Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Scuola & Università |

Moratti cancella Darwin

Nelle scuole italiane riformate dalla Moratti, Darwin addio. E’ una notizia che nei dibattiti in corso è passata quasi inosservata.
di Redazione - mercoledì 31 marzo 2004 - 25139 letture

Di Filippo Gentiloni

Nelle scuole italiane riformate dalla Moratti, Darwin addio. E’ una notizia che nei dibattiti in corso è passata quasi inosservata, ma che il «divino» vuole sottolineare, con amarezza. E’ noto che la battaglia contro l’evoluzionismo è una delle bandiere della destra americana e non solo, ma che non ci aspettavamo che anche la nostra destra la assumesse e la facesse sventolare. Eppure la stessa chiesa la aveva ammainata o, comunque, accantonata.

E’ stato l’ufficio studi della Cisl a notare che nei nuovi programmi della scuola media, fra le molte cose scomparse (fra l’altro, anche la storia antica) bisogna annoverare anche «l’evoluzione degli esseri viventi». Addio evoluzionismo, e ritorno, quindi, al fissismo e creazionismo. Ritorno all’800. E’ bene ricordare, da una parte, quanto la teoria di Darwin avesse sconvolto le tranquille sicurezze cristiane, e non solo. Sulla creazione, ma anche, dall’altra, quanti passi avanti le chiese abbiano fatto, nel corso di un secolo, per venire incontro a Darwin e alle sue teorie che più o meno tutti gli scienziati avevano accettato. Chi negava questo coro quasi unanime si vedeva relegato nei cortili dei vecchi fondamentalismi.

Molti studiosi cristiani - cattolici e non - si erano impegnati alla ricerca di mediazioni che salvassero, insieme alla evoluzione delle specie, l’immagine del Dio creatore dal nulla. Basti ricordare la grande figura di Teilhard de Chardin, scienziato e credente. Le mediazioni raggiunte accettavano, più o meno tutte, l’evoluzione delle specie ma insistevano sulla creazione diretta dell’anima spirituale dell’uomo. Soluzioni non certo prive di incertezze - soprattutto il dualismo anima-corpo appariva insoddisfacente - ma che comunque permettevano di eliminare la rigida spaccatura fra le scienze moderne e le chiese. La lettura letterale della pagina biblica della creazione rimaneva esclusiva degli ambienti più fondamentalisti: il creazionismo era una delle loro principali bandiere. La scuola italiana aveva accettato con una certa tranquillità la teoria evoluzionista.

E ora? La riforma Moratti sembra volere imboccare una strada del passato, strada che neppure il Vaticano si sente di percorrere, se non con imbarazzo. Ben altri sono i problemi indotti dalla globalizzazione, con l’islam, ad esempio, alle porte di casa e i cinesi in espansione. Mentre si fa strada sempre più decisamente una lettura delle pagine bibliche che tiene conto delle moderne leggi dell’ermeneutica, anche per quello che riguarda Adamo ed Eva, i nostri progenitori e le scimmie relative.

Speriamo che i credenti cristiani non siano costretti a dover scegliere ancora una volta fra la scienza e la fede. O, meglio, fra la logica e i fondamentalismi cari alla riforma Moratti.


L’articolo di Filippo Gentiloni è stato pubblicato su Il Manifesto, 21 marzo 2004.

I tag per questo articolo: |

Rispondere all'articolo - Ci sono 50 contributi al forum. - Policy sui Forum -
> Moratti cancella Darwin
31 marzo 2004

Naturalmente, secondo questo eminente articolista, anche gli scheletri e le impronte fossili di homo sapiens che avrebbero circa 30.000 anni in piu’ rispetto alla datazione dell’apparizione della razza umana moderna assunta come certa dalla sempre molto discutibile teoria evoluzionistica ( che come il marxismo fu oggetto di revisioni dal proprio stesso redattore consurate da presunti seguaci e collaboratori "piu’ realisti del re") sono invezioni della Moratti! :-) Ma come mai un giornalista di sinistra, e quindi "antropologicamente superiore" (come si inventarono numerosi pseudo-ricercatori-idologi del ’68) non considera come intelligente un esempio di cultura alternativa come quello anti-evoluzionista (che cmq non condivido pienamente)? Ah beh, ovvio: non e’ una idea venuta a qualcuno di sinistra e quindi e’ "antropologicamente inferiore"! Ecco che qui si vede come il termine comunismo sia solo un banale sinonimo di nazismo: entrambi si considerano una razza superiore.
    > Moratti cancella Darwin
    1 aprile 2004

    L’evoluzione è un fatto. Stop. La creazione divina una congettura. Stop. Partiamo dai capisaldi della cultura e poi discutiamo sulle implicazioni morali, politiche, filosofiche e quant’altro. Ma i fatti sono fatti. Nessuno nega che si possa credere alla creazione divina; è un fatto di fede e come tale va rispettato. Ma l’evoluzione delle specie non è una cosa alla quale si crede, è un fatto accertato. Stop. Piantatela di fare rumore, nell’altra stanza; noi qui si lavora.
      > Moratti cancella Darwin
      28 aprile 2004

      e’ un fatto? Questa e’ la tua oppinione e questo si che e’ un fatto.
        > Moratti cancella Darwin
        30 aprile 2004

        Ok, d’accordo. Allora i fossili li hanno portati quelli di Star Trek, le omologie anatomiche sono solo un giochetto di dio per mettere alla prova la nostra fede e il codice universale del DNA è una coincidenza astrale. Già che ci siamo è anche vero che gli antievoluzionisti sono scientifici e che la Moratti era in buona fede.

        Mi piacciono e favole, mi sembra di viverci dentro. Domani quando mi sveglio ci riderò su.

          > Moratti cancella Darwin
          30 aprile 2004

          appunto. Trovami fossili di specie in transizione. Anche il fatto che tutti gli atomi sono uguali dimostra che anche loro si sono evoluti. Ha ha ha ha. Io ci rido su gia’ ora.
          > Moratti cancella Darwin
          30 aprile 2004, di : gigiuzza

          secondo me voi evoluzionisti vi siete vewramente evoluti dalle scimmie. Peccato che il vostro modo banale di rispondere alla mancanza di prove sia tuttora scimmiesco. :-)
            > Moratti cancella Darwin
            30 aprile 2004, di : Ugo Giansiracusa

            Facciamo un parallelo. Quando un certo Galileo disse che la terra si muoveva intorno al sole non aveva nessuna prova di ciò che diceva, la sua era solo una "teoria" e per questo fù imprigionato. Peccato che poi i fatti gli diedero ragione... Altro parallelo, un certo scienziato di nome Einstein... quando fece le sue teorie sulla relatività aveva solo dei calcoli per "provarle"... proprio l’altro giorno hanno mandato in orbita un’apparecchiatura costosissima per provare le sue "teorie" che fino ad oggi sono solo ed esclusivamente tali. Per fortuna capitò in un periodo diverso da Galileo e non fù imprigionato. La storia della sciena è piena di teorie che al momento in cui furono formulate non potevano essere provate. Penso anche a Pastuer che ci insegnò cosa erano i virus ancora prima che si riuscissero a vedere e provare che esistevano poichè non c’erano microscopi abbastanza potenti. Per fortuna l’oscurantismo delle persone che volevano le PROVE non ha mai fermato il progresso.
              > Moratti cancella Darwin
              3 maggio 2004

              Il punto e’ che tutte le teorie sono state dimostrate. Perfino teorie come la relativita’ sono state dimostrate. D’altronde siamo nel 2004 e la tecnica non e’ piu’ un problema. La cosa strana e’ che l’evoluzione non si riesca ancora a dimostrare. Eppure non dovrebbe essere cosi’ difficile. Ma vuoi dirmi che un processo banale come le mutazioni non si possa dimostrare con la tecnica del giorno d’oggi? Ai ai ai. Qui fantasia ci cova. E non nasconderti dietro il dito dell’accusa all’oscurantismo, perche’ cosi’ non ingannate piu’ nessuno.
                > Moratti cancella Darwin
                3 maggio 2004

                Facciamo così: per partecipare a un dibattito bisognerebbe avere delle letture condivise e la conoscenza minima dei fatti. Intendo, una cultura minima, sotto la quale è inutile discutere, perché se io dico "blu" e tu rispondi che i colori sono un’impostura sociale creata ad arte dai comunisti per soggiogare il mondo, allora diventa difficile proseguire. D’accordo? Bene. Consiglierei la lettura di un paio di manuali di biologia, ma mi rendo conto che è troppo faticoso. Non volendo imporre tomi di 1500 pagine, quindi, temo che dovrò chiedere ai signori che qui si oppongono all’evoluzione di leggere dei libri "divulgativi" e di credere a quanto scritto, altrimenti dovremmo tutti essere i massimi esperti di tutto lo scibile e la cosa diventrebbe piuttosto disagevole. Chi scrive ha naturalmente letto anche gli "altri" libri (quelli antievoluzionisti) e li ha trovati risibili e poverelli. Dunque: Eldredge, Ripensare Darwin, Einaudi. Gould, La struttura della teoria dell’evoluzione, Codice (questo è un po’ grossetto). Gould, Quando i cavalli avevano le dita, Feltrinelli. Ghiselin, Il trionfo del metodo darwiniano, il mulino (se lo trovate ancora). Montalenti, L’evoluzione Eri. Continenza, Darwin, Quaderni di "Le Scienze" (breve breve, facile facile). Ce ne sarebbero altre decine da citare, ma se ne leggete anche solo un paio di questi siamo a cavallo. A questi andrebbe aggiunta certo la lista dei libri di Darwin in persona, prima che li mettano all’indice: L’origine delle specie, L’origine dell’uomo, L’espressione delle emozioni e soprattutto l’Autobiografia, istruttiva, se non altro perché fa capire chiaramente come le visioni dei signori che qui si sentono tanto "moderni" - negando l’esistenza di "prove" e di "fossili intermedi" - siano di fatto vecchie di un secolo e mezzo. E battute, sconfitte, finite. Per chi legge l’inglese, infine: Ridley, Evolution, Blackwell (un po’ tecnico, però) e Gee, Deep time, Fourth Estate (da non perdere). Poi, dopo, ne riparliamo.
                  > Moratti cancella Darwin
                  3 maggio 2004

                  spiegami allora perchè molti scienziati non credono piu’ all’evoluzione. Non hanno letto i tuoi tomi? A casa mia ho 2 metri di libri di diritto, e non sarà un problema aggiungere 2 o 3 mila pagine di qualcosa che non siano norme di diritto. Dimmi il titolo e la edizione di quelli che hai letto tu, che lo compro e lo "studio" (non leggo). Altrimenti uno di questi giorni mi reco all’università e mi faccio consigliare qualche bel mattone che tratti solo di queste cose. Non in generale ma solo di evoluzione. Non mi interessano libri divulgativi. Voglio testi universitari. Gli stessi che ha letto Veronesi per intendersi. Comunque mi spieghi perchè Zicchicchi sia creazionista. E’ forse impazzito? Comunque consigliami cosa studiare che siamo pronti. Visto che metti la cosa sul piano di ignoranza.
                    > Moratti cancella Darwin
                    3 maggio 2004

                    2 metri? Un po’ pochino, francamente... Comunque, ok: parti con Ridley (ma come ti dicevo è un po’ tecnico; avrai bisogno di qualche nozione di biologia prima; ad esempio Strachan, Genetica umana molecolare, Utet). Sennò va bene anche Gould, La struttura (ti ci vorrà qualche mese: sono 1400 pagine). Sulla paleontologia, che tanto ti sta a cuore, buttati su Rohmer o Simpson: due classici. In alternativa Raup. Quanto a Zichichi (una sola c per volta, darling), sì, credo sia impazzito, e comunque è un fisico, non un biologo; non è del mestiere. Se è lui il tuo mentore, cambialo, dammi retta. Ci sono due biologi antidarwiniani in Italia (due su qualche migliaio; ci sarà un motivo): Sermonti e Fondi, un microbiologo e un paleoantropologo, ma nessuno dei due dice cose molto diverse da quelle che sostenevano quelli che hanno perso, 150 anni fa. Finiamola qui: quando avrai letto quello che ti ho detto ne riparliamo.
                      > Moratti cancella Darwin
                      4 maggio 2004

                      Ok . Me li studio. Non è un problema per studiare. Anzi, sono argomenti che mi piacciono piu’ del diritto. Su Zichichi non condivido. Comunque sono punti di vista che rispetto. Ci risentiamo se il forum sara’ ancora aperto.
                      > Moratti cancella Darwin
                      4 maggio 2004, di : che te frega

                      2 metri pochino? Ha ha ha. Forse tu non hai mai letto un libro di diritto. Prova prova e cosi’ ti dai una sgasata..... SCIENZIATO.
                        sgasate
                        4 maggio 2004

                        bah, fammi pensare... ho 5 "billy" dell’ikea da 60 cm per 5 scaffali, più una libreria fino al soffitto di 120 cm, credo. Ma la casa è piccola, purtroppo; parecchi scaffali sono in doppia fila. A occhio e croce direi che sono 30 metri lineari, forse qualcosa di più. Ho romanzi, enciclopedie, volumi universitari in varie lingue, una sezione di biblistica (non ci crederai), ma per un buon quarto è scienza. Giurisprudenza poca, in effetti: ma mica te l’ho chiesto io di studiare diritto.
                    > Moratti cancella Darwin
                    27 febbraio 2005, di : uno di passaggio

                    ma vi rendete conto?

                    io sono un anticomunista (al rogo, per tutte le vita che hanno rubato, anche se non uccise) ed un convinto mangiapreti.

                    Ma leggere queste cose mi fa vergognare, credere che la teoria dell’evoluzione sia un’invenzione sovversiva significa veramente darsi del ridicolo, attirarsi gli sberleffi, in questo caso della sinistra, quella che sul problema energetico continua a credere alle favole, quella che sempre creduto ad ogni favola.

                    Ma come si fa oggi, nel XXI secolo ad essere "creazionisti"? Zichichi creazionista? Mi sembra impossibile, ma se fosse allora saremmo messi male. Io che con tutto il cuore ho sempre sognato il futuro e mi sentivo inadeguato persino agli isterismi ed alle follie del mio tempo (basti pensare alle autovetture odierne: per spostare 80kg di carne muovi 1500 kg di ferraglia), mi vedrei addirittura catapultato nel medioevo.

                    E’ drammatico pensare che la societa’ americana, che per me e’ il massimo ideale di futuro (e’ proprio della loro cultura non rimuginare su odi secolari) sia ostaggio di fanatismi, peggio dei talebani.

                    SPERO, come gia’ accaduto troppe volte nel passato, che si tratti dell’ennesimo polverone creato dai sinistri per far caciara e ridicolizzare l’operato di un governo a loro contrario, giocando su equivoci.

                    E di un equivoco pare trattarsi, dato che la Moratti ha precisato che moltissimi degli insegnamenti non elencati non e’ vietato ma solo non obbligatorio. Un equivoco che cmq mi lascia stranito, dato che un caposaldo della moderna scienza dovrebbe essere obbligatorio.

                    Che libri studiare? Cerca con google i testi universitari che desideri e comprane due tre, quattro, per avere una pluralita’ di fonti. Gia’ chiedere come stai facendo, ignorando bellamente l’esistenza di google e di biblioteche ed emeroteche virtuali mostra che vuoi solo far polemica.

                    PS: dell’acceso riferimento al medioevo ed alle mie convinzioni so che non frega niente a nessuno, ma e’ che sento con tutta l’anima ed ho sentito negli anni scorsi pesantemente su di me, l’arretratezza del nostro stato della nostra "cultura". Notizie come questa, ed incompetenti opinionisti capaci di sostenere che 2+2 fa 5 mi uccide.

                > Moratti cancella Darwin
                11 ottobre 2004

                Credo che dovresti informarti un po’ meglio su ciò che è stato o non è stato dimostrato... E sui "dietrofront" che sono stati fatti dalla chiesa ad ogni nuova scoperta scientifica. Magari rideresti di meno ma impareresti di più ;)
            > Moratti cancella Darwin
            22 giugno 2006, di : Pescenaufrago

            Prove (da wikipedia)

            Oggi l’evoluzione è considerata, dalla stragrande maggioranza dei biologi, un "fatto" supportato da una mole impressionante di prove di varia natura. Si tratta, perlomeno sino ad oggi, della migliore spiegazione razionale (quindi criticabile e modificabile) della diversità dei viventi.

            Prove paleontologiche Evoluzione di ammoniti Mercaticeratinae (Hildoceratidae). Le conchiglie si sono modificate nel tempo per realizzare maggiore idrodinamicità; esempio di adattamento funzionale. (Tratto da Venturi e Rossi, 2003, libro sul M. Subasio, Umbria)

            Evoluzione di ammoniti Mercaticeratinae (Hildoceratidae). Le conchiglie si sono modificate nel tempo per realizzare maggiore idrodinamicità; esempio di adattamento funzionale. (Tratto da Venturi e Rossi, 2003, libro sul M. Subasio, Umbria)

            I dati della Paleontologia mostrano non solo che gli organismi fossili erano diversi da quelli attuali, ma anche che man mano che andiamo indietro nel tempo le differenze con gli organismi viventi sono maggiori.

            Ad esempio, fossili abbastanza recenti possono essere attribuiti generalmente a generi attuali, mentre quelli man mano più antichi sono sempre più diversi e sono attribuibili ad altri generi; permangono talora caratteristiche di base, per cui possono essere spesso attribuiti agli stessi gruppi tassonomici di ordine elevato attuali. Ciò si accorda bene con l’ipotesi generale, che, arretrando nel tempo, ci avviciniamo alla radice dell’albero filogenetico.

            La paleontologia mostra prove concrete dell’evoluzione, quando i fossili sono trovati nelle successioni stratigrafiche sedimentarie in abbondanza, laddove è rispettato il principio fondamentale geologico della sovrapposizione; una testimonianza significativa è quella degli ammoniti Hildoceratidi del Lias superiore (Giurassico) nell’Appennino umbro - marchigiano, che mostra passaggi tra genere e genere.

            Qui, all’interno dell’unità litostratigrafica di origine marina del Rosso Ammonitico, è stata studiata una serie fossile raccogliendo varie centinaia di campioni, strato per strato, dimostrando che si è avuto un adattamento funzionale verso una sempre maggiore idrodinamicità, e giustificando l’idea darwiniana della selezione naturale. Questa evoluzione è da considerare simpatrica perché i suoi documenti sono presenti esclusivamente nell’area tetidea mediterranea. Per altro esiste una grande variabilità all’interno dei vari generi qui figurati; dal basso Praemercaticeras, più antico, poi Pseudomercaticeras, Mercaticeras e Merlaites.

            Naturalmente sono conosciute serie evolutive fossili di altri organismi animali, vertebrati e invertebrati. I fossili dentro le rocce sedimentarie marine sono diffusi in tutte le parte del mondo e permettono indagini stratigrafiche molto dettagliate.

            Prove biogeografiche

            La distribuzione geografica delle specie viventi, anche alla luce delle conoscenze sulla deriva dei continenti, ben si accorda con l’evoluzione organica. L’enorme varietà di adattamenti dei Marsupiali australiani, ad esempio, può essere spiegata col fatto che la separazione dell’Australia dagli altri continenti precede la comparsa degli Euteri, per cui i Marsupiali terrestri australiani hanno potuto adattarsi a nicchie ecologiche per cui non dovevano competere con altri ordini di Mammiferi.

            Anche la presenza di grossi Uccelli non volatori in grandi isole porta alle medesime conclusioni. Infatti, visto che esse erano già separate dai continenti alla comparsa degli omeotermi, solo gli Uccelli hanno potuto raggiungerle ed occupare nicchie terrestri solitamente occupate da Mammiferi.

            Alle prove biogeografiche si possono aggiungere quelle paleobiogeografiche. la paleobiogeografia si occupa della posizione paleogeografica dei fossili, a partire da quella geografica attuale. L’argomento ha enorme importanza quando i fossili sono molto antichi (per es. quelli del Paleozoico e del Mesozoico), e talora danno indizi di speciazione allopatrica per migrazione. Tali studi, ancora poco sviluppati, devono essere eseguiti con il concorso della Biostratigrafia; in tal caso possono dare risultati eccezionali. un caso diverso è quello della presenza degli stessi fossili in aree oggi separate; Sudamerica e Africa infatti presentano in successioni rocciose simili, di origine continentale, fossili di rettili Sinapsidi simili del Permiano, 250 milioni di anni fa, a testimoniare che i due continenti erano uniti nel supercontinente Gondwana in quel lontano periodo.

            Prove matematico/informatiche

            Gli algoritmi genetici sono delle metaeuristiche per la ricerca della soluzione ottima di un problema basate sulla logica del modello evoluzionistico. Studiando questo metodo si è visto come, partendo dalle ipotesi del modello evoluzionistico, si può arrivare all’evoluzione di più specie.

            Sono stati realizzati molti programmi per computer che simulano un ecosistema per diversi scopi (divertimento, studio dei meccanismi evolutivi naturali, studio degli algoritmi genetici). Anche questi hanno dimostrato la plausibilità del modello evoluzionistico.

            Come si è detto chiaramente, né la matematica né l’informatica provano che sia andata così ma solamente che è possibile che sia andata così, ovvero che il modello evoluzionistico non contiene difetti logici.

    > Moratti cancella Darwin
    20 aprile 2004, di : Stefania

    Ci mancherebbe che da destra non si passasse dalla discussione dei fatti all’insulto politico verso le persone....ormai ci siamo troppo abituati. Insegnamo ai nostri figli che ci ha creati il Dio dei cattolici e che nessuno ha mai avuto dei dubbi. Saranno sicuramente uomini migliori.
      > Moratti cancella Darwin
      22 aprile 2004, di : Barbarella

      Basta con teorie sull’evoluzione! Non vi accorgete che negli ultimi anni stimo percorrendo un processo di INVOLUZIONE?! la legge in questione ne è un’esempio lampante! ... prepaiamoci: tra poco cammineremo a quattro zampe!
      > Moratti cancella Darwin
      3 maggio 2004

      ha ha ha. Insegnamoli invece che ci siamo autocostruiti e che siamo frutto della competizione, cosi’ saranno piu buoni...
        > Moratti cancella Darwin
        6 maggio 2004

        basterebbe insegnare loro la grammatica. Roba da matti, "insegnamoli"...
    > Moratti cancella Darwin
    27 aprile 2004, di : elisa

    ma icche’ centra il comunismo con Darwin....(sono di firenze) Fortunatamente la scienze non è un’opinione. "Già che ci siamo potremmo togliere anche la storia, che ci importa di cosa hanno fatto i romani 2000 anni fa......" Direi di cancellare anche la letteratura, ma chi era questo Dante? Non ci interessano di certo le novelle del Boccaccio..... E la matematica? Quando mai userò il teorema di pitagora nella vita..... Non parliamo poi della filosofia.... Di questo passo invece che aumentare gli anni di scuola obbligatoria dovranno per forza essere ridotti, che cosa ci rimarrà da studiare?????? La grande cultura televisiva?
      E’ falso... come al solito
      28 aprile 2004

      L’insegnamento delle teorie di Darwin sarà assicurato sin dalle elementari. Lo dice, in una nota, il ministro dell’Istruzione e dell’Università e della Ricerca, Letizia Moratti, che ha nominato una Commissione presieduta da dal premio Nobel Rita Levi Montalcini che lavorerà per dare precise indicazioni in merito. In risposta alle polemiche dei giorni scorsi scatenate dall’abolizione dell’insegnamento delle teorie evoluzionistiche il ministro Moratti sostiene che: "Non corrisponde assolutamente a verità che il ministero abbia escluso dall’insegnamento nella scuola primaria di primo e secondo grado le teorie evoluzionistiche. La discussione delle teorie darwiniane, fondamento della moderna scienza biologica, è assicurata nella formazione di tutti i ragazzi dai 6 ai 18 anni, secondo criteri didattici graduali"

      "Voglio ribadire - ha proseguito il ministro - che obiettivo principale della riforma della scuola è proprio quello di creare coscienze libere, sviluppando il senso critico degli allievi sin dai primi anni del percorso scolastico". "Proprio per rafforzare questi principi - sottolinea il ministro - nel merito specifico dell’insegnamento delle teorie dell’evoluzione, ho nominato oggi una Commissione di studio che lavorerà con me per dare precise indicazioni che costituiranno la base di tutti i percorsi educativi".

      La Commissione è presieduta da Rita Levi Montalcini, senatore a vita e premio Nobel per la medicina, ed è composta da Carlo Rubbia, Nobel per la fisica, Roberto Colombo, professore di Neurobiologia e genetica all’università cattolica Sacro Cuore di Milano e Vittorio Sgaramella, professore di Biologia molecolare all’università della Calabria.

        > E’ falso... come al solito
        29 aprile 2004, di : G

        Marco, Marco...

        Che fai, propaganda anche su altri siti?

        Quanto ti paga il partito?

        :-P

        > E’ falso... come al solito
        25 giugno 2004

        ...e rimane una teoria, solo una teoria... bye
        > E’ falso... come al solito
        4 luglio 2004, di : Studente perplesso...ma rincuorato!

        Meno male...mi ero spaventato! Levare dal programma la teoria darwiniana...bha! Vabbene discuterne, avrà anche delle falle (oggi si discute persino sulla relatività...) ma per togliela dall’insegnamanto ce ne vuole!

        Sarei curioso invece se mettessero a confronto nei programmi le due teorie (evoluzionista e creazionista)...sarebbe interessante! In effetti quando ho studiato Darwin (l’anno scorso: ho 17 anni) non credevo che resistessero ancora posizioni creazioniste al giorno d’oggi, ne che la teoria dell’evoluzione presentasse delle falle...

        Cmq speriamo bene...altri due anni di danni da parte di questo governo e poi A CASA! ...resistere, resistere, resistere...

    > Moratti cancella Darwin
    15 marzo 2005

    non esiste effettiva censura sul web, ma questo tipo ne avrebbe veramente bisogno! il cervello nella candeggina
> Moratti cancella Darwin
12 aprile 2004, di : Lion |||||| Sito Web: Moratti cancella Darwin

Quando ho appreso che la riforma Moratti avrebbe compreso la cancellazione di Darwin dai libri di testo...non potevo crederci! L’evoluzione nel mondo animale e nel mondo umano è un dato di fatto (più branche delle scienze forniscono prove attendibili.....quanti documentari, da Quark a Gaia, sono stati prodotti e non certo su fandonie o pura fantasia); la creazione divina è un atto di fede e ricordiamo che le Sacre Scritture vanno interpretate non solo prese alla lettera ...altrimenti perchè non mettere al bando anche Galileo Galilei, tanto discusso al suo tempo perchè dichiarava una realtà astronomica diversa rispetto a ciò che la religione cristiana insegnava?). Non credo che le due cose siano inconciliabili! Altra cosa allarmante....la scuola italiana stà sempre più promuovendo l’ignoranza più che la cultura ed il sapere: tolti gli esami di recupero a settembre, riformata l’università creando il 3 + 2 che rischia di formare una quantità infinita di professioni indefinibili......riduciamo anche i programmi scolastici togliendo "pezzi fondamentali" di sapere ed il gioco è fatto: avremo più diplomati, più laureati ma che sapranno meno della metà di quelli di 10 o 20 anni fa. Il mio lavoro mi porta a contatto spesso e volentieri con gli studenti ed il mondo della scuola...credetemi non parlo a vanvera! Saluti.
    > Moratti cancella Darwin
    28 aprile 2004, di : meo

    non si può rispondere ad un atto di fede nel creazionismo con un atto di fede in una teoria che, quando si va a studiare nel microscopico, non dà conferme se non agli oppositori. Anzichè pensare ai disegnini di Gaia, pensiamo a rendere la teoria compatibile con gli studi più recenti, ed a renderla seria. A parte questo, per ora la teoria imperante è questa e quindi è giusto che venga insegnata nelle scuole. Ma con i pregi ed i difetti.
> Moratti cancella Darwin
20 aprile 2004, di : cippo

Penso che i più indignati,oltre agli scienziati,debbano essere i Cattolici. Questa censura infatti rende vani gli sforzi di imminenti teologhi che erano riusciti a conciliare con la dottrina cristiana la teoria di Darwin.

Comunque mi sembra ridicolo ridurre Dio a semplice creatore del tutto, considerandolo da un punto di vista così materiale: se Dio c’è è molto di più del semplice creatore a cui l hanno abbassato, per fortuna di solito non si offende, almeno speriamo,....

mi scuso per sintassi e errori

> Moratti cancella Darwin
28 aprile 2004, di : gianni

lasciamo da parte la religione e stiamo sulla scienza. L’evoluzione non è assolutamente dimostrata. I reperti fossili addirittura la smentiscono. Credere per forza all’evoluzione è una "fede" della scienza. Perchè una cosa sia scientifica deve essere dimostrata. L’evoluzione non lo è! Mi sembrate un po’ come quelli che sostenevano che la terra fosse al centro dell’universo. O forse qualcuno ha paura di perdere la sedia? Il fatto e’ che ci sono miriadi di studiosi pagati dallo stato per queste ricerche, miriadi di professori che prendono la paga insegnando queste cose. Riconoscere l’invenzione dellìevoluzione è come dire: andate a lavorare che è ora!! Certo che non piace :-)
    > Moratti cancella Darwin
    28 aprile 2004, di : anna

    sono laureata in biologia. La cosa che mi ha sorpreso quando ho stidiato l’evoluzione è che a livello genetico la cosa non era assolutamente dimostrata. Anzi, i dati a favore dell’evoluzione potevano molto piu facilmente essere intrepretati al contrario. Dirò anzi che interpretarli a favore dell’evoluzione mi sembrava una forzatura. Sono rimasta sconcertata quando ho scoperto che a favore di questa teoria non c’era nulla di piu’ di quello che studia un ragazzino alle medie. Ma è possibile una cosa cosi’? Allora capivo lo scoramento di chi nel passato sosteneva che la terra era tonda e tutti lo deridevano. Non mi andava piu’ di studiarla. Ma non avevo coraggio di farlo notare al professore. Un giorno scoprii che anche il prof non era convinto. Poi ho fatto delle ricerche ed ho scoperto che ci sono moltissimi scienziati che non ci credono piu’. Ma devono fingere per motivi di lavoro e prestigio. Tutto qua.
      > Moratti cancella Darwin
      28 aprile 2004, di : Ugo Giansiracusa

      Questa è veramente sorprendente. E allora tutti i fossili che sono stati trovati cosa sono? Tutte le specie animali che non sono arrivate fino ai giorni nostri si sono tutti suicidate? L’uomo di neanderthal (o come si scrive) e quello di cromagnon (o come si scrive) non sraebbero "prove" che nel tempo ci sono state delle modificazioni delle specie? Il fatto che si può osservare un adattamento delle specie con vita breve (tipo la falena che diventa nera per mimetizzarsi nello smog) sono solo favole? E l’evoluzione delle malattie? Il virus dell’influenza che ogni anno si trasforma e diventa qualcosa di nuovo lo fa solo per far vendere nuovi vaccini alle case farmaceutiche? O il fatto che ogni noi uomini abbiamo creato animali adatti alle nostre esigenze non è una prova che l’evoluzione esiste e che la si può controllare (cani, mucche, piante)? Rimango veramente basito. E comunque allora vorrei una teoria migliore di quella dell’evoluzione, per favore, se siete scenziati dovreste averla. E certo non quella di Dio che crea il mondo in sei giorni e il settimo si riposa...
        > Moratti cancella Darwin
        28 aprile 2004, di : meo

        parliamo di probabilità delle modificazioni genetiche in tono scientifico, di sezioni d’urto di collisioni tra i raggi cosmici e le radiazioni ambientali con gli elettroni che compongono il nostro DNA. Modificare un virus è facilissimo quanto ucciderlo, vista la struttura a singola elica del suo DNA: una piccola falla si ripristina in modo sbagliato e via. La doppia elica dell’uomo è ben più difficile da modificare: una falla viene riempita seguendo ciò che dice la seconda elica. credo che ci sia un’evoluzione dall’australopiteco a noi, ma quanto ad essere nato da un’ameba nel giro di un miliardo di anni... credo sia piuttosto improbabile.... Questo in termini di Fisica! Sul fatto che non ci sia una teoria concorrente sono d’accordo, ma il fatto è che l’uomo non può non pensare ad una teoria evoluzionista, se vuole evitare il creazionismo. semplicemente non ha quasi scelta, se non studiare, approfondire ed eventualmente modificare (come è stato fatto, per fortuna!) il darwinismo
        > Moratti cancella Darwin
        29 aprile 2004, di : anna

        Appunto, trovami un fossile intermedio tra una specie e l’altra. Non ce né neanche uno. Per esempio abbiamo milioni di fossili di trilobiti. Non ne abbiamo neanche uno di un quasi-trilobite. Nessun fossile mostra arti in formazione. Ma tutti sono straordinariamente completi e … molto complessi. Strano per un’evoluzione. Non un fossile di un pre-scorpione, eppure abbiamo migliaia di fossili di scorpioni. L’uomo di neanderthal mostra chiaramente che ci sono modificazioni all’interno della stessa specie e non in un’altra. E questa è un’ulteriore conferma, il fatto appunto che i cambiamenti rimangano sempre nella stessa specie. Per quanto riguarda la Biston Betularia (falena), questa è addirittura una prova contraria all’evoluzione. Non abbiamo una specie nuova ma solo una perdita di una specie, quella bianca. Dimostra chiaramente che le cose lasciate al caso tendono a distruggere le specie e a degradarle, e questo in perfetta sintonia con la seconda legge della termodinamica. La scomparsa di una specie si chiama involuzione non evoluzione. E la creazione di animali da parte nostra dimostra ancora una volta che le mucche modificate sono rimaste mucche. Non riuscirai mai e poi mai a creare una specie del tutto nuova. Ed è logico visto che l’evoluzione è solo una teoria. Per quanto riguarda una teoria migliore io non ce l’ho. Ma non è che in mancanza mi accontento di qualcosa di sbagliato. Strano modo di vedere la scienza. Mi chiedo, ma volete veramente scoprire la scienza o volete solo confermare le vostre opinioni?
          > Moratti cancella Darwin
          25 maggio 2004

          Condivido quasi pienamente, pur avendo poche informazioni. Ma il dibattito sulla teoria evoluzionista, pur essendo prevalentemente teorico, se non tutto, fa’ comunque parte del bagaglio culturale contemporaneo, ed e’ del tutto insensato e inopportuno privare i nuovi alunni di tale conoscenza. Darwin e’ esistito, ha formulato diverse teorie e ha provato a rispondere e risolvere molti dei problemi allora dibattuti, proprio come e’ esistito Gesu’e ha con lui tracinato milioni di fedeli. Pur essendoci accorti che molto rimane ancora prima di risolvere, se mai sara’ possibile, le contraddizioni tra scienza e religione, ritengo che siano comunque entrambi da non sottovalutare. Un ministro della pubblica istruzione quali la Moratti, non puo’ , poichè non ne ha il diritto, cancellare la teoria evoluzionista. La sua credo sia stata una mossa ingenua, perchè sottovalutando tale teoria equivale in primo luogo ad affermare che gran parte degli studi effettuati nel corso del 900 siano stati inutili perche analizzati da un punto di vista e di sviluppo evoluzionista. Nel 2030 cos’ accadra??? Non si studiera’ più la filosofia perchè tanto sono solo chiacchiere?
          > Moratti cancella Darwin
          3 settembre 2004, di : Domineater

          senza ricorrere all’inseminazione artificiale, fai accoppiare un rottweiler con una chihuahua, poi dimmi se sono compatibili
      > Moratti cancella Darwin
      28 aprile 2004, di : Pier Francesco Fazzini

      La Teoria dell’evoluzione, almeno per come la ho recepita io nelle mia carriera di studente, e’ per l’appunto una teoria.

      Essendo di formazione fisico non me la sento di intervenire a favore o a sfavore delle eventuali prove sperimentali che avvallerebbero la teoria stessa (ho solo vaghi ricordi di quello che ho studiato, male, al Liceo). Mi permetto pero’ di fare un piccolo appunto su come questa eventuale carenza e’ stata affrontata dall’attuale ministro. Nel caso in cui una teoria creazionista effettivamente esista (non lo dico con tono polemico; la mia ignoranza in materia mi permette solo di supporre) andrebbe presentata parallelamente all’altra, e andrebbe posto all’attenzione dello studente che nessuna delle teorie e’ al momento quella uffcialmente accettata perche’ non ci sono prove scentifiche necessarie a smentire l’una o l’altra. Se al contrario la creazione divina non e’ formulabile in termini di teoria scientifica da anteporre ad una teoria evoluzionista, allora che si ponga l’accento nei programmi sull’eventuale carattere provvisorio e sui problemi ancora irrisolti che essa presenta.

      Questo sarebbe anche un ottimo pretesto per introdurre lo studente alle interessanti problematiche del metodo scentifico e per sensibilizzarlo a problematiche ancora aperte allontanandolo una volta tanto dal rischio di percepire la scienza come nozionismo.

      Se qualche dubbio va effettivamente insinuato (e qui lascio la parola agli esperti) be allora lo si faccia, ma la censura non e’ mai un utile strumento di conoscenza, soprattutto in ambito scientifico.

    > Moratti cancella Darwin
    29 aprile 2004, di : G

    Sentir parlare, nel 2004, di _teoria_ dell’evoluzione e’ quasi come (per riallacciarsi al tuo post) sostenere che anche la terra sferica e’ una teoria.

    Distinguiamo, per favore, i fatti dalle teorie. L’evoluzione e’ un FATTO, che ti piaccia o no.

    Rimane da spiegarlo, ’sto fatto, e qui arrivano le teorie: Lamarck, Darwin, piu’ di recente Dawkins e Gould.

    _Nessuno_ che metta in dubbio il fatto (nessuno studioso, intendo), anche perche’ compito della scienza e’ fornire spiegazioni ai fatti, non inventarsi teorie sul _nulla_.

    Tralascio le farneticazioni sui posti, perche’ si dovrebbe rispondere, allora, che a quelle sedie ambiscono i creazionisti, oppure i terrapiattisti, e mi pare francamente un affronto all’intelligenza dei lettori.

    Bye,

      > Moratti cancella Darwin
      30 aprile 2004, di : gianni

      E allora facciamo un discorso scientifico. Dici che e’ un fatto, e allora portami le prove. Non mi interessano le elucubrazioni mentali di scienziati sessualmente insoddisfatti. Portami prove schiaccianti e che resistano alla interpretazione contraria. Ma fin che non hai prove non puoi parlare di fatto. L’unico fatto che osservo è l’arroganza di chi a tutti i costi vuole sostenere una teoria puramente inventata. Una teoria senza alcuna prova è pura invenzione. E questa è scienza.
        > Moratti cancella Darwin
        30 aprile 2004, di : G

        Cosa e’ un "fatto" per la scienza?

        IMHO, una serie di osservazioni che portano tutte ad un unico risultato.

        Credo che tu non metta in dubbio il _fatto_ che un oggetto pesante, se sollevato e lasciato libero, cade per terra.

        Ecco, questo _fatto_ accade sempre, invariabilmente, se tu non intervieni in qualche modo.

        Per spiegare il _perche’_ di questo fatto, Newton ha _teorizzato_ l’esistenza della gravita’.

        Torniamo a noi. Vuoi le _prove_ che l’evoluzione e’ un fatto? Esistono numerose osservazioni che confortano l’idea che tutti gli esseri viventi, sulla terra, provengono da antenati comuni. Ne citero’ alcune, scusandomi se molte altre le tralascio.

        - TUTTI gli esseri viventi hanno (che caso strano) una struttura cellulare, mono- o pluri-.

        - TUTTE le cellule di TUTTI gli esseri viventi utilizzano (coincidenza?) gli stessi 20 aminoacidi per costruire i loro mattoni fondamentali, le proteine. Caso ancora piu’ strano (un’altra coincidenza?), tali aminoacidi sono tutti LEVOGIRI. Se tu non lo sapessi, ogni molecola puo’ esistere nelle due forme Destrogira e levogira. A te spiegare la coincidenza del fatto che la destrogira non e’ MAI presente nelle proteine.

        - Non ci crederai, ma il codice che codifica per le informazioni di TUTTI gli esseri viventi e’ IDENTICO, e si basa (che coincidenza, eh?) su QUATTRO sole basi azotate (piu’ una per l’RNA).

        - Esistono _strane_ coincidenze sulla conformazione di numerosi apparati scheletrici, che possono farci pensare che dai dinosauri sono discesi gli uccelli e i mammiferi: le ossa del bacino, degli arti, e cosi’ via. Un caso anche questo, che vuoi che sia?

        - Il DNA di esseri _simili_ e’ (casuale! Casuale!) molto simile: uno scimpanze’ ha piu’ del 99% dei suoi geni in comune con l’uomo.

        E mi fermo qui.

        Adesso, pero’, vorrei da te una altrettanto lunga serie di _prove_ (astenersi atti di fede e tirate in ballo di Dio/dèi) che l’evoluzione non sia un fatto.

        Gracias,

          > Moratti cancella Darwin
          30 aprile 2004, di : gianni

          ti rispondo punto per punto > tutto cio’ che vedi e fatto di atomi (non per questo il martello e la mosca hanno origini comuni)

          >Tutto cio che vedi e composto di solo un centinaio di atomi. Caso "incredibile per essere un caso" sono tutti levogiri. E qua mi spieghi come fa dal brodo primordiale pescare a caso una combinazione di soli levogiri. Che caso....

          >qualsiasi cosa tu veda è fatto di soli 3 componenti elettroni protoni neutroni, ma non credo che l’oro sia l’evoluzione dell’idrogeno.

          >l’atomo del ferro e’ identico a quello che si trova nei quasar eppure non proviene da loro. E non tirarmi fuori cose come il big-bang che è stato smentito da molti scienziati ormai... Spiegami piuttosto da dove deriva l’enorme complessita’ delle penne degli uccelli. Dalle scaglie? Dai...facciamo i seri.

          >Lo scimpanze’ utilizza gli stessi elettroni protoni ecc del mio pc. QUesto significa che uno deriva dall’altro!!. E se no come lo spieghi che hanno le stesse mattonelle? Mi fermo qui ma potrei scrivere 100 pagine. Le similitudini che hai descritto non dimostrano un bel nulla. Se ci metti che tutto l’universo è fatto delle stesse particelle.... Anzi, dimostrano la forte improbabilita’ del caso. Tu caso mai trovami un fossile in transizione e ti pago da bere. Me ne basta uno solo. Non se... un pre-trilobito

            > Moratti cancella Darwin
            30 aprile 2004, di : G

            Bene, tutto e’ fatto di atomi. Si parte bene, da un dato di fatto.

            La tua seconda affermazione e’ un po’ meno vera: gli atomi che costituiscono la materia sono meno di 100 (gli altri sono elementi _artificiali_, con vita spesso di pochi microsecondi). Poi parti sul falso andante: gli atomi NON possono essere levogiri :-). Inoltre, dal brodo primordiale (una delle _teorie_ sulla nascita delle vita, non un _fatto_, bada bene, eh?) possono essersi formate sia molecole destrogire che molecole levogire. il _caso_ ha selezionato una aggregazione di levogire. Puo’ succedere...

            Terza affermazione: falsa. Intanto i componenti sono molti di piu’, ma cio’ e’ poco importante. Quello che viene dopo, invece, lo e’. Sai come funziona una stella? Proprio come NON credi che posssa funzionare! Cioe’, trasforma i suoi atomi da idrogeno ad elio, da elio a litio, da litio a berillio.... su su (di peso) fino al ferro. E -non ci crederai mai, lo so- son proprio gli stessi atomi :-P

            Quarta affermazione: e chi lo vuole affermare? Anche tu sei d’accordo che Fe e’ Fe sia qui che su Aldebaran, no? Bene. Forse tu vuoi dirci che _qualcuno_ ha _creato_ Fe qui e su Aldebaran? Benissimo. Allora, _provalo_. Altrimenti, rimane buona la _teoria_ del Big bang, che ha di buono, rispetto al creazionismo, di avere i crismi della falsificabilita’ popperiana, quindi della _teoria scientifica_, oltre che spiegare la presenza degli _stessi_ atomi in tutto l’universo. Sulle penne degli uccelli, puoi leggere qua: http://digilander.libero.it/summagallicana/Volume1/origine.htm Altrimenti, proponi una teoria falsificabile differente tu, no?

            Sullo scimpanze’ e l’uomo non ti ho capito (mi chiedo perche’ non hai fatto l’esempio dell’uomo e del cerchione della ruota...).

            Sui fossili di transizione, basta avere gli occhi e la mente aperti per _vederli_. Esistono. Non ti chiedo di fidarti, ma di vedere...

            Ola,

              > Moratti cancella Darwin
              2 maggio 2004, di : gianni

              ciao :-) Ti rispondo punto su punto Lo so che sono meno di cento gli atomi. Il plutonio ha 94. Basta guardare una tavola periodica. Lo so benissimo che ci sono altri elementi, i quark , mesoni pioni neutrini e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. Non ci vuole tanto per sapere queste cose. Un buon libro di chimica e via. Con levogiri non intendevo gli atomi ma gli am. Il fatto dell’aggregazione di solo levogiri non succede. Difatti la probabilita’ di un evento del genero è di 1 su 10 elevato alla 250. Difatti questo è uno dei punti deboli dell’evoluzione, ammesso tranquillamente dagli scienziati. (L’ultimo ha ribadirlo Veronesi. Leggi su la repubblica. Ha ammesso che ci sono molti punti deboli sull’evoluzione). E non credere che possa verificarsi. E’ mille volte piu’ probabile che in questo momento il tuo computer esploda provocando 100 morti. Inteso? Ed è proprio questo uno dei cavalli di battaglia che relegano l’evoluzione tra le fantasie. Mi chiedi come funziona una stella? Va be’, anche qui un libro di astronomia te lo dice chiaro. Una correzione invece devo fartela. La stella non fonde gli atomi fino al ferro. Prendi la tavola periodica. Inizialmente fonde idrogeni in elii. Poi fonde elii con elii producendo berilli, elii con idrogeni producendo litii con con altro elio fanno boro e insomma varie combinazioni fino al carbonio. Qui la situazione cambia. La stella diventa instabile e se è grossa scoppia in una supernovae. Qui, in questo momento, si formano per compressione meccanica calore e radiazioni tutti gli altri elementi. La teoria del big-bang ormai fa acqua da tutte le parti. Se compri qualche libro di astronomia, lo dice chiaro, sulle ultime scoperte dei radiotelescopi. E sui fossili in transizione dici un’altra bufala. E questo e’ un altro punto oscuro e lacunoso dell’evoluzione tranquillamente ammesso dagli scienziati. Proprio su queste gravi lacune giocano gli antievoluzionisti. Invece di dire che ci sono facevi meglio ad ammettere come fanno gli altri scienziati. Il fatto e’ che darwin alla fine della sua vita lo scrisse. Disse che purtroppo non aveva mai trovato i fossili di transizione, ma questa lacuna sarebbe stata colmata. Be’, sono passati 150 anni ma di fossili in transizione non ve ne’ neanche uno. Un libro di geologia e storia della terra (che in casa fa’ sempre bella figura insieme a quello di astronomia e di chimica) te lo dice chiaramente. Ti do un consiglio. Comprati qualche libro sull’evoluzione che in libreria ce ne sono parecchi. Studia. Ti accorgerai davvero che l’evoluzione e’ tutt’altro che un fatto. A distanza di 150 anni dalla sua “ideazione” questa teoria non ha mai superato la fase di teoria. Anzi, fa sempre piu’ acqua e il fatto che esista questo forum te lo dimostra. Stop. Nessuno si sognerebbe di fare un forum sul fatto che la terra è tonda. Non ti porto altre dimostrazioni. Le troverai tu quando ti metterai a studiare l’evoluzione. Auguri :-)
                > Moratti cancella Darwin
                3 maggio 2004, di : G

                Salve.

                Iniziamo dal dire che essendo un biologo (un neurobiologo, per la precisione) come formazione, mi sento assai ferrato sia nel metodo sperimentale che nello specifico della questione evoluzione.

