Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

S&G n. 212

Ecomostro e arrampicate...

di Franco Novembrini - mercoledì 26 aprile 2023 - 940 letture

Manca un anno alle elezioni comunali e il clima politico si sta vivacizzando, certo ancora con movimenti apparentemente indecifrabili. Le opposizioni hanno cominciato a muoversi ed a fare i conti e rispondono alle promesse della Junta circa alcuni grandi problemi e l’assalto al poco verde rimasto con progetti francamente discutibili e sul tavolo. Nessuno a VLS1929 ha fatto i conti sulla vivibilità nei quartieri che stanno subendo un depauperamento del verde correttamente inteso come spazi verdi godibili piccoli ma sparsi ovunque, mentre i juntaioli pensano a campus grandiosi da far gestire ai privati e cioè a scapito del verde pubblico. Vari comitati propongono soluzioni che potremmo definire facilmente raggiungibili da tutti come una passeggiata, lasciando auto e moto a casa.

Fra questi si distingue il comitato Circonvallazione Est al quale era stato promesso diversi anni fa uno di questi giardinetti ma si sta accorgendo che non lo avrà forse mai. A proposito del campus che dovrebbe sorgere nella zona a fianco del supermercato il "Gigante" si parla di muri per arrampicate, magari anche quelle sugli specchi e si accenna a negozi di articoli sportivi a 200 metri da quelli del supermercato ma gestiti da varie associazioni sportive, cioè altro cemento e concorrenza di cui non si sente proprio il bisogno. Una cattiveria. Una voce mi ha sibilato che un negozio di articoli sportivi avrebbe già un nome e il sibilante sarebbe disposto a mettere il nome in una busta sigillata da aprirsi alla assegnazione. Io nutro dubbi ma vedremo.

Credo che a VLS andrebbe fatto un censimento, come è stato fatto a Nova Milanese anni fa, nel quale erano evidenziate tutte le attività industriali, agricole e commerciali alle quali aggiungerei anche quelle sportive con le relative palestre e campi da gioco dei vari sport dal tennis, al golf, alla ginnastica ed arti marziali, per avere un quadro di ciò che esiste e di ciò che manca ed andrebbe fatto perché il comune di VLS1929 è nato unendo un quartiere di Monza con un terreno della Provincia di Milano 94 anni fa, non nel Medioevo come qualcuno cerca di far credere ed il poco territorio in origine quasi tutto industriale ed agricolo, è stato molto urbanizzato. Sarebbe utile, ad esempio, sapere il numero di auto degli abitanti e di quello che gravita in paese durante il giorno. Pochi pensano che ogni macchina che staziona sulle strade o nei parcheggi occupa una porzione di suolo non indifferente, spesso sottratto al verde ed alla vegetazione e mal sopporta la convivenza. Del resto ci sarà una ragione se Milano e il suo hinterland sono in vetta alla classifica mondiale per la pessima qualità dell’aria.

Il cambiamento deve partire anche dai piccoli comuni. Per poter cambiare bisogna conoscere la situazione e per conoscerla non basta fare annunci di buoni propositi e, come succede su navi, treni ed altri mezzi bisogna sapere la capienza sopportabile dal mezzo usato e non superare certi limiti. Anche il problema della siccità va affrontato globalmente e sapere quale è il consumo attuale di acqua ma soprattutto quello futuro ed ovviamente combattere gli sprechi. Ricordo, tanto per parlare di conoscenza, che negli scavi di piazza Europa nessuno del Comune era al corrente di alcune tubature che partivano da una torre dell’acquedotto e passavano dove si stava scavando. Invece tutta la cittadinanza sa dove passa la fibra ottica, ma purtroppo lo sa per via dei lavori malfatti che si possono constatare camminando oppure in bicicletta o in auto a causa di buche e buchette.

ALCUNI PERCHÉ - Concludo questo pezzo con alcuni perché ai quali una Junta efficiente come la nostra darà esauriente e sollecita risposta. Perché non si accendono i lampioni di via Fratelli Bandiera spenti da settembre dello scorso anno? Perché non si accendono quelli di via Turati alcuni mai accesi? Perché non si sa niente dei costi e dell’uso del Caranchione oltre a sapere che è alto tanto da poterci fare le gare del salto con l’asta? Io proporrei di farci anche il salto del pasto come volevano fare nelle scuole vietando la schiscetta. Perché non si comunicano le multe ai conduttori di cani che sporcano i marciapiedi ed i campi gioco dei bambini? Eppure tali incivili comportamenti sono visibili da chiunque li voglia vedere. Altri perché alla prossima puntata tanto manca un anno alle elezioni.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -