Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Città invisibili |

Qualcosa da non credere

Un’ipotesi degna di Stargate per gli incendi di Canneto di Caronia, fornita dalla Task Force del Dipartimento Regionale della Protezione Civile Siciliana.
di Giuseppe Marziano - mercoledì 31 ottobre 2007 - 7137 letture

Avevamo quasi dimenticato la storia di quel piccolo paese della Sicilia dove nel 2004 si ebbero inspiegabili fenomeni di combustione di qualsiasi cosa fosse collegata alla rete elettrica e non solo. Scienziati di tutto il mondo cercarono una soluzione, persino su internet, per vedere se il fenomeno si fosse ripetuto in qualche altra parte del globo. Fioccarono decine di spiegazioni scientifiche, nessuna della quali esaustiva del fenomeno. Nessuna spiegazione fu valida, nemmeno quella che prendeva in considerazione lo zampino del maligno, che benché signore del male, non si sa se sia in grado di smuovere i campi elettromagnetici.

L’allora Capo Dipartimento della Protezione Civile Siciliana, dopo essersi consultato con i tecnici del CNR, aveva parlato di attività dovute allo sfregamento di geomasse, ad una forma particolare che assume il nucleo terrestre in riferimento all’elettromagnetismo, ma anche queste non calzavano appieno. Intanto alcuni fenomeni continuavano, si tira in ballo un incidente avvenuto all’elicottero della protezione civile, strane bruciature sul terreno.

Tutti fenomeni non spiegabili da nessun scienziato al mondo. Ed allora… Nel 2005 il governo non contento delle spiegazioni formò una task force capitanata da Francesco Mantegna Venerando, un architetto consulente della Protezione Civile della Regione Siciliana. Nella task force tipologie differenti di esperti, addirittura, come riportato un tecnico della NASA.

La task force ha lavorato per due anni analizzando i roghi spontanei, ed infine ha redatto una relazione dove non mancano elementi di sorpresa. Secondo questa relazione, la causa sono "test militari segreti o esperimenti alieni". Si legge "Tecnologie militari evolute anche di origine non terrestre potrebbero esporre in futuro intere popolazioni a conseguenze indesiderate.

Gli incidenti di Canneto di Caronia potrebbero essere stati tentativi di ingaggio militare tra forze non convenzionali oppure un test non aggressivo mirato allo studio dei comportamenti e delle azioni in un indeterminato campione territoriale scarsamente antropizzato". Sembra uno scenario di fantascienza, qualcosa da non credere.

Nelle pagine del dossier il Coordinatore della Protezione Civile Siciliana, spiega che i fenomeni sono stati causati da fenomeni elettromagnetici di altissima frequenza, e che non sono possibili sviluppare con le tecnologie attuali, o per lo meno senza grandi difficoltà. Esiste attualmente una rete di monitoraggio che non ha però rilevato nulla e che potrà essere spenta.

Insomma come si dice quando la volpe non arriva al mangiare dice che è rancido, dopo due anni di studi l’ipotesi formulata è fantascientifica, degna di STARGATE, fenomeni inspiegabili dovuti addirittura alla messa in funzione di armi segrete in dotazione all’esercito, o peggio, esperimenti psicologici messi a punto da alieni, che cercano di studiare il comportamento di noi umili e sottosviluppati terrestri.

La protezione civile siciliana, dopo il problema incendi con quelli di questa estate, con il personale messo in ferie d’ufficio, sputtanati dal Corriere della Sera e dalle Iene, oggi tornano in campo con materiale da scoop per tutte le testate giornalistiche.

A.A.A. Cercasi personale da destinare alla Protezione Civile della Regione Sicilia, competente in Ufologia, Esoterismo, Magia Occulta, Cartomanzia, Fenomeni Paranormali. No perditempo.

I tag per questo articolo: | | | |

Rispondere all'articolo - Ci sono 7 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Qualcosa da non credere
2 novembre 2007

Intanto gli incendi ci sono stati!

Si vede che siamo ignoranti di cose tanto rare.

Ultimamente nella trasmissione Voyager si è parlato di uomini che hanno lasciato orme di calzature simili alle nostre, il cui reperto è stato datato 700.000.000 (settecento milioni) di anni.

Ovviamente noi non ci possiamo credere, perchè la nostra storia si sarebbe svolta in un massimo di 30.000 anni.

Qualcosa da non credere
3 novembre 2007, di : pietro

mi scusi sig.marziano,forse lei non conosce l’esistenza e quindi lo scopo del sistema "haarp",sicuramente non avra’ mai sentito parlare di "scie chimiche",forse per lei le "armi ad energia diretta" fanno parte della fantascienza, ma testimonianze autorevoli possono confermare che queste armi sono state messe a punto e gia’ usate sul campo dall’esercito usa in iraq. tutto questo lo puo’ leggere liberamente in internet,la rete e’ piena di informazione indipendente e seria. dimenticavo,lo sa che pochi giorni fa il ministero della difesa britannico ha annunciato di aver messo a punto una tecnologia che rende i mezzi militari, e anche i soldati, invisibili? lo sa che la boeing sta mettendo a punto un aereo rotondo, piatto e senza ali? si, proprio la classica forma dei cosiddetti dischi volanti. sig. marziano, per favore, usi internet per informarsi minimamente di qualsiasi cosa voglia parlare prima di ridere in faccia alla gente.
Qualcosa da non credere
3 novembre 2007, di : Giuseppe Marziano

Rispondo ad entrambi, all’anonimo e al Signor Pietro.

Partendo dall’anonimo. Come è ovvio, abbiamo l’obbligo nonchè la necessità di informarci prima di scrivere quelunque cosa. Anche se non sono un giornalista, nel senso di iscrizione all’albo, ritengo tale obbligo importante nei confronti di chi legge ciò che io scrivo. La vicenda di Caronia, non rigurada ne impronte, ne reperti di paleontologia, bensì eventi di cui non è nota la causa. Siamo abbituati ad un mondo dove le cose vengono spiegate dalla scienza, e non dagli alieni. Pensi come si sentono gli abitanti di Caronia, sapendo (?) che il loro luogo, il loro paese, la loro vita è monitorata dagli alieni o dai militari per la messa a punto di armi segrete.

Al Signor Pietro vorrei dire che non mi piacciono per princio gli attacchi diretti senza conoscere con chi si parla. Conosco il progetto HAARP, le scie chimiche, le attività svolte per la "gestione strategica" del clima ai fini militari, le ipotesi in riferimento ad alcuni fatti climatici "eccezionali" accaduti negli ultimi anni. Le sperimentazioni del Progetto HAARP sulla atmosfera ionizzata. Ne tanto meno mi mancano le basi scientifiche per la comprensione di questi esperimenti. Nel caso in questione però le ipotesi formulate, se poi peraltro rese pubbliche, mi sembrano più un rifugio che una soluzione. Ancorchè si voglia creare un incidente diplomatico, le sembra?

