Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

S&G n. 261 - Dimissioni & dismissioni

Settimana di passione a VLS1929 dimissioni di segretari comunali come se fossero segretari del Pd oppure allenatori di squadre di calcio ed dismissioni di promesse elettorali.

di Franco Novembrini - mercoledì 3 aprile 2024 - 673 letture

Pioggia di dimissioni - La scorsa settimana sono arrivate le dimissioni ufficiali del segretario comunale di VLS1929. Non sarebbe una notizia se non ci fossero alcune incongruenze. Nella intervista rilasciata al Giornale di Vimercate lo stesso aveva smentito le voci che circolavano confermandole poco dopo. Perché? Tenete conto che avvengono in un periodo preelettorale nel quale la funzione del segretario comunale e importantissima. Altra anomalia è quella che negli ormai 10 anni di questa coalizione di Junta, queste dimissioni sono state precedute da altre 6, 7 con il prossimo, cioè più o meno come la durata media di un segretario nazionale del Pd o se preferite quella di molti allenatori di squadre di calcio. Forse sarà un vizio italiano, certo questa frequenza avrà una sua logica. Qualche dubbio poi per il fatto che solo un segretario abbia terminato la sua carriera andando in pensione.

Dismissioni - In questo bailamme rischiano di essere "dismissionate" per mancanza di regolare firma alcune promesse, fiore all’occhiello della Junta, reclamizzate dagli house organ compreso il risorto "Open". Mi riferisco alla cessione del centro sportivo "Castoldi" con i costosi Caranchione e il rifacimento del manto di un campo di calcio con erba sintetica. Subiranno probabilmente un ritardo i la bonifica e l’utilizzazione i terreni della Lombarda Petroli e il progetto del campus dello sport nei terreni attigui al "Gigante". Chissà se riusciremo a sapere quanto costeranno ai cittadini questi ritardi. Credo che le opposizioni dovrebbero cercare di fare chiarezza su questi e forse altri progetti quali la riqualificazione della stazione FS, del nuovo centro medico, della riapertura dell’ambulatorio comunale di San Fiorano. Di quest’ultimo caso vorrei che la sciagurata scelta di farlo in pieno centro cittadino senza che vi sia un’ombra di parcheggio alcuni mi hanno fatto sapere che esiste un piccolo parcheggio sotterraneo nella piazza del Comune. Ovviamente lo sapevo e so che oltre ad essere di difficile utilizzo da parte di anziani o disabili, ha pochi stalli. Anche i sassi dovrebbero essersi accorti che l’ascensore, fin dalla sua inaugurazione nel 2010, non ha mai funzionato e che si possono usare delle scale molto scivolose in caso di pioggia senza alcuna striscia antiscivolo che oltretutto segnalerebbe i limiti dei gradini spesso indistinguibili per chi non ha un occhio di falco. Riguardo poi al palazzo dove gli ambulatori medici dovrebbero essere ospitati negli ex locali una banca e sapere quanto costerebbe l’affitto non sarebbe male. Lasciarlo la dove ora è sarebbe la cosa migliore a causa della possibilità di parcheggiare o anche prendere in considerazione lo stabile, dismesso da una banca, di piazza Daelli nelle vicinanze di una farmacia ed il parcheggio, escluso il venerdì causa mercato, di piazza Europa e poi non è distante dal centro ingolfatissimo.

Sottopasso trappola Il sottopasso di via Fratelli Bandiera che permette ai cittadini, particolarmente ai sanfioranesi di raggiungere il centro cittadino, il mercato settimanale e il centro medico attuale si sta rivelando una trappola per auto. Dopo i lavori di asfaltatura bastano poche gocce di pioggia ed il semaforo segna rosso per ore anche quando l’asfalto stradale è già asciugato. Giorni fa è bastata una piccola ventolata (25 km orari) perché un elemento che segnala il divieto ai mezzi superiori ai metri 2.90 si staccasse e pendesse come una spada di Damocle sui tettucci di furgoni o roulotte Non credo che si debba fare un bando di gara e interpellare esperti per accorgersi che le catenelle sono troppo lunghe per un’opera che è esposta a tutti i venti ma che andrebbero ancorate con una catena intermedia che non le faccia sventolare ed attorcigliarsi rendendo pericolosa o inutile la costosa opera. Costosa intendo per i numerosi interventi annuali per il ripristino. Questa volta mandateci una ditta che risolva il problema anche per venti più forti tenendo conto che il nome della via Fratelli Bandiera, non deve influire sul pericoloso sventolio. Ultimissima - Il decennale emerito sindaco prossimo a diventare emerito fuori ruolo ha rilasciato un acido commento sul futuro di VLS1929. Non so per quale ragione mi è venuta in mente una frase di Luigi XV rivolta alla Pompadour: Après moi le déluge!.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -