Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | ActionAid |

"Sono stata rapita quando avevo 14 anni.."

“Sì, è successo a me. Mi chiamo Ama e sono stata rapita quando avevo 14 anni”. Con queste parole inizia il toccante racconto di Ama, una ragazza di 15 anni che vive in una regione nel nord del Ghana.
di ActionAid - mercoledì 25 novembre 2020 - 994 letture

Ama è stata rapita da due uomini in motocicletta, una sera mentre stava tornando da scuola. Arrivata al villaggio dei rapitori, alcuni bambini iniziarono a gridare: “Hafali, Hafali”, vuol dire “nuova moglie”. A soli 14 anni, Ama è stata rapita per essere data in moglie a uomini più grandi. La sua è stata fortunatamente una storia a lieto fine, grazie all’intervento del padre di Ama e di operatori di ActionAid. Ma non per tutte è così. Ogni anno 15 milioni di bambine sono costrette a matrimoni e gravidanze precoci.

La violenza sulle donne ha forme diverse: dalla violenza domestica tra le mura di casa, a tradizioni culturali ancora socialmente accettate. ActionAid da oltre 30 anni si batte in Italia e in tutto il mondo per contrastare gli stereotipi di genere nella società e promuovere il diritto a una vita senza soprusi.

Lo facciamo nei paesi in Africa, Asia e America Latina e in Italia, dove, ad esempio, all’interno del progetto europeo CHAIN, lavoriamo con le comunità per rafforzare la prevenzione, la protezione e il sostegno alle ragazze e alle donne che hanno rischiato o rischiano di subire matrimoni precoci e forzati e mutilazioni genitali femminili.

Il 25 novembre è la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Non lasciamole sole. Nei prossimi giorni, con diverse iniziative, daremo voce alle donne e alle bambine in Italia e nel mondo che subiscono discriminazioni, violenze fisiche e psicologiche e che stiamo sostenendo con i nostri progetti.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -