Morire ad alta velocità

Mentre i vertici della politica e della grande imprenditoria nostrana si affannano nel perseguire il progetto TAV, gettando nel calderone dell’alta velocità un fiume di denaro senza fine...
di Marco Cedolin - sabato 18 marzo 2006 - 6484 letture

Mentre i vertici della politica e della grande imprenditoria nostrana si affannano nel perseguire il progetto TAV, gettando nel calderone dell’alta velocità un fiume di denaro senza fine, la disastrosa situazione delle ferrovie italiane ormai prossime al collasso continua ad aggravarsi e ad esigere l’ennesimo tributo in termini di vite umane.

Martedì 14 Marzo, intorno alle 21, nei pressi di Garbagnate milanese è avvenuto l’ultimo incidente ferroviario, facente parte di una lunga serie di tragedie che non possono attribuirsi alla fatalità, ma sono da imputarsi alla presenza di due ferali elementi di rischio, quali l’arretratezza dei sistemi di sicurezza ed il taglio indiscriminato del personale ferroviario. Giuseppe Girola, macchinista di 41 anni di Turate è morto e 15 persone sono rimaste ferite durante lo spaventoso schianto frontale fra il convoglio Malpensa Express ed il Milano - Saronno.

L’incidente non si è tramutato in una strage solo grazie all’esiguo numero di passeggeri presenti sui due convogli (nel primo vagone del Milano - Saronno era presente solo il povero Girola) e alla circostanza fortuita che le carrozze deragliate non sono entrate in collisione con le case che sorgono a poca distanza dalla ferrovia.

I pendolari lombardi ed i sindacati hanno messo in evidenza come il convoglio locale avesse superato il mezzo secolo di età e fosse pertanto privo dei moderni sistemi di sicurezza. Un treno sicuramente più adatto all’esposizione in museo che non a correre pericolosamente sulle rotaie. Sono state aperte tre inchieste, la prima da parte della Procura di Milano, la seconda dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la terza interna alle Ferrovie Nord di Milano. La linea non è stata operativa per tutta la giornata di mercoledì al fine di consentire le operazioni di sgombero.

Il continuato taglio di personale messo in atto negli ultimi anni, unitamente all’assoluta mancanza di mezzi e finanziamenti adeguati nell’ambito del comparto ferroviario, stanno producendo una situazione di estrema criticità. I pendolari (che rappresentano la stragrande maggioranza degli utenti delle ferrovie) stanno sperimentando ogni genere di disservizio, al punto da rendere i loro spostamenti giornalieri simili ad una vera e propria Odissea. Ogni giorno vengono soppressi tra 200 e 300 treni, poiché manca il personale che dovrebbe guidarli, oppure mancano fisicamente le carrozze o le motrici.

Il materiale rotabile è vecchio ed in cattivo stato di conservazione e mancano i finanziamenti per rinnovarlo. Mancano i sistemi di sicurezza indispensabili per evitare tragedie come quelle di Garbagnate e la maggior parte delle linee italiane (11.300 km su 16.000) sono prive del Sistema Controllo Marcia Treno (SCMT) indispensabile per garantire la sicurezza. Manca la manutenzione sui locomotori e sulle linee ferroviarie e sembra mancare ogni volontà di porre rimedio ad una situazione che va degenerando ogni giorno di più.

Mentre si progettano costosissimi tunnel di oltre 50 km. che dovrebbero attraversare le Alpi, per trasportare merci e passeggeri di fantasia che non trovano riscontro nella realtà, si dimentica che il primo dovere di qualunque governo dovrebbe consistere nel fare funzionare in maniera efficiente le linee ferroviarie esistenti, deputate a trasportare in tutta sicurezza milioni di passeggeri reali che da anni chiedono solo un poco di attenzione e rispetto.


Rispondere all'articolo - Ci sono 4 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Morire ad alta velocità
21 giugno 2006, di : F.Boncompagni

Ma certo! Spendiamo migliaia di miliardi in sicurezza, tanto è un campo "fluido" in cui le tangenti invece del 5% possono essere del 50%.. Il treno non è già oggi un pericolo, sono i 1600 morti l’anno in motocicletta e i 5000 in auto le vittime dei trasporti pericolosi. Ogni morto in treno riceve l’attenzione di 1000 morti sulle strade. Hanno già speso 17.000 miliardi per la sicurezza ferroviaria, quante migliaia di miliardi vogliono ancora? Quante CENTINAIA DI MILIARDI PER OGNI VITA? Lo sanno che con 50 milioni nella sanità si salva una vita? Meditate gente, meditate!
A favore della TAV
21 agosto 2006, di : quando il sole tornerá

In ogni caso perché criticare un’opera imponente come questa???se in Italia si continua a ragionare cosí di strada ne faremo ben poca!!quest’opera invece puó portarci sviluppo,molto sviluppo,basta solo avere un pó di iniziativa,e..se non si riesce a cacciare tutte quelle persone che mesi fa bloccavano i cantieri...usare qualche metodo un po piú pesante,della serie carcere duro,e poi a costoro passerá sicuramente la voglia di sentirsi al centro dell’attenzione....
    A favore della TAV
    21 agosto 2006

    rispondi tu a queste domande: 1) perche accettare e credere senza riserve che tutto ciò che viene indicato e proposto come progresso, sviluppo e crescita sia SEMPRE BUONO E PROGETTATO ESCLUSIVAMENTE PER IL BENE DELL’UMANITA’ E DEI CITTADINI? SE CREDI A QUESTA FAVOLA, BEH NON STUPIAMOCI ALLORA DEI VARI SCANDALI

    2) in che modo secondo te, una linea alta velocità porta progresso e sviluppo? Che cosa sai di questa linea? Quanto costa? Chi la finanzia? Perché la finanzia? Hai mai letto uno studio di redditività di questo progetto? Sai com’è nato? Sai che cosa ha comportato durante la realizzazione delle tratte? Invece di fare considerazioni a vanvera suffragate solo da slogan pubblicitarie STUDIA, FACILE RILEGARE GLI OPPOSITORI ad un progetto come antiprogressisti, CHIEDITI PERCHE’, sempre se il tuo cervello non si surriscalda troppo.

    FAMMI CAPIRE, TU RITIENI SACROSANTO ED INVIOLABILE OGNI PROGETTO CHE VIENE SPACCIATO COME PORTATORE DI STUPEFACENTI VANTAGGI ALLA COLLETTIVITA’? BASTA COSì POCO PER VALIDARE QUALSIASI STRONAZATA E DEFINIRE AUTOMATICAMENTE CHI SI OPPONE DEGLI EMERITI IMBECILLI? SAI CHI SI OPPONE AL TAV? FIOR DI STUDIOSI, MA TI LASCERO’ IL GUSTO DELLA SCOPERTA.. ANCHE LE OLIMPIADI INVERNALI AVREBBERO PORTATO UN SACCO DI SVILUPPO, Sì, DEL DEBITO DEL TOROC, CHE PAGANO I CONTRIBUENTI MA DA SETTEMBRE, DATO CHE LA SOCIETA’ E’ IN LIQUIDAZIONE E QUANDO FALLIRA’, OLTRE A NON AVER PAGATO NEMMENO I VIGLI DEL FUOCO PER LA VIGILANZA, NON PAGHERA’ NEMMENO UN CASINO DI AZIENDE CHE A LORO VOLTA FALLIRANNO E LICENZIERANNO. FAI LE TUE INVESTIGAZIONI, SCHERLOCK HOLMES ED IMPARA A PARLARE A RAGION VEDUTA

A favore della TAV
22 agosto 2006, di : quando il sole tornerá

rispondo brevemente alle tue domande,anche se c’é da chiedersi cosa ci fa al mondo la gente come te,comunque meglio non puntualizzare,d’altronde il mondo é bello perché é vario...

1)perché se non credi mai in ció che le altre persone ti spacciano come progresso,non rischierai mai niente e,nel caso tuo,la tua presenza sará sempre inutile come lo é adesso.bisogna credere nel progresso e anche prendersi talvolta dei rischi,altrimenti non si potrá mai migliorare,ma al contrario verremo deglassati,superati da altri paesi che forse hanno una mentalitá piú innovativa rispetto a quella di "alcuni" italiani,per fortuna non tutti!(nota che ogni riferimento a cose o persone é puramente casuale!!!) inoltre uno degli ultimi scandali é quello successo in politica ad aprile,quando ci sono state le elezioni,giorni dopo sono state ritrovate intere scatole con schede buttate...e guarda caso chi é salito poi al governo???

2)quando parli con me sappi che io prima di parlare mi documento da diverse fonti,peró forse ripensandoci é meglio non fare piú l’alta velocitá,molto piú proficuo optare per una chiusura nei confronti del resto dell’europa,come mi stai facendo capire,in quanto senza la TAV si rinuncia ad un collegamento importantissimo fra l’Italia e la Francia. In ogni caso il mio cervello si sta un pó surriscaldando,a parlare con gente come te c’é solo da mettersi le mani nei capelli,oltretutto sapendo che al momento l’Italia é nelle mani di un governo che ha le tue stesse idee!!

 Le "STRONAZATE" non so cosa siano! se riesci a farti capire meglio! tu dici che io ritengo "sacrosanto" ed "inviolabile" ogni progetto che viene spacciato come portatore di stupefacenti vantaggi alla collettivitá.oltre al progetto della TAV,mi elenchi gli altri progetti ritenuti sacrosanti di cui ho parlato in precedenza??sará che mi é venuta un’amnesia,ma proprio non riesco a ricordarmeli,se fossi cosí gentile da rinfrescarmi la memoria te ne sarei molto grato!

 le persone "intelligenti" anche quando parlano con qualcuno che non ha la loro stessa idea non lo insultano,se sanno di essere dalla parte della ragione!a te il difficile compito almeno di provare a far finta di aver ragione senza definire gli altri come "emeriti imbecilli"!!!

 infine,da quanto mi sembra di capire tu sei anche contro le Olimpiadi Invernali! in fin dei conti se non hanno portato lo sviluppo prefissato(mi sembra questa idea sia un’altra trovata del tuo cervellino super),bé,questo é successo perché c’erano degli schifosi comunisti come te,o peggio ancora no global,che anche stavolta non hanno esitato a manifestare,fortuna che la polizia non scarseggiava,e fortuna per gli amici tuoi che siamo in Italia!!!

 ora, caro Che Guevara,mi tocca salutarti, anche se sono un pó in pena per te,poveretto,fortuna che nel mondo non siete poi cosí numerosi!

Morire ad alta velocità
28 agosto 2006, di : quando il sole tornerá

rispondo a colui che mi scrisse il 21 agosto, colui che si oppone alla Tav cercando di dare delle motivazioni intelligenti:

* ho risposto alle tue domande, ma te ne ho fatta anch’io una... non mi hai ancora elencato quali sono gli altri progetti sacrosanti ed inviolabili di cui ho parlato, naturalmente oltre al progetto della TAV... in quanto tu affermi che io RITENGO SACROSANTO ED INVIOLABILE OGNI PROGETTO CHE VIENE SPACCIATO COME PORTATORE DI STUPEFACENTI VANTAGGI ALLA COLLETTIVITA’... perché non mi elenchi tutti questi progetti di cui ho parlato??? o forse hai capito di avere delle idee di merda e ti sei reso conto di aver fatto una figura degna solamente di te stesso, o inutile creatura...

    Morire? no stronzate ad alta velocità
    14 gennaio 2007, di : Frank

    SIETE SOLI BUONI A LITIGARE, inutili ignoranti....

    Le ferrovie italiane stanno fallendo e pure le altre grandi società del nostro bel paese....e meno di 10 anni e tutti staremmo come l’Argentina se non smettiamo di spararci tra di noi per un pezzo di pane.

    Lo capite che alla fine litighiamo tra di noi (vedi tutta la discussione)... perche tanto con chi ci attacchiamo, col signor FS o col signor telecom per esempio?

    Invece di litigare con noi inkazzatevi per bene e scioperate, boicottate e avvallate tutte le proposte inteliggenti che potrebbero risollevare le sorti di un Italia disgregata e senza una lira.

    Buona fortuna a tutti quelli come me che dovranno vivere in italia nel 2030 con 45 anni o meno e che sperano in una pensione che mai arriverà.