Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Non posso sporcarmi il vestito

Un inedito di Enzo Jannacci, diffuso in streaming e in un vinile contenente una antologia delle sue canzoni (esce il 17 novembre 2023)

di Sergej - mercoledì 18 ottobre 2023 - 1190 letture

A volte le case discografiche lo fanno, sapendo bene che un determinato artista o una band ha un seguito tale di affezionati che perdonano persino la speculazione sul morto. Ecco dunque l’astuta diffusione di una piccola ma sempre intensa canzone di Enzo Jannacci, "Non posso sporcarmi il vestito" - come singolo attraverso i moderni canali in streaming - e poi all’interno di un vinile - formato tornato di moda - con una antologia di canzoni, il classico del repertorio di Jannacci. E nonostante l’evidente operazione commerciale, non possiamo fare a meno di segnalare la cosa e ascoltare la canzone - per ri-immergerci nel mondo di Enzo Jannacci che "non ha tempo" e che riesce a vincere, con la forza della sua persona, la verità della sua innocenza, ogni forma di tempo storico.

È una piccola canzone, ma dello Jannacci "prima maniera", lo si sente giovane, incespicare nella canzone più che cantarla - il suo modo di cantare che è indimenticabile e che arriva direttamente al cuore e alle budella. Perché questo è stato Jannacci, e tale resterà sempre nei nostri cuori. Un piccolo grande uomo, un fessacchiotto timido equilibrista tra l’intelligenza spiazzante e la sublime innocenza, un ragazzo che come noi...

Come scrivono su Rockol.it:

Il brano è accompagnato da un videoclip, firmato da Ranuccio Sodi con l’animazione dello Studio Convertino & Designers, che racconta Enzo Jannacci attraverso i personaggi delle sue canzoni. L’intento del video è quello di ricordare tutto il mondo di Enzo sotto forma di inseguimento ripercorrendo i suoi successi e cercando di dare un volto alle sue creature come il barbun in scarp de tennis, l’Armando o Vincenzina, personaggi che Jannacci, con la musica e soprattutto con l’interpretazione, ha reso veri e concreti dotandoli quasi di una tangibile fisicità.

“Non posso sporcarmi il vestito” è inoltre nella colonna sonora del docufilm di Giorgio Verdelli: “Enzo Jannacci, Vengo Anch’io”, presentato in anteprima alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.

Il vinile “Enzo Jannacci - Qualcosa da ascoltare - tra inediti e rarità” rende omaggio alla memoria e alla genialità di Enzo Jannacci nel decennale della sua scomparsa, anniversario che viene anche celebrato dal Club Tenco con la prossima rassegna 2023 intitolata “Vengo anch’io” e dedicata all’artista milanese.

Buon ascolto e buona visione dunque.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -