Sei all'interno di >> Flash |

Persone: È morto all’età di 80 anni Seymour Stein della Sire Records

di Redazione Risonanze - martedì 4 aprile 2023 - 1782 letture

Se ne è andato all’età di 80 anni Seymour Stein, discografico fondatore dell’etichetta americana Sire Records.

Stein è stato tra i responsabili del successo di artisti rock come Ramones, Talking Heads e The Pretenders, oltre che a quello di star del pop come Madonna.

A confermare la sua scomparsa è stata sua figlia Mandy che ha rivelato al The New York Times della morte del padre avvenuta dopo aver lottato con un cancro.

Una vita da discografico

L’impatto di Stein sulla storia della musica rock è stato fondamentale in senso assoluto e, nello specifico, per l’arrivo oltre oceano di alcune delle più importanti band del panorama indie britannico.

Nato a New York nell’aprile del 1942, Stein cominciò giovanissimo ad avvicinarsi alla discografia facendo uno stage alla King Records di Cincinnati quando era ancora un adolescente.

Nel 1966 lui e il produttore Richard Gotteherer fondarono la Sire Productions con la quale cominciarono ad introdurre il prog britannico negli Stati Uniti. Seguendo la scia, a metà degli anni ’70, Stein mise sotto contratto band fondamentali della nuova scena punk e wave come Ramones, Dead Boys e Talking Heads.

Negli anni ’80 ingaggiò Madonna e The Pretenders, oltre a continuare il lavoro di popolarizzazione della scena britannica negli USA.

Stein e l’indie rock inglese

Fu lui a portare negli Stati Uniti il sound degli Smiths, ad esempio, con il chitarrista Johnny Marr che ha voluto ricordare come Stein lo abbia convinto comprandogli la Gibson ES-355 rossa che lo stesso giorno utilizzò per scrivere ’Heaven Knows I’m Miserable Now’.

Un ricordo arriva anche da Alan McGee, lo storico fondatore della Creation Records che mise sotto contratto band come Oasis e Primal Scream. Il discografico scozzese ha infatti ricordato sui social l’importanza di Stein nel far arrivare negli USA la musica di Primal Scream e Ride.

Nel 1998 un’altra band storica dell’alternative UK, i Belle and Sebastian, dedicò a Stein addirittura una canzone contenuta nell’album del 1998 "The Boy With The Arab Strap", intitolata didascalicamente ’Seymour Stein’.

Il brano ripercorre un vero incontro tra la band e Stein in occasione del lancio di "Tigermilk", album di debutto dei Belle And Sebastian.

All’epoca Stein organizzò un meeting in un albergo lussuoso, portando poi la band a pranzo in un ristorante altrettanto di classe, realtà ben distanti dagli standard a cui era abituata la formazione di Stuart Murdoch. Un mondo di promesse e grandi lustrini che male si sposavano con il romanticismo e l’etica indie della band.

Fonte: Radiofreccia.it


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -