Ripartire dai diritti

In Italia la quarantena ha i giorni contati. Le prime attività inizieranno gradualmente a riaprire. Ma non basta.
di Redazione - mercoledì 22 aprile 2020 - 731 letture

Per ripartire, il nostro paese non ha solo bisogno di tornare a produrre. Per ricostruire una società più giusta è urgente che il governo italiano metta al centro i diritti umani.

I diritti universali degli anziani, dei disabili, delle persone senza fissa dimora, dei migranti, dei lavoratori e dei minori che a causa di questa crisi oggi sono in pericolo. Il governo italiano deve intervenire ora perché nessuno deve rimanere escluso.

#NessunoEscluso: cosa chiediamo al Governo Conte

Egregio Presidente Giuseppe Conte,

in questa emergenza sanitaria senza precedenti, la crisi rivela come diverse forme di esclusione, disuguaglianza e violazioni dei diritti umani siano interconnesse. Ma questa circostanza, seppur drammatica, costituisce anche un’opportunità unica per apportare i cambiamenti profondi necessari per diventare la società che vogliamo essere.

Crediamo sia urgente progettare e attuare misure specifiche per garantire i diritti di tutti e soprattutto dei gruppi che non sono nella condizione di potersi proteggere, affinché nessuno venga escluso, secondo il principio universale di uguaglianza e non discriminazione.

FIRMA L’APPELLO

JPEG - 38.1 Kb
Appello Amnesty International


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -