Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Primo maggio 2024: il concerto alternativo di Taranto

Il primo maggio a Taranto, per la sua undicesima edizione, l’evento Uno Maggio Libero e Pensante.

di Redazione Lavoro - mercoledì 1 maggio 2024 - 1481 letture

Undicesima edizione dell’Uno Maggio Libero e Pensante a Taranto. L’evento dura 12 ore e viene condotto dalla giornalista d’inchiesta Valentina Petrini, dall’attore Andrea Rivera, dalla conduttrice radio e consulente musicale di Propaganda Live Martina Martorano, a cui si aggiunge infine la giornalista Serena Tarabini.

Vengono confermati i direttori artisti: Diodato, Roy Paci e Michele Riondino.

Nelle scorse ore sono stati annunciati i nomi in scaletta, che faranno parte di quest’edizione: da Emma Nolde a Mannarino, dalla sensation Serena Brancale passando per Gabriella Martinelli e Francesca Michielin, ma non solo. I cantanti saranno accompagnati sul palco da una band, creata per l’occasione: Roberto Angelini alle chitarre, Fabio Rondanini alla batteria, Gabriele Lazzarotti al basso, Adriano Viterbini alle chitarre, Andrea “Fish” Pesce alle tastiere, Rodrigo D’Erasmo al violino, Vincenzo Lato alle percussioni, Francesco Fratini alla tromba, Simone  Alessandrini al sax e Tahnee Rodriguez ai cori.

JPEG - 89.4 Kb
concerto primo maggio di Taranto 2024

L’Uno Maggio vuole ribadire appunto la centralità della musica ma anche dell’impegno sociale. Sul palco a discutere di importanti temi politici, economici e ambientali si alterneranno anche i rappresentanti di associazioni come Amnesty International, Fridays For Future, NoTav, Ultima Generazione, XR Puglia. Tra gli interventi anche quelli di Roberto Salis, padre dell’insegnante e attivista Ilaria Salis detenuta in carcere in Ungheria; della scrittrice tarantina Mariangela Tarì, autrice di Terra madre; dell’iraniana Parisa Nazari dall’associazione Donna, Vita, Libertà; dell’autore veronese Raffaele Crocco e del giornalista inviato di guerra Nico Piro assieme a alcune testimonianze direttamente dal conflitto in Palestina.

Alle 10.00 al Parco delle Mura Greche di Taranto, ci sarà l’incontro I Numeri della Guerra, moderato da Maria Cristina Fraddosio, con Riccardo Nuri di Amnesty International che presenterà il Rapporto Annuale 2024 sulla situazione dei diritti universali, Raffaele Crocco presidente di Unimondo parlerà della 12esima edizione dell’Atlante dei conflitti e delle guerre nel mondo e Nico Piro del suo libro Se vuoi la pace conosci la guerra.

Il concerto-maratona inizierà alle 14 sempre nell’area del parco archeologico, si parlerà di domani, inteso come un futuro vicino e minacciato. «Quale domani possiamo immaginare se piovono bombe? Quale domani possiamo pensare, se esprimersi liberamente è sempre più complicato e se il dissenso pacifico viene multato, manganellato e processato? Che domani si può disegnare se su Taranto tira aria ogni giorno più carica di veleni?", si chiede il Comitato cittadini e lavoratori liberi e pensanti, del quale fanno parte anche ex operai dell’Ilva, che organizza la manifestazione.

«In un momento buio come quello che stiamo vivendo, Uno maggio Taranto vuole essere più che mai un grido di resistenza, presenza civica, vicinanza ai movimenti che lottano ogni giorno», dichiarano i direttori artistici Antonio Diodato, Roy Paci e Michele Riondino che credono «fortemente nel potere che la musica ha di amplificare messaggi e conoscenza».

L’evento, anche quest’anno, si terrà al Parco delle Mura Greche di Taranto, e avrà inizio intorno alle ore 14.

La diretta del concertone potrà essere seguita in tv su Antenna Sud canale 14 del Digitale Terrestre (per chi abita in Puglia e in Basilicata) oppure in streaming collegandosi al sito https://www.antennasud.com/streaming/ o sui canali social di @unomaggiotaranto.

https://www.facebook.com/share/p/pAx1qhVNU4fBHyaw/


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -