Sei all'interno di >> :.: Dossier | Lillo Venezia |

La morte di Lillo Venezia

La redazione di Girodivite ricorda Lillo Venezia, persona che ci è stata vicina, tra le persone più limpide che abbiamo conosciuto.
di Redazione - mercoledì 25 marzo 2020 - 1147 letture

La morte di Lillo Venezia ci ha colpiti nel profondo. Lui è stato una parte importante della migliore sinistra che abbiamo conosciuto. Persona generosissima, sempre fuori dalle righe e non allineata.

“Subito dopo l’assassinio del direttore Pippo Fava – ricorda Riccardo Orioles, uno dei fondatori de I Siciliani – Lillo Venezia fu uno dei primissimi a dire che bisognava subito continuare. Oltre che nella redazione, in quegli anni durissimi fu impegnato anche nell’amministrazione del giornale, pagando personalmente coi suoi poveri beni i mancati impegni di illustri sostenitori”.

"È morto povero, con una pensione sociale di quattrocento euro che negli ultimi tempi gli era stata anche tolta dalla burocrazia", scrivono nel ricordarlo i redattori de I Siciliani, storico giornale del quale aveva fatto parte. "Questa sua povertà testimonia più di ogni altra cosa lo spirito con cui il nostro Lillo ha lavorato e lottato per tutti questi cinquant’anni, senza mai chiedere carriere o onori, orgoglioso della sua semplice condizione di compagno e di cittadino".

lillo venezia_500px

Lillo Venezia è stato tra le tante cose direttore de Il Male, ha dato sempre con grande disponibilità la sua "firma" da direttore a quanto di meglio e non conformista si muoveva sotto il Vulcano. Indomitamente libertario, indomitamente non allineato e "dalla parte del torto" (come diceva Brecht). Con lui se ne va una parte importante della storia della sinistra catanese e della sinistra italiana non asservita. Per noi di Girodivite è un grande dolore.

Addio compagno Lillo, la terra ti sia lieve.


Altri articoli su: Lillo Venezia


Questo articolo è stato pubblicato in origine su Girodivite/Comunicazione il 25 marzo 2020, e poi spostato all’interno del dossier dedicato a Lillo Venezia, il 9 aprile 2020.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -