Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Movimento |

La crociata di Greta Thunberg

Greta Thunberg e i giovani della generazione tradita. Il testo della lettera pubblicata dal Guardian l’1 marzo 2019.
di Redazione - mercoledì 6 marzo 2019 - 1022 letture

Noi, i giovani, siamo profondamente preoccupati per il nostro futuro. L’umanità sta attualmente causando la sesta estinzione di massa delle specie e il sistema climatico globale è sull’orlo di una crisi catastrofica. I suoi impatti devastanti sono già avvertiti da milioni di persone in tutto il mondo. Eppure siamo lontani dal raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi.

I giovani costituiscono più della metà della popolazione globale. La nostra generazione è cresciuta con la crisi climatica e ciascuno di noi dovrà affrontarla per il resto della propria vita. Nonostante ciò, molti di noi non sono inclusi nel processo decisionale locale e globale. Siamo il futuro senza voce dell’umanità.

Non accetteremo più questa ingiustizia. Chiediamo giustizia per tutte le vittime passate, presenti e future della crisi climatica, e quindi ci protestiamo. Migliaia di noi sono scesi in strada nelle ultime settimane in tutto il mondo.

Ora faremo sentire le nostre voci. Il 15 marzo, protesteremo in ogni continente.

Abbiamo finalmente bisogno di trattare la crisi climatica come una crisi. È la più grande minaccia nella storia umana e non accetteremo l’inazione dei decisori del mondo che minaccia la nostra intera civiltà. Non accetteremo una vita nella paura e nella devastazione. Abbiamo il diritto di vivere i nostri sogni e le nostre speranze. Il cambiamento climatico sta già accadendo. Le persone sono morte, muoiono e moriranno a causa di ciò, ma possiamo fermare e fermare questa follia.

Noi, i giovani, abbiamo iniziato a muoverci. Cambieremo il destino dell’umanità, che vi piaccia o no. Uniti ci batteremo finché non otterremo giustizia climatica.

Chiediamo ai decisori del mondo di assumersi la responsabilità e risolvere questa crisi.

Voi ci avete deluso in passato. Se continuerete a fallire anche in futuro, noi, i giovani, realizzeremo il cambiamento da soli. I giovani di questo mondo hanno iniziato a muoversi e non si fermeranno più.

Il gruppo di coordinamento globale dello sciopero del clima guidato dai giovani


«Climate crisis and a betrayed generation», The Guardian, 1 marzo 2019.



Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -