Sei all'interno di >> Eventi in giro |

San Cesareo di Lecce, 3-6 ottobre 2019 - 9th international FKL symposium on soundscape

di Redazione - mercoledì 2 ottobre 2019 - 571 letture

SOUNDSCAPES OF WORK AND OF PLAY

9th international FKL symposium on soundscape San Cesario di Lecce (LE), ITALY October 3-6, 2019

Symposium, concerts, Installations and videos Distilleria De Giorgi Via Vittorio Emanuele III, 86, San Cesario di Lecce (LE), Italy

"SOUNDSCAPES OF WORK AND OF PLAY" è il nono simposio internazionale sul paesaggio sonoro indetto da FKL (Forum Klanglandschaft).

Il simposio è ospitato nell’ambito del progetto "Alchimie – la Distilleria De Giorgi residenza artistica di comunità".

Il tema proposto coinvolge uno spettro di esempi e di attività umane estremamente ampio: il paesaggio sonoro nella giornata lavorativa di un operaio/a addetto/a ad una macchina di montaggio meccanico, o di un addetto/a di un call center, di un insegnante, o di un ciabattino/a, sono estremamente diversi, eppure allo stesso modo potenzialmente interessanti per le interazioni implicate, per i vissuti connessi a tali attività. Il paesaggio sonoro di una partita di calcio, o di una partita a carte, il suono del cortile di un condominio dove bambini e bambine giocano alla campana o a ruba bandiera, o il suono dei giochi nelle feste patronali, o dei videogiochi sempre più confinanti con la realtà virtuale, offrono in linea di principio altrettanti spunti di interesse e di riflessione, possibilità di ascoltare e interpretare la realtà che ci circonda. In un senso più esteso, il tempo del gioco e il tempo del lavoro, sono legati ad attività in cui l’essere umano segue dinamiche molto diverse fra loro, spesso in antitesi, in qualche caso convergenti. Lo spazio che ci ospita, da questo punto di vista, costituisce una sintesi dal significato metaforico: uno spazio di lavoro dedicato alla produzione di bevande alcooliche, la cui funzione è a sua volta legata alla convivialità, al divertimento, al piacere di vivere. Il titolo quindi può facilmente condurre all’allegoria della Cicala e a Formica, figure protagoniste della favola di Esopo, per porre la nostra attenzione sul tema dei suoni e su come li ascoltiamo in questi contesti.

Dobbiamo alla letteratura etno-antropologica l’aver indagato, seppure attraverso studi prevalentemente settoriali, particolari aspetti della produzione sonora dell’attività produttiva e dell’attività ludica dell’uomo. Se questo è vero specialmente per i casi in cui gli aspetti della produzione sonora sono codificati all’interno di una tradizione locale, è altresì vero che il tema del suono e dell’ascolto nei contesti di tali attività non ha destato un approfondimento disciplinare a sé stante. Allo stesso modo dobbiamo alle discipline della medicina dell’ambiente e del lavoro, il merito di aver posto la tematica del suono e dell’ascolto nei contesti produttivi e ricreativi, pur con i limiti impliciti - di tutto rispetto - delle finalità di prevenzione, cura e tutela della salute. Ci dobbiamo chiedere dunque a chi spetta se non agli studi sul paesaggio sonoro una indagine approfondita e sistematica di tali problematiche, e se non spetta appunto ai soundscape studies sollevare tale interesse a prescindere dalle implicazioni etnografiche e medico-giuridiche. Per quanto ci riguarda possiamo affermare che la divisione e separazione verticale tra tempo-spazio del lavoro e tempo-spazio del gioco si riflette tutt’oggi in modo consistente sulle pratiche sonore, sia che si tratti di suoni succedanei (collaterali) sia che si tratti di suoni emessi consapevolmente, intenzionalmente

Saranno pertanto benvenuti studi e proposte creative che affrontino anche singolarmente i temi delle pratiche sonore nelle attività ludiche e produttive. Le proposte potranno essere sia legate ad analisi etnografiche e sociologiche, sia legate a aspetti della medicina e della tutela della salute, sia esulare completamente da tali ambiti disciplinari per indagare sotto profili inediti i vasti fenomeni del paesaggio sonoro riconducili al mondo del lavoro e del gioco.

Il Forum Klanglandschaft (FKL) - Forum per il paesaggio sonoro è una associazione europea che vuole fungere da piattaforma di contatto tra persone provenienti dalle discipline più diverse che si occupano del paesaggio sonoro e degli spazi acustici.

Il FKL è nato in seguito all’impulso dato dal World Forum for Acoustic Ecology WFAE (Vancouver, B.C.) costituitosi nel 1993 sulla base delle ricerche svolte negli anni 70. Il FKL e un’associazione senza scopo di lucro, è aperto a tutti coloro che sono interessati all’ascolto e alla gestione responsabile dell’ambiente acustico.

FKL organizza ogni due anni in una diversa città di Europa il suo convegno. Teatro Zemrude - Teatro Zemrude opera in contesti periferici e marginali o su tematiche che vengono individuate come prioritarie per la comunità con l’obiettivo di coinvolgere e riallacciare contatti e rapporti, attraverso l’utilizzo di differenti linguaggi artistici, all’interno della comunità stessa. Fondato a metà degli anni ’90 a Bologna ha sede operativa dal 2014 a San Cesario di Lecce.

I responsabili di Teatro Zemrude, Agostino Aresu, regista, attore e drammaturgo e Daniela Diurisi, artista sonora, concentrano la loro ricerca su progetti radiofonici sperimentali legati al teatro e svolgono da anni attività artistica realizzando laboratori e produzioni di teatro contemporaneo. Nell’ambito del progetto "Alchimie – la Distilleria De Giorgi residenza artistica di comunità, Teatro Zemrude è partner di progetto e realizza attività di laboratorio, produzione teatrale, incontri ed eventi di interesse culturale per la comunità di respiro Nazionale ed Internazionale.


Info: http://www.paesaggiosonoro.it/SSWP/index.php.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -