Rassegnastampa: Da Lentini a Vicenza...

"A Lentini in provincia di Siracusa per esempio è stato dato recentemente l’avvio ad un megaprogetto insediativo per i militari USA di Sigonella..." (L’Unità, 2 dicembre 2006)
di Redazione - domenica 3 dicembre 2006 - 2581 letture

Vicenza, attesi in migliaia per dire no alla base

Per la prefettura si attendono circa semila persone mentre secondo gli organizzatori saranno almeno il doppio: 15mila. D´altro canto, spiegano i coordinatori del fitto cartello di organizzazioni, partiti, movimenti che hanno aderito alla manifestazione organizzata contro la realizzazione a Vicenza della più grande base Usa in Europa (e la seconda base statunitense in città visto che c’è già la Ederle), non si tratta solo di un affare locale. Così sabato pomeriggio dalle 14 circa, i manifestanti arriveranno a Vicenza da tutti Italia non solo per dire no a questa base ma in generale alla militarizzazione del territorio italiano. «È stato un percorso che ha visto assemblee di centinaia di persone di diversa provenienza e appartenenza – spiegano i Comitati cittadini che hanno lanciato l´appello per una manifestazione nazionale - In un tempo in cui l´ipocrisia dei "poteri forti" di questo paese, che antepongono sempre la logica del profitto e del comando agli interessi della collettività, si è manifestata in maniera organizzata per tentare di stravolgere, criminalizzare e manipolare la realtà a proprio uso e consumo. Crediamo sia fondamentale ribadire, ancora una volta, quali sono gli obiettivi della manifestazione. Scendiamo in piazza, innanzitutto, per prendere parola in maniera comune. Per dare parola a un percorso che dovrà continuare anche il 3 il 4… e i mesi a seguire».

Le adesioni sono fittissime: dai Verdi a Rifondazione, dal Pdci all’Arci, dai beati Costruttori di pace agli Statunitensi contro la guerra, dalla Tavola della Pace ai comitati di cittadini, dai sindacati di base fino ai movimenti "più duri" come quello dell´ex leader dei Disobbedienti Luca Casarini, dei centri sociali del Nord Est, degli anarchici. Per i Ds l´adesione è soprattutto a livello cittadino: 5 consiglieri comunali su 6 ci saranno. Mentre il segretario della Quercia Fassino ha ribadito la necessità «di un confronto, tra il governo e le istituzioni locali interessate, il più presto possibile».

«La militarizzazione del nostro territorio e la cessione di sovranità nazionale nei confronti di una forza armata straniera è incompatibile con la aspirazione di pace del nostro Paese – spiega Alfio Nicotra, responsabile Pace del Prc - Il rilancio ed il potenziamento della presenza militare degli Stati Uniti nel nostro Paese non riguarda solo Vicenza ma anche la Sicilia. A Lentini in provincia di Siracusa per esempio è stato dato recentemente l’avvio ad un megaprogetto insediativo per i militari USA di Sigonella (un migliaio di villette su 91 ettari di aranceto). Sia a Lentini che a Vicenza c’è lo zampino della Maltauro, la società specializzata nella costruzione di megainsediamenti militari».


Fonte: L’Unità online, pubblicato il: 02.12.06


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -