuciliarono a sangue freddo dei prigionieri,civili e militari. Parliamo degli eccidi di braccianti, agricoltori e soldati da parte delle truppe americane subito dopo lo sbarco all’aeroporto di Biscari e a Piano Stella, in provincia di Ragusa.

Viene così sfatata la favola degli americani liberatori che distribuiscono cioccolato e biscotti alla popolazione siciliana.Gianfranco Ciriacono figlio di una delle vittime ha fatto nel suo libro “Le stragi dimenticate.Gli eccidi americani di Biscari e Piano Stella”una meticolosa ricostruzione dei fatti.L’autore attraverso una ricerca all’Archivio di Stato,gli atti della Corte Marziale statunitense,le testimonianze dei sopravvissuti ha scritto un libro-denuncia di ruberie eccidi e stupri.

Il 13 luglio 1943 in contrada Piano Stella, nel Comune di Caltagirone in una casa colonica vengono trucidati 7 braccianti inermi perchè"scambiati" dai soldati americani per cecchini. Nei pressi dell’aeroporto di Biscari il 14 luglio si arrendono dopo uno scontro a fuoco 36 soldati italiani.il comandante di fanteria americano ordina che i soldati vengano uccisi; allineati lungo il bordo di una forra vengono giustiziati da un plotone di soldati.lo stesso giorno e sempre nella stessa zona vengono catturati 37 militari italiani e subito dopo freddamente eliminati.

I vertici militari americani messi al corrente per non suscitare scalpore e sdegno nell’opinione pubblica suggerirono ai responsabili delle fuciliazioni di dire che gli uccisi erano dei cecchini. Il libro ovviamente entra molto nei dettagli,ma noi possiamo denunciare il fatto che l’esercito americano rappresentante di una delle democrazie più civile e moderna del mondo agiva invece alla stregua di una popolazione incivile e feroce.

A queste stragi bisogna aggiungere i bombardamenti gratuiti fatti dagli americani su molti paesi e città italiane su civili ed innocenti.Per esempio il bombardamento di Treviso con 12.000 morti e quello di Grosseto alle 11 di mattina sul mercato della città popolato a quell’ora di donne e bambini. Sono tutte queste scelte un must della cultura americana?


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stragi siciliane: strage americana di Acate luglio 1943
6 ottobre 2011

A proposito del bombardamento di Treviso ho posso dare un dettaglio interessante:

I servizi segreti americani avevano saputo che Mussolini ed Hitler avrebbero dovuto incontrarsi a Tarvisio quindi decisero di bombardare Treviso pensando che il nome della località fosse scritto o interpretato male