L’ho fatta per te

Il malcontento va dirottato dal politico al personale, dal pubblico al privato. Vi voglio sudditi sedotti e sedati.

di Deborah A. Simoncini - martedì 25 luglio 2023 - 1967 letture

E’ carta che canta, affascina e accattiva; serve a ostentare migliore qualità della vita e ricchezza in divenire. Bellezza mia, l’ho fatta chiusa in casa per te e a te la dedico. Ha un effetto infinitamente empatico e “omeopatico.” Fornisce un’alternativa all’attività sessuale che può essere anch’essa ripetitiva e contribuisce a incrementare la natalità sulla via per lo sviluppo. Ho aperto uno squarcio su un universo ancora esotico: lo scambio in natura senza baratto alcuno. Contiene messaggi subliminali.

Tra una macchina Trabant e una Mercedes - ditelo ai comunisti - sappiamo che il paragone è impossibile. Si tratta di un passaggio importante efficace per la solidarietà, anche se c’è ancora molto da fare. Una carta sentita sempre più necessaria perché delinea un campo ben definito e contiene in sé un auspicio, una speranza e più di una promessa. Il mio indirizzo di pensiero di recente ha acquistato un ascolto diffuso, anche al di fuori della mia area politica di riferimento in Italia e non solo. So suscitare, amministrare e manipolare lo scontento; mobilito i desideri e li moltiplico, acuisco le mancanze, per poi esaudirle. Il malcontento va dirottato dal politico al personale, dal pubblico al privato. Vi voglio sudditi sedotti e sedati. Se pensate di essere padroni del vostro destino, sappiate che a decidere sono altri. Che vi devo dire? Il mondo in cui viviamo lo conosciamo sempre meno. Eleggiamo parlamenti e governi ma le decisioni che contano si prendono altrove. Le nostre certezze accentuano il nostro smarrimento.

La parola d’ordine è “sveglia!” Se dormite tutta la vita e sognate, ricordatevi che chi attraversa la vita e cammina nel sonno finisce prima o poi per inciampare in realtà non viste. Date le incertezze della vita, è bene essere il più possibile svegli per cogliere le occasioni ed evitare i pericoli. Diventate lucidamente consapevoli dei vostri sogni notturni. Sappiate che il risveglio porta con sé la chiarezza e la libertà che stanno alla base della felicità autentica. Diventate intensamente consapevole delle esperienze che si dispiegano nel mondo presente e invece di farvi trascinare via da pensieri ed emozioni differenti, osservatene l’apparire, la continuità, la trasformazione e il dissolversi con perfetta lucidità. La chiarezza porta la libertà interiore. Solo se svegli rispetto alle potenzialità di ogni situazione siamo padroni del nostro destino.

Lo scontento va distolto dalle cause politiche e delle proteste sociali e reindirizzato verso ambiti attinenti la vita singola e che si possono esaudire a livello personale. La rivoluzione la dovete fare a casa vostra, sul vostro corpo, le vostre relazioni, su di voi e i vostri familiari. Perché solo così la soluzione è accessibile a tutti, senza passare dalla piazza e dalla rivolta. Ho iniziato una collaborazione militare filoamericana che durerà secoli. Grazie ai nuovi accordi godremo di condizioni vantaggiose per collocare i nostri prodotti sui mercati. Mi impegno a garantire la sicurezza e a mantenere lo status quo nelle regioni del centro-nord, lasciamo perdere quelle del sud.

Nella ValPadana c’è la nostra comune eredità storica, un elemento decisivo per la stabilità regionale. Un territorio strategico, parte integrante di una sovranità forte e stabile. Mi appello alla storia, al territorio e all’identità. Siamo tutti sorelle e fratelli dell’Italia. Il senso dell’unità va rafforzato e condiviso. Non voglio correre rischi e subire attacchi improvvisi. Nessuno ha il diritto di negare la mia identità. Sono io a stabilire e mostrare come mi devo vestire, il tipo di vita e di relazioni da desiderare. I giochi devono risultare fluidi. Perché in politica quello che si riferisce a corpo, sessualità ed emozioni fatica a trovare uno spazio visibile e riconosciuto? Da persona impegnata, spesso in solitudine, so gestire i più difficili compiti di sviluppo. So quello che posso e devo fare, ho imparato ad ascoltare le domande e cerco sempre di dare a ciascuno le risposte più rispettose.

Vittima deumanizzata, umiliata ed emarginata, ridotta a soggetto senza valore, perché continuate a considerarmi meritevole di soperchierie? Sono una persona tendenzialmente solare, “sveglia e vivace” c’era scritto sulla mia pagella, sin dalle elementari. Marianna continua a ripetermi: “sorellina mia, basta agitarsi, sei svolazzosa come un uccellino. La bestia più intelligente e dotta della zoologia. Da umile donnetta ti sei fatta gran dama.” Tutti avete voglia e desiderio vivo di diventare maghi, scienziati, dottori pratici di ipnotismo, magnetizzatori, mentre siete solo ciarlatani e giornalisti. Solo io so allargare la conoscenza di ciò che trovo e provo nel praticare e realizzare i miei poteri occulti. Da quando ho imparato a leggere so un sacco di belle cose scientifiche, anche se faccio confusione con un cumulo di teorie sballate. I miei castelli di teorie imbrigliano e imbrogliano non solo le persone semplici. Sono per l’evoluzione in alto e non in basso, altro che salario minimo (errore condannabile): lo dite a me che ho fatto la maga a dieci dollari al mese in ogni parte del mondo? ci vuole il salario al massimo, senza tetto né limiti. Da spiritosa spiritista, prevedo e provvedo in modo a volte approfondito, o al contrario superficiale. Le condizioni me l’hanno permesso. Per prima cosa sono stata fortunata. Il mio intelletto:

Supercalifragilistichespiralidoso, il mio motto, risponde con la politica pratica e naturale riflesso della scintilla divina. Semplifico e interpreto. Desidero aiutarvi a capire i messaggi profondi che la realtà contiene e contemporaneamente insegnarvi a utilizzarli in modo semplice e utile, per interpretare e affrontare le sfide quotidiane, per trovare soluzione ai vostri problemi. A questo serve la carta “Dedicata a te” frutto di anni di studio ed esperienza diretta passati sul mio corpo e sulla mia mente. Ne abbiamo proprio bisogno e nelle prossime settimane e nei mesi successivi chiederò di ratificarla come trattato e nuova entità costituente. Il parlamento ubbidirà e la legge sarà firmata. “E adesso vado a bermi un buon whiskaccio e non ditemi che sono per l’istigazione all’alcolismo. Io restituisco emozioni: cinquanta in camera col paracadute.”


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -