Sei all'interno di >> GiroBlog | Quisquilie & pinzellacchere |

Quisquilie&Pinzellacchere. Nr. 33. Pape Satàn, pape Satàn aleppe!

Essendo un vecchio e felice ateo, dunque non particolarmente ferrato su possessioni mistiche o diaboliche, vorrei che chi ne parla mi spiegasse...
di Franco Novembrini - mercoledì 20 febbraio 2019 - 1506 letture

Il mortifero 69° Festival di Sanremo ha lasciato diverse scie di polemiche velenose. Fossero solo quelle dei ’’trombati’’ dalle varie giurie di qualità, di quantità, di popolarità, potremmo anche starci, ma quest’anno, si è voluto strafare tirando in ballo un immaginifico Signor Satana. Non è la prima volta che il bigottume nostrano evoca i diavoli nella musica. Nei secoli la Chiesa cattolica ha sempre riservato alla musica, ai balli, ed ai cantanti le colpe della diffusione di ogni perversione supportata dal Maligno, ma pensavamo che la cosa stesse scemando, visto anche i problemi che il Vaticano sta avendo in altri campi dei comportamenti di alcuni suoi dirigenti anche ai massimi livelli, diciamo così, disdicevoli.

Alcuni esorcisti, pochi anni fa, sostenevano che le musiche dei cantanti rock, leggendo alla rovescia i testi, si potevano interpretare le loro canzoni come un vero battage pubblicitario a favore del Principe delle Tenebre. Fra i maggiori indiziati i Beatles, Queen, Morrison, Iron Maiden ecc. Confesso, però, di non aver mai pensato che qualcuno avrebbe potuto trovare in uno sketch canoro dell’ottima Virginia Raffaele una invocazione a Satana. Il senso del ridicolo poteva agire da freno alle lingue di alcuni preti e politici, che evidentemente agiscono in modo autonomo dal cervello e magari astenersi dal commentare, o ancor peggio, cercare di spiegare l’evento. Ma si sa le telecamere delle varie tv hanno effetti devastanti su certi personaggi e i microfoni posti davanti alla loro bocca possono avere gli stessi effetti micidiali della cocaina.

Essendo un vecchio e felice ateo, dunque non particolarmente ferrato su possessioni mistiche o diaboliche, vorrei che chi ne parla, esiste addirittura una Associazione Internazionale degli Esorcisti, mi spiegasse se qualcuno di loro può dimostrare di aver parlato o intrattenuto rapporti o corrispondenza, meglio se posta certificata, con il Signore delle Tenebre. Ovviamente accetterei dimostrazioni anche dalla parte avversa, cioè posseduti dal benigno, con prove certe, esclusi sms e wattshapp che possono essere facilmente falsificati. Perché è buona norma sapere con chi si discute e non risolvere la questione come nei tempi andati con un bel falò.

Nella pletora degli accusatori della Raffaele, spiccano i nomi di noti politici del centrodestra guidati dal loro mentore senatore Gasparri, che poi farebbe parte della stessa compagnia di giro che per anni si è schierata in difesa delle verità rivelate del metodo del dottore in veterinaria Di Bella, ricordate quando Gasparri & C. fecero fermare l’Italia con marce e manifestazioni, sulla pelle di malati di tumore e fecero produrre quantità industriali di inutile somatostatina. Come non ricordate? E’ stata la stessa compagnia che diffuse per anni il verbo dell’Unto dal Signore e che credette, senza se e senza ma, alla ’’nipote di Mubarak’’, tanto da votare una mozione in Parlamento. Credo che non si possa scrivere o ragionare con voi, se poi vi dimenticate tutto. Come ha detto e ripetuto fino alla noia in televisione il noto Mister B.: ’’La colpa è degli italiani che non hanno capito niente!’’.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica