Sei all'interno di >> GiroBlog | Segnali di Fumo, di Pina La Villa |

Amore e politica

Platone fu di ogni avvenimento il motore immobile, cioè colui che muove tutto come oggetto d’amore.
di Pina La Villa - giovedì 6 dicembre 2007 - 2241 letture

Siracusa, 357 a.c. Dione, intenzionato a mettere fine alla tirannide di Dionigi II, arriva da Zacinto a Siracusa dopo una fortunosa navigazione, occupandone i quartieri esterni, in assenza del tiranno. Impadronitosi del potere restò a capo della città con altri venti strateghi, ma l’impopolarità delle sue azioni gli rivolse contro la popolazione e dovette ritirarsi a Lentini. Essendo stata Siracusa occupata da mercenari campani, Dione vi fu richiamato e la occupò, ma fu ucciso (354) da un condiscepolo dell’Accademia, l’ateniese Callippo che restaurò la tirannide.

Platone è causa ultima dell’intera rivoluzione in quanto aveva ispirato Dione, è di ogni avvenimento il motore immobile (cioè colui che muove tutto come oggetto d’amore).

Dione avrebbe voluto realizzare le idee di Platone.

La storia di Platone, Dioneo e Dionigi è stata raccontata da Thomas A. Szlezak, dell’Università di Tubinga, al convegno siracusano del 29-30 novembre e 1 dicembre su "Platone: eros e polis".

http://www.girodivite.it/Eros-e-polis.html


Rispondere all'articolo - Ci sono 3 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Amore e politica
3 gennaio 2008

Ma perchè invece di fare queste lezioni di filosofia, materia già ampiamente studiata e di cui, fra l’altro, abbiamo moltissimi libri a casa, non ci dice qualcosa di suo,qualcosa di originale e del suo sacco,qualcosa di nuovo che possa arricchire il nostro animo e la nostra mente???????? Evidentemente, Lei ha la sindrome della professoressa saccente che pensa di avere davanti a sè una platea di scolaretti ignoranti da istruire con argomenti scopiazzati da altri libri.Ci parli, piuttosto, dei tanti problemi che attanagliano la Sicilia ( mafia,disoccupazione,inquinamento,pizzi e pizzini); e se neanche questi argomenti la toccano, c’insegni a fare la caponata,la pasta alla Norma ed i cannoli, secondo la ricetta della nonna,così ci lecchiamo i baffi,lasciando in pace Platone ed Aristotele.Ciao,Ciao.Lorenza
Amore e politica
10 gennaio 2008

In risposta a Lorenza. Mi puzzi tanto tu di scolaretta che ha preso un brutto voto a scuola e ora vieni qui a "vendicarti". Se l’articolo non è di tuo gusto e gradimento evita di fare la brillante.

Ja ne.

fn

Amore e politica
14 gennaio 2008

Perchè non vai al Vaffa day e non lasci gli altri liberi di pensarla diversamente da te,cara Ja ne fn? Rilassati ed accetta serenamente il confronto anche con le scolarette che a tuo parere hanno preso un brutto voto!! Infatti, hai la sindrome della maestrina secchiona che non ammette nè repliche, nè commenti."Perdono, signora maestra,ecco qui le mani,mi bacchetti,non lo farò mai più.Per favore, non mi mandi in Siberia".Intanto, tu continua a scopiazzare.Lorenza