L’ennesima frontiera dell’eros fa ridere - Dilaga anche in Italia la ’solleticomania’

La rete è affollata da siti che mostrano immagini di coppie dedite al sofisticato gioco fetish un tempo tortura non cruenta per espiare colpe non gravi
di Giuseppe Castiglia - mercoledì 11 febbraio 2004 - 37476 letture

In inglese si chiama tickling, ovvero fare il solletico. Non e’ una tortura o un gioco ma uno dei confini per certi versi inesplorato dell’erotismo, anzi per essere più precisi del fetish.

Basta avere un paio di ceppi ricavati da due assi di legno con la sagoma di due circoferenze del diametro simile a quello di una caviglia umana, un lucchetto e poi la vittima o se si preferisce il proprio partner.

Questa sottile e singolare tortura sessuale molto diffusa soprattutto tra le donne. In rete è un florilegio di siti con tanto di video e foto di donne che giocano a farsi il solletico tra loro in maniera molto sensuale, saffica e (ovviamente) senza veli.

Questa pratica veniva usata in tempi antichi in casi di reati leggeri. Il reo veniva immobilizzato su un tavolo, spogliato completamente e cosparso, nei punti più sensibili, di miele. A questo punto l’animale domestico di turno (capra, pecora, cane...) passava a leccare il dolce nettare.

Il supplizio si trasforma in gioco erostico intorno agli sfarzi della corte di Francia che il solletico si trasforma in pratica erotica. Una tradizione evidentemente passata indenne nei secoli e giunta fino a noi.

Cosa fondamentale il titillamento deve venir eseguito in modo graduale, dosato, lento perchè è l’attesa che crea l’atmosfera elettrizzante ed estremamente eccitante della tortura.

Poi con strumenti più disparati possibili si inizia a solleticare la pianta dei piedi una volta che questi sono stati ben assicurati ai ceppi per evitare che la persona che si sottopone a questa singolare pratica possa rimanere intrappolata e naturalmente sfuggire alle sollecitazioni esterne.

C’è chi usa anche lo spazzolino elettrico la cui vibrazione esercitata in punti sensibili pare faccia ridere e godere oltre ogni descrivibile sensazione il ’solleticato.

Susanna Schimperna, studiosa di fenomeni fetish fornisce interessanti indicazioni che aprono un vero e proprio mondo: "Il tickling parte dal feticismo del piede ma e’ qualcosa in piu’. C’e’ uno strano miscuglio di sado con sottomissione ma anche molta ironia" - come a dire che una risata ogni tanto anche in situazioni singolari come queste non fa mai male.

"Per lo piu’ sono donne - aggiunge Schimperna - poiche’ il piede e’ esclusivamente immagine del femminile. Una volta mi e’ capitato di conoscere una coppia di gay amanti del piede che praticavano il tickling con una loro amica".

C’e’ anche una felice produzione artistica sul tema Schimperna indica su tutti i fumetti di Bac, un’artista inglese che ha a lungo studiato e rappresentato il fenomeno.

Secondo un medico americano, il dottor Bob Schwartz, ci sono donne che riescono ad provare piacere attraverso la semplice stimolazione della pianta dei piedi.

Gli esperti del tickling affermano che uno dei punti più delicati è il dito medio del piede, in alcuni individui ha un collegamento nervoso diretto con i genitali.

Sotto il tallone, poi, si trova il punto che viene stimolato durante l’agopuntura: accenderne la sensibilita’ esalta la potenza sessuale.

Alcuni studi hanno accertato che il solletico si compone di tre fasi: fase di latenza, nella quale il soggetto ha sensazioni denotative, cioè solamente tattili; fase connotativa, nella quale il soggetto ha la sensazione di piacevolezza tipica del solletico; fase di adattamento, nella quale scompare la sensazione di piacevolezza.

La durata delle tre fasi dipende dalla capacità del soggetto di gestire il delicato equilibrio eccitazione - inibizione e quindi il solletico ci permette di individuare il suo atteggiamento nei confronti degli stimoli piacevoli; per esempio, una Fase di latenza troppo lunga, indica una certa resistenza nei confronti di esperienze tattili piacevoli.

Gli studiosi hanno affermato che sia la resistenza al contatto fisico - erotico che quella allo stimolo solleticante, dimostrano la presenza di una certa inibizione nei confronti di stimoli piacevoli, magari proprio per far fronte alla fragilità dei propri confini corporei.

Al di là delle analisi scientifiche in questo periodo è un continuo fiorire di forum, siti, blog, tutti dedicati al tickling, una sorta di rarefatto incontro sessuale dove i corpi ancora una volta si allontanano e non si toccano se non attraverso il leggero e impietoso sfregolio di una piuma.

A letto ’solleticala’ recita uno slogan di un’area web dedicata allo scambio di espierenze che se non nascondessero un profondo disagio psicologico farebbero - è il caso di dirlo - morire dal ridere.

fonte www.rai.it


Rispondere all'articolo - Ci sono 2 contributi al forum. - Policy sui Forum -
> L’ennesima frontiera dell’eros fa ridere - Dilaga anche in Italia la ’solleticomania’
13 aprile 2004, di : Solleticapiedi

Era ora...
    > L’ennesima frontiera dell’eros fa ridere - Dilaga anche in Italia la ’solleticomania’
    28 ottobre 2004, di : pippo |||||| Sito Web: solleticapiedi

    sono molto interessato alsolletico.
    Sono anch’io molto interessato al solletico.
    5 gennaio 2010, di : Roberto

    Salve mi chiamo Roberto ho 46 anni ed abito a Vigevano,essendo anch’io un amante del solletico ,cerco ragazze carine,possibilmente in zona Vigevano e non da pagare,disposte a farmi tanto solletico in tutte le parti del corpo e specialmente sotto i piedi. Qulsiasi ragazza che legga questo messaggio mi contatti a questa mail: roberto.patrese@alice.it Aspetto molte risposte e nel frattempo mando a tutte un grande saluto,ciao.