                Di libri sull’argomento ne ho letti parecchi, non ti preoccupare :-P

                Ribadisco un fatto che mi pare importante: e’ a mio parere sbagliato parlare (come fai tu) di teoria dell’evoluzione di Darwin. Darwin (tra l’altro uno di destra, razzista della prima ora) si e’ limitato a fornire spiegazioni ad osservazioni _scientifiche_ che lui ed altri prima di lui (Lamarck, Wallace...) avevan fatto.

                TU mi pare voglia confutare tali osservazioni non nel merito, ne’ nel metodo, ma aprioristicamente, senza portare NESSUNA ipotesi alternativa (almeno, per adesso non si e’ capito chiaramente come tu la pensi: sei creazionista? Dillo, ne possiamo parlare ;->).

                Ti viene mostrata la luna e guardi il dito: "I fossili di transizione! Datemene uno!".

                Ma non ti bastano i FOSSILI tout court? Come spieghi che in strati geologici antichi si trovano solo specie di animali adesso estinte, e non altre? Come spieghi che i paleontologi, se hanno una datazione certa di uno strato geologico, possono PREDIRE quali animali e piante si potranno trovare fossilizzati la’ dentro? Magia? Direi solo buon senso, osservazione, mente aperta.

                La vita sulla terra e’ apparsa circa 3,5 MILIARDI di anni fa. COME ci sia apparsa e’ oggetto di discussione (autogenerazione casuale nel brodo primordiale, inseminazione cometaria... Dio? Per l’ultima ipotesi si lascia la scienza e si passa alla fede, sei libero di cerderci, ma NON e’ dimostrabile scientificamente, quindi NON e’ questionabile in questa sede).

                I fossili che si ritrovano seguono casualmente (?!!) un percorso evolutivo predicibile, dagli organismi piu’ semplici a quelli piu’ complessi.

                Ora, tu puoi anche dire che la teoria della selezione naturale e’ una cavolata, ma NON puoi negare l’evoluzione degli organismi viventi. O, meglio, lo puoi fare, ma devi enunciare una teoria differente, che spieghi i fossili (NON quelli che piacciono tanto a te, quelli NORMALI!), e la scala di progressivo mutamento e complicazione che i fossili son li’ a testimoniare.

                Pregasi astenersi con formule tipo: "La datazione con C14 e’ inesatta!"

                Cribbio: chiedo solo una teoria _Scientifica_ alternativa. E’ troppo?

                Saluti,

                G

                  > Moratti cancella Darwin
                  3 maggio 2004, di : gianni

                  Un neurobiologo? Bene. Logicamente conosci meglio di me’ il problema, visto che sono laureato in giurisprudenza. :-) E’ vero che io confuto una teoria ma non porto nulla in cambio. (per forma mentis, sono abituato a smontare l’accusa, non a trovare un’altro colpevole). :-) Battuta a parte, trovo un motivo debole il fatto che una teoria stia in piedi solo perche’ non ve ne’ una di migliore! Una teoria deve passare il vaglio con le sue gambe. Non posso dire "tizio è colpevole perchè era l’unico sul posto del delitto" se poi tizio ha prove della sua innocenza, perche (esempio) aveva assunto un potente barbiturico e la perizia medica lo dimostra. Un’ipotesi deve stare in piedi da sola, e non solo perche’ manca l’alternativa. E non e’ detto che si trovi per forza un’alternativa. Forse non ci sarà mai. Se sono creazionista? Diciamo che sono possibilista. Non mi scandalizzo se c’è stata la creazione. Questa non si potrà dimostrare, ma neanche confutare. L’evoluzione idem. Sono entrambi fatti di fede. Tu sostieni a tutti i costi l’evoluzione solo perché non accetti l’idea di Dio. Ma questo è un limite che tu ti sei posto. Ma lasciamo stare la fede e torniamo sul terreno laico. Sul fatto delle ere geologiche nulla di male, nel carboniano c’erano questi, nel devoniano quest’altri. Il fatto che si siano estinti non prova l’evoluzione. Dice solo che si sono estinti. Se un cambiamento provoca la scomparsa di una specie, ebbene, questo non è un qualcosa che serve per creare quella specie. Io possiedo un centinaio di fossili. Molti da me raccolti (sono un appassionato di queste cose) e questo mi testimonia alcune cose: sono animali estinti, e sono molto complessi. Prendine uno a caso, una zanzara, uno scorpione, un trilobito, una anemone. Ho in mano il trilobito, lo osservo, vedo i suoi occhi composti da centinaia di occhi. I tre lobi ricoperti di scaglie simmetriche e molto precise. Posso dire che il verme è un essere semplice. Ma il trilobito no. Per essere uno dei primi animali evoluti e complicatissimo. Allo stesso livello di un uomo. Ha apparato digerente riproduttivo ecc ecc. Vedendolo non posso proprio dire che sia semplice. Nello stesso periodo (cambriano se non erro) abbiamo altri animali fossili. Diversissimi fra loro e complessi. Non uno che sia una via di mezzo. E’ vero che poi appaiono i rettili poi i mammiferi, ma “appaiono” all’improvviso, senza nessun apparente legame con la specie precedente. Del progressivo aumento di complessità che tu dici non lo vedo proprio. Tu chiedi una teoria scientifica alternativa? Non c’e’, e non ci potra mai essere se a priori si esculde la creazione, anche se la testimonianza fossile sembra appoggiarla in pieno. Allo stato dei reperti, è piu’ facile credere in quest’ultima che nella creazione del “puro caso”. Questo si che è poco scientifico. Ma rimanendo nel terreno laico, penso che escludendo Dio l’origine delle specie non si sapra’ mai. Si potra ipotizzare, ma mai sapere con certezza. E ogni teoria presterà sempre il fianco a critiche e vivrà solo perche’ non “ce nè una migliore”
                    > Moratti cancella Darwin
                    3 maggio 2004

                    Interessante dibattere con un avvocato :->.

                    Inizi dicendo che per tua forma mentis sei piu’ portato a distruggere che a criticare costruttivamente, e questo mi piace meno, ma andiamo avanti.

                    L’evoluzione e’ propugnata da me perche’ non c’e’ niente di meglio, dici. Assolutamente non vero: nessun serio studioso (io NON sono ne’ serio ne’ studioso, oramai) si affiderebbe ad una spiegazione barcollante perche’ non c’e’ niente di meglio. Ma la cosa buffa, per me, e’ sentire tu che dici che l’evoluzione deve sempre passare il vaglio! E di cosa, di grazia? Semmai, le _teorie_ che spiegano l’evoluzione son vagliate, non l’evoluzione stessa.

                    Ripeto: uno degli assunti fondamentali di una teoria scientifica e’ che puo’ essere falsificata. Bene, la teoria darwiniana puo’ essere falsificata (molti creazionisti fanno questo di mestiere...). Il creazionismo no, e’ tutta un’altra roba, che non posso discutere, perche’ un atto di fede NON e’ discutibile per definizione.

                    Ergo, non puoi spiegare una osservazione scientifica con un atto di fede. COme non puoi provare scientificamente (meno male) l’esistenza di Dio.

                    Passiamo alla geologia. Mi pare tu non voglia vedere (ancora una volta) la luna,e che tu ti fermi al dito. Tu dici: "bene, alcuni animali prima c’erano, poi non ci sono piu. Embe’?"

                    Io faccio cortesemente notare che la cosa da osservare (la luna, insomma) e’ che _altri_ animali NON si trovano mai assieme a quelli estinti: non troverai mai fossili di T rex e di orango della stessa epoca. Mai. E, cosa piu’ interessante ancora, puoi prevedere _quali_ reperti fossili troverai, se sai l’eta’ del terreno in cui scavi.

                    I trilobiti: chi ha detto che sono semplici? Io no di certo! Ma son mica loro quelli che sono apparsi 3,5 miliardi di anni fa! I trilobiti hanno popolati la terra piu’ o menno mezzo miliardo di anni fa. Una bazzecola, in confronto all’eta’ della vita sul nostro pianeta.

                    E poi si ritorna sulla via di mezzo, il famoso fossile di transizione. Non avertene a male, am mi ricordi tanto Vittorio Messori quando ha scritto "Il Miracolo", che avrebbe dovuto convincere un ateo dell’esistenza dei miracoli, e che invece, secondo me, e’ servito solo a convincere di piu’ Messori. Mi pare, cioe’, che tu, che a quanto capisco sei uomo di fede, abbia bisogno di "prove" tangibili per accettare un fatto scientifico. Non male, come contraddizione.

                    Inoltre, sempre sul fosile di transizione, cosa ne dici dell’archeopterix?

                    Infine, che vuol dire "anche se la testimonianza fossile sembra appoggiarla in pieno" riferito alla evoluzione? Capisco che sei un avvocato: prova a ragionare come un giudice: di fronte a testimonianze precise, a indizi circostanziati, si condanna o si assolve. Sofri, ad esempio, e’ in galera in base ad UNA testimonianza...

                    G

                      > Moratti cancella Darwin
                      10 maggio 2004, di : merlino1975

                      ..scusate se mi intrometto...sono un essere vivente composto da atomi (come un "coppertone") che non è laureato...ed è di una ’gnorantezza elevata...ma si diverte a produrre pensieri sparsi (senza citazione latine...) volevo solo cercare aprire la mente all’avvocato...chiuso dentro ad un guscio fatto di fede... a prescindere da tutte le prove concrete... il fatto che esistano centinaia di animali estinti e di nuove creature sbucate secondo "l’avvocato" dal nulla.....è ipotizzabile che ...dio..abbia ricreato il mondo più volte e ripopolato la terra .con ogni volta esseri di forma diversa?? (non è forse una teoria anche questa anche se opinabile tanto nessuna teoria ha prove concrete... nessuna è falsa e nessuna è vera)??ha fatto delle prove? ...come mai vi sono diversi popoli e diversi dei?? allora dio ha creato diversi dei??? perchè ogni popolo ha un dio?? forse perchè dio non esiste se non esiste l’uomo?? comunque a prescindere dall’esistenza o meno di dio...molto discutibile...ma plausibile (viviamo in un mondo generalmente libero...fortunatamente) torniamo sulla vertenza principe...

                      Darwin è stato il precursore...dell’evoluzione come Froid per la psicoanalisi... come Colombo per la scoperta delle Americhe... nessuno è riuscito a dare una spiegazione concreta... non basta una vita per misurare per scoprire per portare alla scienza una teoria perfetta ed evoluta... Ma ogni essere vivente può scoprire la concretezza della teoria sull’evoluzione partendo dalla propria fede e chiesa...nessuna chiesa o Dio è statico....la reli gione si evolve...come anche l’uomo evolve...non solo fisicamente ma anche civilmente, culturalmente, socialmente... ogni cosa è evoluzione...è nascita vita...morte... cambiamento...nulla è statico...nulla e appunto neanche Dio (ammesso e non concesso che esista) chi si "attacca" alle mancanze di prove... non è capace di guardare davanti... il cambiamento del clima, il cambiamento della fauna a seconda del cambiamento del clima...lo spostamento degli animali da un luogo all’altro perchè seguono i cambiamenti climatici... ogni essere si adatta al luogo in cui vive...e lo fa passando da piccoli mutamenti... se noi guardiamo un uomo del medioevo e lo mettiamo in confronto ad un uomo del nuovo millennio ci accorgiamo dell’evoluazione l’altezza media è aumentata di almeno 15 cm...(e non è poco considerando che sono passati "solo" 700 anni)...però abbiamo perso massa muscolare di media...pensiamo una decina di chili in meno...questi sono mutamenti..genetici..evoluzionistici...checchè se ne dica...l’uomo si adegua si adatta all’ambiente e alle condizioni di vita in cui vive...per noi ora questo ci pare naturale...ma scientificamente parlando...è una "tappa evolutiva"...

                        > Moratti cancella Darwin
                        11 maggio 2004, di : un’avvocato

                        No! La differenza tra noi e gli uomini del medioevo non è evoluzione. E’ alimentazione diversa. Non ci puo’ essere evoluzione in 700 anni. Altrimenti i dinosauri avrebbero 10 mila anni. I babilonesi sarebbero uomini pelosi con la clava in mano. E’ ridicolo che non si voglia ragionare in termini di prove. Senza prove ognuno si puo’ inventare la coglionata che gli pare, e chi gli dice "dimostralo" sarebbe oscurantista. Lasciate perdere, questa è la scienza delle fantasie e delle cazzate. La vera scienza è dimostrazione del fenomeno. E se non trovate le prove per l’evoluzione, questa rimane una fantasia. Rassegnatevi e state coi piedi per terra. Io potrei dire che discendiamo dalle piante, voi direste "perche?" e io vi risponderei "perche’ anche loro crescono e muoiono" e se uno mi chiedesse le prove direi "oscurantista!!!" Sul fatto che l’uomo evolve cultiuralmente, a giudicare le torture dell’iraq è difficile sostenere una tesi cosi’ infondata. Comunque discendiamo dalle piante e se non ci credete..... "oscurantisti" Della serie :Come la scienza stà diventando cabaret.
                      > Moratti cancella Darwin
                      11 maggio 2004

                      Questi discorsi su Dio fanno solo sorridere una persona che ha avuto "esperienza" di Dio. Se tu vuoi credere che l’universo si è autoprodotto libero di farlo. Comunque le vostre motivazioni fanno solo sorridere. Buongiorno
        > Moratti cancella Darwin
        11 ottobre 2004

        scusa , ma i creazionisti te le hanno mai date ’ste prove? In tal caso potrei anche concordare sull’affiancamento delle varie teorie a quella attualmente da te in discussione.

        Ma se davvero vogliamo affiancare alla teoria evoluzionistica quella creazionista, potremmo chiedere anche agli induisti, ai buddhisti, ai mussulmani, ecc, come vedono loro questa creazione.

        Così faremmo un dibattito "neutrale", poco scientifico (perché almeno i biologi e i naturalisti, così come gli zoologi e i botanici, le loro osservazioni le fanno sul campo, non mi risulta che i teologi facciano lo stesso, ma probabilmente la sanno più lunga di tutti...) ma forse assai divertente!

> Moratti cancella Darwin
28 aprile 2004, di : Cris

daccordo, la teoria dell’evoluzione è una teoria (supportata da indizi molto eloquenti però) e, come tutte le teorie, passibile di miglioramento e di cambiamento. la mia opinione è che il corso di scienze, nelle scuole, dovrebbe informare gli alunni del punto a cui sono giunte le scienze stesse a tutt’oggi. Finora,però, non mi pare che qualche scienziato abbia tirato fuori una teoria alternativa all’evoluzione che non sia basata solo su congetture di tipo religioso. Per far conoscere ai ragezzi l’altra campana c’è sempre l’ora di religione. anche se non credo ci sia ancora qualche cattolico che creda ancora nel fango che prende vita!
> Moratti cancella Darwin
30 aprile 2004, di : paolo

consiglio un libero John F. Asthon L’Origine dell’Universo Armenia Edizioni Cinquanta scienziati spiegano come sono giunti alla conclusione che l’Universo è opera di Dio. La Teoria del Big-Bang, la Teoria di Darwin, oggi risultano essere meno plausibili della Creazione di cui parla la Bibbia. Asthon ha raccolto l’opinione di 50 illustri scienziati che hanno manifestato forti critiche alla Teoria di Darwin, e che hanno scelto di accogliere la versione biblica della Creazione, la quale è, alla luce delle recenti scoperte, la più ’scientifica’.
    > Ma perkè?
    14 ottobre 2005, di : Blekmacigno

    Io credo di non essere credente, ho avuto troppi condizionamenti culturali da piccolo. Il dubbio rimane sempre. Se non dubitiamo vuol dire che siamo morti. Mi chiedo sempre: da quando gli uomini vanno in paradiso? Se si non evoluti da un ominide (e qui qualche tipo di transizione si vede) quando erano piu scimmia che uomo andavano in paradiso? Oppure ci vanno da quando si sono resi conto che morire non ha senso e credono in Dio? Io ho una laurea in scienze naturali e i dubbi sull’evoluzione li ho, ma ne ho molti meno sulla creazione multipla. Che Dio annoiato che abbiamo, prima tratta male gli uomini (tranne gli ebrei) poi li ama a dismisura. Crea specie, non gli piacciono le distrugge e ne crea altre. Forse possiamo umanizzare gli animali nei cartoni amnimati, ma quando la smetteremo di crearci un DIO a nostra "immagine e somiglianza"? Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Sterile discussione.