Qualcosa da non credere
4 novembre 2007, di : pietro

caro sign.marziano, vorrei prima precisare che non si tratta di attacchi diretti, non da parte mia. per quanto riguarda l’essere famosi o meno, io sono amenta pietro, non sono famoso, sono semplicemente un sopravvivente operaio precario alla merce’ di chi dirige il tutto, anche se totalmente incapace, o diciamo semplicemente nel posto sbagliato(parlo del dirigente e non del precario), pero’ posso dire che non ho mai sentito parlare del sig.marziano giuseppe, comunque, io ho commentato un articolo riguardante i fatti di caronia e le spiegazioni date, non mi interessa proprio sapere i punti in classifica di chi puo’ spararle o meno, quindi, finche’ si parla di leggi fisiche o chimiche, da parte mia(cittadino ignorante qualsiasi con il semplice pallino di osservare il succedersi delle cose e sopratutto il perche’ e il come), il discorso puo’ andare avanti(informandoci l’un l’altro) in modo multilaterale, cosi’ ognuno puo’ dire la sua, magari avviando un forum sul discorso. vorrei ultimare consigliando di parlare in modo chiaro, nel senso di approfondire il discorso, parlando di fatti, di cose che ognuno puo’ "appurare"(vedere o calcolare in base alle suddetti leggi), di esperienze personali, insomma, non limitiamoci al semplice titolo dell’articolo, parliamo dell’articolo e non del titolo. insomma, sig.marziano, se proprio vogliamo tagliare corto, lo spieghi lei cosa e’ successo a caronia, ma non parli di fantasmi, per favore, quei discorsi mi impressionano. grazie. p.s. ripeto...non limitiamoci al solito tg, internet e’ un po di piu’, basta cercare. forse la cosa in fondo in fondo non interessa?
Qualcosa da non credere
4 novembre 2007, di : pietro

dimenticavo il punto "incidente diplomatico",scusi, ma non capisco, con chi? perche’? no, ripeto di non capire. forse lei sa qualcosa che tutti noi non sappiamo? se cosi’ lo dica, per favore, lei non ha idea del bene che puo’ fare. grazie.
Qualcosa da non credere
5 novembre 2007, di : Giuseppe Marziano

Egregio Signor Pietro Amenta, come detto per gli attacchi diretti, anche per le polemiche sterili è uguale. Non ho certo la presunzione di essere famoso, ne tanto meno che Lei mi conosca. Il web è bello proprio per questo, ed anche perchè effetuando semplici ricerche si può sapere tutto come lei stesso mi ha suggerito. Non ho nemmeno intenzione eventualemnte di sfoderare titoli. Infine anch’io come lei nel mondo lavorativo, perchè questa del giornalismo è pura e semplice passione, sono un precario, con le sue stesse vicissitudini, ossia con i capi sbagliati nei posti strategici. Ma non è questo il punto della questione. I fatti accaduti a Caronia: non sono stato a Caronia, ho appreso le notizie da vie interne ed esterne. Sono stati eventi inspiegabili, studiosi e scienziati da tutta euroba vi hanno sbattuto contro senza che sia emersa una verità. Anche il nostro ente di ricerca il CNR, ha dato all’epoca una spiegazione che poteva andare, senza che però sia stato possibile verificare. Mi fido di quello che gli studiosi di mezza europa hanno detto: fenomeni inspiegabili. Si è parlato quasi di tutto, onde elettromagnetiche, strutture energetiche, aculei nucleari (provenienti dal nucleo), geomagnetismo, geotermia, etc etc. La conclusione ancora una volta inspiegabile. Mi fido ancora di quello che è stato detto. Compreso l’allora Capo Dipartimento della Protezione Civile Regionale Siciliana, ing. Martella con l’ipotesi del CNR. La questione è che se viene incaricata una commissione di esperti, con addirittura tecnici della NASA, dopo anni di ricerche, la conclusione, come dicevo in precedenza mi pare più un rifugio (scientifico) che una conclusione appunto. Io per chiudere non so nulla di esperimenti militari, se non notizie apprese qua e la. L’incidente di cui parlavo, era riferito al fatto che se la commissione dice che sono causabili da sperimentazioni di armi militari (per esempio HAARP)considerato che non è nostra si oglia creare la condizione affinchè qualcuno ammetta (mia ipotesi). Sperando che la discussione come detto da Lei si sposti verso i fatti di Caronia, lasciando da parte le polemiche sterili, chiudo.
Qualcosa da non credere credici, credici.
16 novembre 2007

Gli alieni ESISTONO !!! Per rendersene conto basta guardare il governo Prodi. Ma siete tutti ciechi!!!????