Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

S&G n. 117- Da VLS1929. Il Punto e la virgola, "Pappa&Pizza’’

di Franco Novembrini - mercoledì 2 giugno 2021 - 832 letture

Anche in questa rubrica ho fatto dei tagli indicandola con le sole iniziali cioè "S&G’’ invece del lungo e ripetitivo "Schizzi&Ghiribizzi’’, cioè mi allineo alla corrente che usa ed abusa degli acronimi, cioè le iniziali di una associazione o ente, ora estesa anche a leggi ed altro.

IL PUNTO E LA VIRGOLA - Alcune settimane fa un rappresentante scolastico aveva scritto una lettera nella quale denunciava un sopruso circa la mensa degli alunni di scuola media che avevano scelto, con diverse motivazioni, di portarsi la "schiscietta’’ da casa preparata dai loro genitori e quelli che invece usufruivano della mensa scolastica affidata ad una ditta privata. La cosa era nata perché durante la chiusura delle scuole era in vigore un regolamento comunale che prevedeva questa possibilità e gli studenti potevano usare i locali della mensa della scuola sia che aderissero ad una o l’altra possibilità di rifocillarsi insieme, anche se con le dovute distanze che non erano dettate dal tipo di mensa scelto. Il Comune nel frattempo aveva cambiato le norme su indicazione della ditta che fornisce i pasti la quale voleva che i ragazzi che sceglievano la schiscietta andassero in altri locali. La cosa veniva contestata dal gruppo di genitori, 40 circa ma in aumento, che avevano formato un comitato e che parlavano di discriminazione citando sentenze favorevoli alla loro idea. La lettera fu mandata anche al giornale "Il Punto’’, organ house della Giunta che non la pubblicava ma la sunteggiava, creando un certo malumore negli aderenti al comitato i quali tramite il suo portavoce ne scriveva un’altra di precisazioni ma della quale non vi è traccia ne giornale, debbo dire poco avvezzo alle critiche e molto più propenso invece alle inaugurazioni ed ai ricordi del tempo che fu fino a chiamare il comune Villasanta, come più volte ricordato, che prima del 1929 erano due territori dei quali uno era un quartiere di Monza e l’altro terreno di proprietà della provincia di Milano. Ora sembra che la storia della mensa non sia finita e che qualcuno paventi un ricorso tramite una associazione di consumatori che potrebbe assumerne la difese contro quella che costringe gli alunni a dividersi anche nei momenti, tra i quali quello della mensa, di massima condivisione e socializzazione.

"PAPPA&PIZZA’’ - Davanti ad una pizzeria cittadina, che quest’anno fra chiusure, incendio, furti e danneggiamenti, ne ha passate di tutti i colori sono stati aboliti due posti macchina che servivano ai clienti per ritirare le pizze. Il pizzaiolo ha scritto sui social una lettera di protesta circa la riduzione , senza preavviso, per i lavori fatti ufficialmente per garantire la sicurezza dell’attraversamento di via Leonardo da Vinci all’incrocio con via Meucci. Un settimanale locale nel rifare la storia di questa viuzza, via Meucci, in certi punti larga meno di 4 metri dice che la storia va avanti da tre anni. Vorrei puntualizzare che invece sono molti anni di più e fino dalla creazione del sottopasso di via Donatori di sangue e dei condomini adiacenti che sono nati problemi in questa stradina, chiamata anche pomposamente "circonvallazione Est’’, passa il traffico specie in orari mattutini e serali che porta le auto dei comuni vicini ad ingolfarla. Diversi anni fa si parlava di farne una zona Ztl ma ne mancano le caratteristiche in quanto non c’è possibilità di segnalare preventivamente agli automobilisti tale zona e trovarsi improvvisamente un tale divieto di transito potrebbe portare a disagi ancora maggiori dell’intasamento. Ad un comitato sorto per risolvere la questione da molti anni vengono promessi mirabolanti soluzioni che prevedevano in un boschetto un ampio parcheggio per i condomini i quali a causa un fallimento di una società edilizia si sono trovati senza parcheggi. In questo boschetto doveva sorgere anche un laghetto e un piccolo parco, almeno questo veniva promesso durante le campagne elettorali. Ora nella stradina sono stati messi dei dossi e dei paletti e si sono ricavati alcuni parcheggi distanti una cinquantina di metri dai condomini e perciò poco utilizzati ed alcuni abitanti preferiscono parcheggiare ai bordi della piccola rotonda, fuori dai posti loro assegnati ostruendo la vista di chi imbocca la suddetta rotonda. Non ho mai visto alcuna "multa’’ per tale comportamento. Comunque alle prossime elezioni ne risentiremo parlare.

MOZIONE DDL ZAN - Sulla mozione del ddl Zan la maggioranza si è incrinata, vale a dire che un consigliere della maggioranza si è astenuto. Non mi convince la sua astensione anche perché alcuni suoi colleghi parlano di una posizione poco chiara. Io che non vado per il sottile ricordo che il decreto Zan non limita a nessuno i propri diritti solo li estende ad alcuni cittadini che ne erano privi e li dota di una difesa legale come gli altri. Mi ricordo che ai tempi della legge sul divorzio molte persone che ne hanno usato ed abusato si erano dichiarati contrari per nobili ragioni e motivi religiosi, che tradotto in italiano voleva dire che erano e forse sono ancora contrari ai divorzi degli "altri’’.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -