Iniziative per l’autosufficienza energetica del Comune di Lentini

Comunicato stampa del 21 marzo 2009
di Emanuele G. - sabato 21 marzo 2009 - 1364 letture

1.200.000,00 euro è la bolletta energetica che paga il Comune di Lentini ogni anno, una somma ingente se si tiene conto che quella del Comune di Priolo è di sole 700.000 euro. 400.000 euro se ne vanno solo per estrarre l’acqua dai pozzi comunali, il resto lo fanno le scuole, la piscina (quando funzionava), gli uffici e, ovviamente, l’illuminazione pubblica.

E’ venuto il momento di porsi seriamente il problema. Una risposta potrebbe essere il ricorso al fotovoltaico in linea con il Piano energetico regionale che impone di “promuovere lo sviluppo delle Fonti Energetiche Rinnovabili ed assimilate” e di “limitare le emissioni nell’atmosfera di inquinanti pericolosi per la salute umana (CO, NO2, SO2,...). Il Comune di Lentini possiede diversi terreni agricoli intorno alla città. Su questi terreni si potrebbero installare i pannelli del fotovoltaico usufruendo degli incentivi statali previsti fino al 2012 che coprono fino al 60 % dell’investimento.

Una centrale di 10 MW potrebbe essere sufficiente a coprire il fabbisogno e il Comune sarebbe produttore di energia da immettere in Rete utilizzando eventuali plusvalenze. L’altra ipotesi potrebbe, comunque essere quella di installare i pannelli sopra i tetti degli edifici scolastici. Confidiamo nel senso di responsabilità degli amministratori per prendere in seria considerazione questa ipotesi.

P.S - Il Coordinamento si arricchisce dell’adesione dell’associazione “Neapolis” che sarà rappresentata da Marco Saraceno.

[Circolo Arcobaleno, Consorzio C.O.S.E.L.. Democrazia Solidale, Associazione “Neapolis”, Associazione “Manuela e Michele”, P.A.C.E., Redazione di “Girodivite”, Slow Food, riunite nel Coordinamento Locale per lo Sviluppo sostenibile]


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -