Sei all'interno di >> Flash |

Persone: Kenzaburo Oe, già nobel per la letteratura nel 1994

È morto a 88 anni lo scrittore giapponese Kenzaburo Oe, premio Nobel per la letteratura nel 1994

di Redazione - lunedì 13 marzo 2023 - 1997 letture

È morto a 88 anni lo scrittore giapponese Kenzaburo Oe, tra le altre cose vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1994. La notizia è stata annunciata lunedì dalla sua casa editrice giapponese, Kodansha, che ha detto che Oe è morto il 3 marzo.

Oe era nato nel 1935 nella piccola città di Uchiko, nella provincia meridionale di Ehime. A 18 anni si trasferì a Tokyo per studiare all’università, dove si laureò in letteratura francese. Il suo primo romanzo (L’animale d’allevamento) fu pubblicato nel 1957, ed ebbe subito un buon successo di pubblico e di critica. Negli anni seguenti pubblicò un’altra trentina di romanzi, oltre a numerosi racconti e saggi. Si ricorda in particolare il saggio del 1965 Note su Hiroshima, in cui Oe raccontò il suo viaggio nella città colpita dalla bomba atomica statunitense il 6 agosto 1945, e i suoi incontri con le persone sopravvissute (quelle che in giapponese vengono chiamate hibakusha). In quel saggio Oe espresse alcuni dei temi che gli furono più cari per tutta la sua carriera, tra cui il pacifismo e l’opposizione all’uso dell’energia nucleare.

JPEG - 123.8 Kb
Kenzaburo Oe

Fonte: Il Post.


Addio al Premio Nobel per la letteratura Kenzaburo Oe, aveva 88 anni

Premiato nel 1994, lo scrittore è stato un sostenitore della Costituzione pacifista e delle battaglie contro l’energia nucleare

Premio Nobel per la Letteratura, romanziere che ha raccontato il Giappone moderno e che ha sfidato il conformismo della società attuale: è morto a 88 anni lo scrittore Kenzaburo Oe, icona del progressismo e dell’anticonformismo giapponese. La notizia del decesso è stata data lunedì 13 marzo dalla casa editrice Kodansha Ltd, il "Premio Nobel per la letteratura nel 1994 è morto di vecchiaia nelle prime ore del 3 marzo", ha dichiarato l’editore in un comunicato, spiegando che i suoi funerali sono già stati celebrati dalla famiglia. I suoi primi romanzi risalgono agli anni ’50, ma il grande successo gli venne da "Una vicenda personale" pubblicata nel 1964, che racconta il suo rapporto con il figlio Hikari, affetto da una grave lesione cerebrale.

Famoso anche come sostenitore della Costituzione pacifista e per le battaglie contro l’energia nucleare, Kenzaburo Oe era una delle principali voci liberali in Giappone; ha guidato il movimento per chiedere l’eliminazione delle centrali nucleari alla fine degli anni ’70 e sulla scia del disastro nucleare di Fukushima Daiichi, innescato dal terremoto e dallo tsunami del 2011. "Ripetere l’errore mostrando, attraverso la costruzione di reattori nucleari, la stessa mancanza di rispetto per la vita umana è il peggior tradimento possibile della memoria delle vittime di Hiroshima", ha scritto Oe in un articolo per la rivista statunitense The New Yorker, 10 giorni dopo il disastro.

Premiato nel 1994, è stato il secondo scrittore giapponese a vincere il Nobel dopo Yasunari Kawabata.

Fonte: RaiNews.



- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -