Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Lentini Sr - Lo streaming Video - Musica, cultura, poesia, tradizione popolare e bellezza a Palazzo Beneventano con Rita Botto Quintet

Domenica sera 26 marzo una grande Rita Botto, voce preziosa e straordinaria, bravissimi i musicisti che l’hanno magistralmente accompagnata. Una menzione speciale va a “U Cavaleri” Carlo Cattano ai fiati, Maurizio Diara alla chitarra, Giovanni Arena al contrabasso, Alessandro Borgia alla Batteria, tutto all’interno di una location suggestiva come Palazzo Beneventano a Lentini

di Giuseppe Castiglia - mercoledì 29 marzo 2023 - 2069 letture

JPEG - 114.9 Kb
Lentini Sr - Palazzo Beneventano - 26 marzo 2023 - Rita Botto Quintet

Per Ciao Lentini, ciao Festival, una serata strepitosa, un mix perfetto di musica, poesia, cultura, tradizione e bellezza. Un pubblico attento e felice di essere lì e di godere di tanto incanto.

Tanti i brani che Rita ci ha voluto donare e fare ascoltare

Il primo brano “STORIA ANTICA” di un nostro compaesano lentinese, il maestro Alfio Antico. Il brano fu registrato assieme ad Alfio Antico nel 2004.

“RACCONTO MUSICATO DI COLA PESCE” la leggenda di Cola Pesce il ragazzo che amava tanto nuotare sino a diventare simile ad un pesce. La leggenda narra che tutt’ora regge una parte della Sicilia, la punta del messinese. Se qualche volta la Sicilia da quelle parti trema, non vi preoccupate è lui che si stiracchia un po’.

“STRADE PARALLELE” omaggio ad una cantante siciliana Giuni Russo, un brano che Giuni Russo incise assieme a Franco Battiato, parla di due “solitudini parallele” Russo e Battiato

“IL CANTO DEL CARRETTIERE” una canzone popolare di un lavoro oramai scomparso

“MELANCONIA” scritta dal famosissimo compositore catanese, Vincenzo Bellini

“LU MATRIMONIU” comu ma niputi Federicu…

“CANCIONES DI MOMENTOS” brano popolare brasiliano di Milton Nascimento “ci sono canzoni e momenti in cui l’interprete entra in connessione con la canzone liberando la sua anima, il momento della libertà viene avvertito dal pubblico entrando pienamente dentro il pezzo, creando un’unione tra l’interprete ed il pubblico”

STRANIZZA D’AMURI (di Franco Battiato) ’Ndo vadduni da Scammacca’i carritteri ogni tantulassàunu ’i loru bisognie ’i muscuni ci abbolaunu ...

“CU TI LU RISSI” contiene all’interno una poesia di Ignazio Buttitta “ma come può essere che ogni volta che ti bacio tu mi dici sul più bello dimmi se m’ami…ma rimmillu dopu!!!

“ROSA” “cà succeri sempri occheccosa…”

“AVO’” una ninnananna a chiusura dell’evento

Tra un brano e una battuta Rita ha incantato il pubblico con cunti e ricunti dell’antica tradizione popolare siciliana

Un plauso va all’organizzazione e direzione artistica di "Lentini diramazione" con la collaborazione di "Megakles Ballet" di Salvo Romania e Laura Odierna, che con la rassegna "Ciao Lentini ciao" attraverso la sinergia tra gli artisti, gli sponsor e l’amministrazione comunale ci hanno regalato momenti di spensieratezza e di pura felicità.

La rassegna Ciao Lentini ciao non si è conclusa, prevede altri appuntamenti che vi consigliamo di non perdere.

E ora per chi non ha potuto assistere dal vivo, accontentatevi dello streaming, ma vi assicuriamo che non è la stessa cosa… 


Chi è Rita Botto...

Rita Botto è nata a Catania, città dell’Etna. Ha insegnato tecnica del canto per quattro anni alla Scuola di “Musica Moderna” di Ferrara e successivamente alla Scuola di Teatro “Baule dei Suoni” di Bologna. Vivendo a Bologna, Rita ha mantenuto saldo il legame con la sua terra di origine grazie alla musica, ed in particolare grazie alle canzoni della grande cantante folk Rosa Balistreri che è stata per lei rivelatrice di grandi tesori del genere popolare siciliano. A Rosa Balistreri ha dedicato il CD autoprodotto “Ethnea”, un gioco di parole fra “etnico ed “Etna”, che simboleggiava l’inizio del nuovo corso artistico. Ma è con il CD “Stranizza d’Amuri” del 2004 che Rita si fa conoscere ad un più vasto pubblico ricevendo inoltre numerosi consensi dalla critica (“tra le migliori interpreti al Premio Tenco 2005”) e diversi altri riconoscimenti importanti sia in Italia che all’estero. Tra le collaborazioni più importanti quelli con Alfio Antico, Antonio Marangolo, I Lautari, Roy Paci e Carmen Consoli. Le sue esibizioni dal vivo sono sempre di grande effetto. Ha infatti una particolare tecnica di canto nei vasi, che si dimostrano essere casse di risonanza in grado di creare effetti sonori naturali.

Voce di donna mediterranea Rita che riporta storie e sentimenti di un’antica terra, riproponendo in chiave jazz brani della tradizione popolare siciliana. lo sguardo rivolto ad autori siciliani che hanno contribuito a tenere alta la cultura Trinacria, reinterpretando così canzoni del celebre Vincenzo Bellini, di Franco Battiato e Giuni Russo.

https://progettokome.com/rita-botto/

I tag per questo articolo: | | | |

- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -