Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Politiche |

Non moriremo berlusconiani

Il 12 giugno 2023, al San Raffaele ospedale di Milano, muore Silvio Berlusconi. Da almeno due anni soffriva di leucemia. Aveva 86 anni.

di Redazione - lunedì 12 giugno 2023 - 1015 letture

Era il 1995 circa, e Girodivite uscì con un numero cartaceo intitolato "Dopo Berlusconi l’arcobaleno". Eravamo nel clima del primo anti-berlusconismo, ancora avevamo sul collo quel senso di liberazione che avevamo appena appena toccato con la "primavera dei sindaci" e il respiro tra tangentopoli e la fuga dei "politici". Sapevamo cosa voleva dire la "discesa in campo" e il dispiegamento di soldi promessi, che quel senso di liberazione era finito, che ci aspettavano anni di rospi da ingoiare. Ma nel frattempo c’era Il Manifesto che organizzava manifestazioni da un milione di persone, e c’era la scuola che ancora non era stata domata, e che ancora faceva occupazioni, "qualcosa si muoveva". Non lo sapevamo, ma c’erano anche gli ex del PCI che dopo aver buttato nel fosso le bandiere rosse stavano prendendo accordi di potere con Berlusconi (come ci dirà qualche anno dopo Violante, in Parlamento). E c’era la minoranza silenziosa italiana che rimpiangeva i socialisti ed era pronta a credere nei condoni e nella tutela dell’evasione. Abbiamo attraversato un ventennio berlusconiano, che ha inciso sulla lingua, sul modo di ragionare, sulla musica e persino sui modi di dire (il bunga-bunga...). Berlusconi ha fatto ridere l’Europa (a cominciare da Merkel e Sarkozy), e ha fatto sperare alcuni che fosse lui il furbo italico, la persona giusta per rappresentare questa cosa strana che è l’Italia, debole con i forti e forte con i deboli, piacione e puttaniere, ingenuo e con guizzi di strafottente genialità davanti a un pubblico di meno che mediocri. Nel frattempo l’Italia rimaneva ingessata, invecchiava, perdeva tutti i treni digitali senza neppure essere in grado di partecipare al banchetto dei ricchi del Nuovo Ordine Mondiale. Oggi, con la sua morte, sappiamo che almeno noi non moriremo berlusconiani. E già lo rimpiangiamo. Perché senza di lui non saremo esistiti come giornale, perché è stato la fonte delle nostre ispirazioni e masturbazioni intellettuali e giovanili guardando nelle notti insonni le sue belle gnocche commerciali. Grazie Silvio per aver fatto crescere pipparoli e rampanti di ogni risma. La direzione triste sarà ai funerali, in sostituzione del pigro direttore impegnato a portare il gatto a spasso.


È morto Silvio Berlusconi

L’ex presidente del Consiglio aveva 86 anni: era malato da tempo di leucemia

Silvio Berlusconi è morto oggi all’ospedale San Raffaele di Milano, dove era ricoverato da venerdì: aveva da tempo una leucemia e nelle scorse settimane aveva già trascorso 45 giorni in ospedale per curarsi. Berlusconi, che aveva 86 anni, è stato tre volte presidente del Consiglio e uno degli imprenditori più famosi e di successo in Italia. È stato anche il politico più controverso, discusso, influente e divisivo degli ultimi trent’anni di storia del paese.

Era stato ricoverato una prima volta a inizio aprile per alcune complicazioni respiratorie collegate a una leucemia mielomonocitica cronica. I suoi medici avevano in seguito spiegato che l’ex presidente del Consiglio era malato da tempo e che era sottoposto a chemioterapia.

Nel corso degli ultimi anni Berlusconi aveva avuto diversi problemi di salute e aveva anche subito alcune operazioni piuttosto delicate: tra le più recenti ci fu nel 2016 un intervento al cuore per la sostituzione della valvola aortica, e nel 2019 un’operazione d’urgenza per un’occlusione intestinale. Aveva comunque sempre mantenuto la guida del partito di centrodestra da lui fondato, Forza Italia, e alle elezioni del 25 settembre 2022 era stato eletto senatore, tornando in parlamento dopo nove anni di assenza.

Fonte: Il Post.


Forse il miglior omaggio che si potesse fare a Berlusconi, l’han fatto quelli de Il Fatto quotidiano, loro sempre in contrasto con Berlusconi (anche nel gioco di spartirsi il pubblico, da entrambe le parti accettato), che hanno raccolto alcune delle barzellette di Berlusca in video.



- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -