Sei all'interno di >> :.: Rubriche | Sportivamente |

Iniziativa per Marco Pantani

Un gruppo di tifosi dello scomparso Pirata prova a mantenere in vita il ricordo di un campione, vittima come tanti altri di una società che osanna, che giudica, che dimentica.
di Piero Buscemi - mercoledì 23 giugno 2004 - 12930 letture

Quella che segue è una lettera indirizzata al giornalista di Tuttosport Paolo Viberti, da parte di un gruppo di tifosi di Marco Pantani, che attraverso il sito www.pantani.it, chiede di ritornare a parlare della triste vicenda del ciclista di Cesenatico per dare una versione più "vera" ad una storia di vita, di morte, di sport.

Gentile P. Viberti, siamo alcuni dei tanti tifosi di Marco Pantani che si ritrovano nello spazio virtuale del forum di www.pantani.it. Siamo gli stessi che le hanno recentemente inviato una lettera in cui veniva esposto il nostro pensiero e la nostra richiesta sulla tragica vicenda di Marco.

Siamo ormai spettatori impotenti, nauseati dal trattamento superficiale e ipocrita che alcuni "sepolcri imbiancati", mediaticamente potenti, continuano a condurre sistematicamente su questa tristissima storia.

I recenti arresti degli "uomini della droga" vengono fatti suonare come campane di giustizia, come l’ultimo elemento mancante per chiudere il cerchio sulla vicenda di Marco. Ma lei sa bene che così non è. Le chiediamo di aiutarci a far sì che il messaggio finale non sia quello diffuso da molti del Pantani dopato-drogato, mostro diabolico dell’inganno e del vizio, figura debole ed esempio da allontanare, espiatore unicamente delle sue colpe.

Sappiamo che Marco, per le colpe di tutti, ha pagato il prezzo più alto che si poteva versare. E sappiamo che ciò è accaduto a causa di un crudele accanimento mirato. Come scrisse lei nella stupenda inchiesta dell’11 ottobre scorso: "… Noi crediamo che Pantani abbia commesso degli errori. Come tutti. Ma restiamo anche convinti che per quegli errori abbia pagato più di tutti. In modo esagerato, perché scelto quale vittima designata …".

Lei scrisse anche: "…In questa inchiesta abbiamo cercato di capire chi abbia voluto distruggere un campione meraviglioso. Chi l’abbia "ammazzato", chi l’abbia tolto di mezzo. La recente, seconda assoluzione di Tione ci convince in merito alla ns tesi. Un atleta fortissimo che non è mai stato trovato positivo è stato messo nella condizione di non nuocere. Perseguitato sino all’esasperazione, sino a fargli rischiare la vita…".

Ora che questa vita è persa definitivamente rimane il bisogno di vedere un giorno riconosciute le vere colpe, le vere responsabilità di questa morte; è questo l’unico vero motivo che spinge ancora molti di noi a leggere i giornali, a seguire le vostre opinioni nel processo alla tappa e ovunque possa emergere l’argomento Pantani.

Nessuno ha avuto il coraggio di leggere nella sua tossicodipendenza un profondo condizionamento da parte di coloro che l’hanno allontanato con ferocia crescente dal suo essere Campione unico e ragazzo felice e sereno. Lei che ama la verità, che ama Marco nella sua complessità di Campione e uomo fortissimo ma anche fragile e scoperto alle cattiverie di cui è stato bersaglio, siamo certi che saprà chiedersi il come Marco è arrivato in quel baratro, il motivo profondo della sua tossicodipendenza (non a caso sorta dopo il 05/06/99)e saprà cercare vere e dettagliate risposte.

Siamo stanchi di ascoltare le solite sentenze che ci vengono rinfacciate da 5 anni a oggi, soprattutto da quando dopo la morte è uscita allo scoperto la sua tossicodipendenza. Noi le chiediamo di approfondire quella preziosa inchiesta che lei iniziò l’11 ottobre scorso, di completarla e di cercare vere risposte oltre che sul giallo di Madonna di Campiglio, sui "Kafkiani" processi, sul crudele trattamento riservato dalla stampa.

Lei sa bene quali sono i fatti oscuri da approfondire, quindi non ci dilungheremo nel ribadirli. Magari anche un’inchiesta a puntate che vada ad indagare su tutti i lati oscuri di prima. Sappiamo che in questo periodo della stagione ciclistica lei è molto impegnato per condurre materialmente un’inchiesta così impegnativa. Noi aspetteremo con speranza, come Marco ci ha abituato a fare negli ultimi quattro anni.

Crediamo inoltre che tutto ciò sia di grande interesse anche per chi, non tifoso, è comunque mosso da semplice curiosità verso determinati interrogativi ad un fatto che purtroppo è anche di cronaca. Noi tifosi di Marco la seguiremo numerosi e fiduciosi in questo suo percorso con quella riconoscenza dovuta a chi come lei ha il coraggio di svolgere questa professione con valori tanto nobili quanto rari.

Le ricordiamo infine le parole di mamma Tonina riportate dal vostro giornale in occasione del primo memorial Pantani a Oropa: "…Oggi tutto l’affetto di questa gente ci avvolge. Significa che sono più le persone che gli vogliono bene rispetto a quelle che gli vogliono male. La tappa di Oropa me la ricordo però non dimentico neppure che dopo due giorni me lo hanno rimandato a casa. Non so il perché, MA LO SCOPRIRO’…"

Impossibile non aiutare questa madre debole e coraggiosa nella ricerca dell’unica verità che interessa le tante persone che lo amano (che come dice Tonina sono più di quelle che gli vogliono male).

La ringraziamo per come si è coraggiosamente dedicato al nostro Marco Pantani, portando un po’ di luce lì dove molti volevano il buio e lì dove Marco s’è perso per sempre.

Chi è interessato all’iniziativa, può partecipare al forum del sito www.pantani.it

Seguono le firme di coloro che hanno già aderito: Enrico dal monte, Maria Rita Ferrara, Bellin Luca, Piergiorgio Facchi, Piero M. Laiso, Amanda Centola, Daniela Flora, Aldo Micciche, Valentina Alleva, Carlo Campodonico, Giuseppe Cotturone, Giorgio Amendola, Daniele Picotti, Paolo Marturano, Matteo Arcangeli, Ester Mercantini, Alberto Dallatana, Nicola Mongiardo, Silvia Poli, Walter Negrola, Sara Durì, Domenico Pera, Brunelli Mauro, Alessandro Bracci, Andrea Costa, Paolo Gandolfi, Stefano Terzi, Nicolo Fochi, Filippo Zorandi, Mao Veronesi, Riccardo Bertoloni, Gloria Atzeni e i ragazzi del club cuore Pirata Cesenatico, Paolo Casaroli, Elena Fortunati, Andrea Scaglione, Lorenzo Carancini, Antonio Fabiani, Cristina Vita, Ennio Vita, Giulia Vita, Enrico Di Pietro, Danilo Casale, Claudia Gollini, Attilio Resnati, A. Angiolini, Rossella Macor, Milena Calabria, Traudi Niedrist, Salvatore Damiano, Vito Parisi, Nardi Viola, Nardi Francesco, Gheller Simonetta, Diego Coscia, Pironi Alessandro, Francesco Besana, Luis Bertagnin Cadore, Vito Ciraco, Cesare Lascioli, Davide Trevisan, Luis Diez Garcia, Flaviano Rocco, Bottaro Rino, Persano Maria Vittoria, Pierfrancesco Palego, Rota Mario, Erckert Jessica, Stefanini Maria Rita, Stefanini Antonio, Pacciardi Elena, Marco Bonatti, Gianluca Boggia, Mara Corona, Dario De Angelis, Danilo D’Attanasio Esposito, Lorenzo Pennese, Roberto Serini, Luigi Casali, Dario Giuppone, Sonia Porta, Damiano Bottoni, Righetti Rita, Franco Miele, Di Leo Francesco, Gregorio Castelliti, Giuseppe Binetti, Anna Maria Casali, Domenico Rubino , Davide Basso, Lorenzo Pennese, Rita Bernardo, Angela Cara, Cesidio Ciuffetta, Manuela Suppa, Simonetta Dorigo, Carla Marcellini, Luisa Muzzo, Giuseppe Simonelli, Massimo Gucciardi, Maria Luigia Maggio, Anna Maria Leccese, Cesare Turco, Marco Salinari, Maria Grazia Secci, Rossella Vilardi, Massimo Mazziotti, Donata tadini, Dossena Marco, Nassaro Graziella, Ciceri Denise, Nichetti Rosangela, Maglio Maria Maddalena, Velzi Franco, Negroni Maurizio, Vertua Luisa, Chiesa Marco, Pedrazzini Marco...

I tag per questo articolo: |

Rispondere all'articolo - Ci sono 7 contributi al forum. - Policy sui Forum -
> Iniziativa per Marco Pantani
24 giugno 2004, di : Maria Rita (Piratessa74)

Gentilissimo Sig.Piero Buscemi, sono la ragazza che l’ha contattata per coinvolgerla in questa iniziativa. Le scrivo per ringraziarla ancora una volta, per tutto quello che ha fatto e per l’immenso amore che lei prova nei confronti di Marco , atleta strepitoso,unico,irraggiungibile, inimitabile e ineguagliabile e ragazzo dolce,sincero,buono,leale e onesto. Cordiali Saluti.Maria Rita ( Piratessa74) membro del www.pantani.it . DATO CHE PER POTER PORRE LA PROPRIA FIRMA é NECESSARIO ISCRIVERSI AL FORUM,METTO A DISPOSIZIONE IL MIO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA PER TUTTE QUELLE PERSONE CHE VORRANNO ADERIRE ALL’INIZIATIVA. IL MIO INDIRIZZO é : mariarita74@interfree.it FIRMATE ... FIRMATE ... FIRMATE
> Iniziativa per Marco Pantani
24 giugno 2004, di : Gloria Atzeni

con marco sempre nel cuore Gloria www.cuorepirata.it
    > Iniziativa per Marco Pantani
    17 ottobre 2004, di : Giuseppe Cotturone (Sempre)

    il pirata non morirà mai, ma al contrario vivrà sempre, sempre , nel cuore di tutti noi, che gli abbiamo voluto bene, ma anche nel cuore di quelli che mai lo hanno potuto vedere, per invidia....e che alla fine lo hanno ucciso, ma Marco ora lo sa, sa tutto e siccome è un uomo buono perdona tutti perchè non sanno quello che hanno fatto, quello che hanno fatto al povero grande immenso unico ed inimitabile Pirata!

    grazie Marco ora aiutaci tu!

    Giuseppe Cotturone Celano (AQ)

> Iniziativa per Marco Pantani
25 giugno 2004

Vorrei capire se tutte queste attenzioni vengono rivolte anche alle altre migliaia di tossicodipendenti che ogni anno muoiono in solitudine... Io non giudico assolutamente il Grande Pirata... è stato grande e resterà nella storia del ciclismo. Quello che poco gradisco è il tono di accusa che viene mosso verso "terzi" che l’avrebbero portato a questa fine... Io ho lavorato a lungo in comunità per tossicodipendenti, conosco il fenomeno, le cause e, purtroppo, le conseguenze.. Non è giusto, neanche per lui, cercare una giustificazione, un capro espiatorio, in quello che inizia spesso per gioco o curiosità e può finire in tragedia. Nessuno ti obbliga a far uso di sostanze. NESSUNO. E’ per scelta... Che poi ci possa trovare in situazioni tali che ci si sente quasi spinti ad intraprendere la via "di fuga dalla realtà", è un conto... ma parlare di responsabilità di terzi mi sembra eccessivo. Questo zelo, queste giustificazioni, questa ricerca di un colpevole a tutti i costi è un comportamento che non viene adottato per tutti... anzi! Chi fa uso di sostanze viene ghettizzato punto e basta. Siccome è nella fragiltà che questi individui hanno nell’affrontare la vita che va cercata la causa, perchè non fate in modo che questa morte non diventi un’altra morte inutile? Perchè invece che cercare un colpevole non cercate di dare una mano a tutte le persone che vivono questo problema? Loro hanno bisogno di attenzioni, di segnali forti, di presenza effettiva... Io penso che solo questo possa far si che la morte del Grande Pirata venga effettivamente onorata... Avesse avuto persone vicino in grado di ascoltarlo e dargli una mano forse, ripeto forse, sarebbe ancora con noi. Un saluto, Cristina.
    > Iniziativa per Marco Pantani
    28 giugno 2004, di : Don Chisciotte

    Cristina, forse non te ne sei accorta, non so quanto tu abbia seguito le vicende di Pantani dal 1999 in poi, ma la sorte di Marco è stata , appunto, quella di essere ghettizzato. Nel girone dei drogati, colpevoli della loro morte. Perché nessuno sfugge a questo darwinismo psicologico imperante: se non ce la fai, se sei fragile, sei colpevole: potevi non essere fragile. Anch’io ho conosciuto persone tossicodipendenti, è un errore pensare che ci sia sempre una sola causa che spinge in quel tunnel, la vita è più complessa, niente è semplice. Pantani era una persona fragile, certo, una persona sensibile che su queste qualità ( PERCHE’ SONO QUALITA’) ha costruito la meraviglia delle sue imprese. ma Pantani ha subito un accanimento persecutorio che non si è mai verificato per nessun atleta . Sappiamo benissimo, basta approfondire un po’ il discorso e non fermarsi alla superficie del problema doping come fanno i vari Torquemada improvvisati, che non si diventa campioni per il doping, il doping serve a ristabilire le differenze di valori originarie. Altrimenti atleti che , come manzano, hanno confessato di aver preso intere farmacie dovrebbero vincere tutte le corse, se non vincono niente vuol dire che il doping è un problema, anche questo, complicato che richiederebbe risposte meno rozze che la persecuzione del capro espiatorio popolare e appartenente a uno sport poco potente. Perché di persecuzione si è trattato, basta seguire le cronache di questi anni e accanirsi con ferocia inaudita su una persona E’ UNA COLPA . Non possiamo sapere chi sia l’altro, non possiamo sapere la nostra ferocia quali effetti avrà, non possiamo sapere da quale tipo di cultura venga l’altro. Accanirsi è una colpa e il male che si è fatto a un uomo non è estinguibile se si fa del bene a un altro, bisogna riconoscere le proprie colpe: non siamo monadi chiuse all’esterno. Gli altri hanno degli effetti su di noi, nel caso di pantani sono stati devastanti. La ferocia può avere effetti non previsti, per marco pantani è stato così: l’ha ripetuto fino all’ultimo: come fai a non farti male se sei così umiliato?
      > Iniziativa per Marco Pantani
      19 luglio 2004

      ...proprio perchè "le azioni di altri hanno effetti devastanti su di noi" non c’è niente di più sbagliato che dare la classica "botta sulla spalla" a chi è fragile ed ha difficoltà ad affrontare la ferocia della vita... e come dirgli "drogati, ti capisco sei fragile". Questo è sbagliato! Occorre infondere fiducia in chi ha serie difficoltà ad affrontare la vita. Il messaggio che deve arrivare è che "è dura ma ce la si può fare". Giustificare certi atteggiamenti sbagliati è lesivo come l’accanimento. Non voglio fare polemica, ma, conoscendo l’argomento, avrei gradito una risposta diversa, del tipo: "Si ci impegneremo su questo fronte". E più rileggo la frase "Come non fai a farti male quando sei così umiliato" e più vi leggo una richiesta di aiuto, non di giustificazione o compassione. Cristina.
> Iniziativa per Marco Pantani
29 luglio 2004, di : LoveInside

E DOVE SONO LE FIRME?? TUTTI HANNO GIOITO KOL PIRATA.. HANNO VISSUTO KON LUI LE SUE VITTORIE E LE SUE VICISSITUDINI.. ED ORA KE SERVE UNA FIRMA.. NN NE VEDO MOLTE! TUTTI BRAVI A DIRE PANTANI E’ STATO IL PIU’ GRANDE DI TUTTI .. TUTTI BRAVI A DIRE.. E NESSUNO KE VERAMENTE HA IL KORAGGIO DI SKIERARSI A SUO FAVORE.. CRISTINA HO LETTO I TUOI MESS. TI E’ RIMASTA IMPRESSA QUELLA FRASE? BENE.. E L’ALTRA? I RAGAZZI KE MI KREDEVANO DEVONO PARLARE? SE KOSI’ HA SKRITTO.. NN TI PARE KE QUALKOSA DA DIRE CI SIA? TU AVRAI AVUTO ESPERIENZA DIRETTA KON I TOSSIKODIPENDENTI E QUESTO TI FA KAPIRE MEGLIO DI MOLTE ALTRE PERSONE KOSA VIVONO QUESTE PERSONE.. MA MARKO PANTANI E LA SUA STORIA ( OLTRE KE ALLA LETTERA) LA KONOSCI? A VOLTE E’ DAVVERO FACILE DISTRUGGERSI E DI MEZZI PER FARLO CE NE SONO UN’ INFINITA’... IL VOLER AUTOLESIONARSI AL PUNTO DI PERDERE LO STIMOLO DI VIVERE NN E’ SOLO UN SEMPLICE SKERZETTO POST DROGA... LE FONTI DI TALE DISAGIO SONO PRECEDENTI... NN TUTTE LE STORIE DI TOSSIKODIPENDENZA SONO IDENTIKE.. L’UOMO E’ UN SINGOLO INDIVIDUO A SE’ STANTE.. SAREBBE PRESUNTUOSO PENSARE KE OGNI TOSSIKODIPENDENTE ABBIA LO STESSO IMPULSO A DROGARSI O LE STESSE MOTIVAZIONI..O KE LE METODIKE PER RESTARNE INVISKIATI SIANO SEMPRE E SISTEMATIKAMENTE LE STESSE..( PER GIOKO O KURIOSITA’ KOME DICI..) ABUSARE VOLUTAMENTE DELLA FRAGILITA’ UMANA O KREARE DISAGI PROFONDI NELL’INTEGRITA’ DI UNA PERSONA E’ UN DELITTO.. MOLTI SONO GLI EVENTI KE HANNO PORTATO MARKO PANTANI SULLA STRADA DELLA DROGA.. E C’E’ QUALKOSA ALLE SPALLE ... PER QUESTO SI CERKANO I KOLPEVOLI..I RESPONSABILI.. SAREBBE INGIUSTO INVECE NN CERKARNE E FAR FINTA DI NULLA E LASCIARE KE STORIE KOME QUESTE RESTINO LI’ FERME A PRENDER POLVERE.. TANTO SONO KONKLUSE E LA PERSONA IN QUESTIONE E’ ORMAI DEFUNTA...SAREBBE INGIUSTO LASCIARE AFFOGARE LE PERSONE NELLA KONVINZIONE KE OGNIUNO E’ RESPONSABILE DI SE STESSO.. SAREBBE INGIUSTO NN AVER PROVATO O PROVARE DAVVERO A KOMPRENDERE I REALI PROBLEMI KE MARKO HA VISSUTO..E LASCIARE IMPUNITI I KARNEFICI .. FORSE POTRESTI PENSARE KE SIA INVECE INGIUSTO, KE SOLO PERKE’ ERA FAMOSO QUALKUNO VOGLIA ANKORA PENSARLO INNOCENTE.. DIFENDERLO .. E GLI ALTRI POVERETTI SENZA FAMA ? POTRESTI PENSARLO... MA PROPRIO PERKE’ MARKO E’ STATO UN SIMBOLO DELLO SPORT KOSI’ GRANDE, HA SUBITO IN MANIERA MOLTO PIU’ AMPLIFIKATA INGIUSTIZIE GRAVI E DIFFAMAZIONI DI STAMPO MONDIALE SULLE SPALLE, RIPERKOSSE POI NELLA PROPRIA INTERIORITA’ DI PERSONA SEMPLICE KOME LO SIAMO TUTTI NOI.. .. A DIFFERENZA DI ALTRE PERSONE E’ STATO ( E RESTERA’ PER SEMPRE) UN PERSONAGGIO ILLUSTRE.. PER QUESTO BOMBARDATO MEDIATIKAMENTE KOME POKI ALTRI, "ANKE NELLA SUA STESSA SITUAZIONE".. UNA POSIZIONE KE NN AUGURO A NESSUNO..TRADITO .. INGANNATO.. AKKUSATO.. DIFFAMATO..USATO.. TRATTATO PEGGIO DI UN MAFIOSO.. MARKO TANTE VOLTE HA FATTO KAPIRE KE AVEVA BISOGNO DI ESSERE AIUTATO E TUTELATO... NESSUNO HA ASKOLTATO VERAMENTE...NESSUNO E’ ANDATO IN SUO SOKKORSO.. SE QUALKUNO KE AVREBBE DOVUTO, L’AVESSE FATTO, PROBABILMENTE LA STORIA DI MARKO AVREBBE PRESO UNA PIEGA BEN DIVERSA.. E’ FACILE DIRE NESSUNO TI OBBLIGA A DROGARTI.. E’ UNA TUA SCELTA.. SEI TE IL RESPONSABILE DIRETTO..UNA KONKLUSIONE FACILISSIMA DA DARE.. OK ANKE SE A ME APPARE UN PENSIERO EGOISTIKO TI DIKO OK.. MA CERTO..LUI LO FACEVA VOLONTARIAMENTE.. PER AUTODISTRUGGERSI PERO’.. E RESTARE O ESSERE LASCIATI SOLI KON LE PROPRIE RESPONSABILITA’ IN SITUAZIONI DEL GENERE, NN LO TROVO UMANAMENTE KORRETTO....KI POTEVA AIUTARLO HA PROVATO.. MA A MARKO SERVIVA QUALKOSA DI PIU’...AVREBBE SUPERATO PROBABILMENTE LA DROGA.. SE CI FOSSERO STATE LE BASI ATTE A RISKATTARE LA SUA DIGNITA’ DI ESSERE UMANO ..DI UOMO.. SE QUALKUNO DEI RESPONSABILI DI FATTI MISERABILI FOSSERO STATI TRATTI ALLO SKOPERTO... LA DROGA E’ UNA KONSEGUENZA.. NN LA SUA DISFATTA PRINCIPALE.. ..TORMENTI E PROBLEMATIKE INFLITTE DAL MONDO ESTERNO KE CI UCCIDONO MORALMENTE ..POSSONO SPINGERE UN UOMO A VOLER MORIRE ANKE FISIKAMENTE..PER MARKO E’ STATO SOLO QUESTIONE DI TEMPO.. LO DISSE LUI STESSO POKO PRIMA KE MORISSE KE NN SAPEVA SE CI FOSSE PIU’ STATO UN DOMANI PER LUI...

E’ FACILE GIUDIKARE E KONKLUDERE KON POKE PAROLE LA STORIA E LE VICISSITUDINI DI UNA PERSONA.. SEKONDO ME PRIMA DI PRENDERE POSIZIONE BISOGNEREBBE PENSARCI BENE.. PERKE’ KOSI’ E’ FACILE E KOME AL SOLITO ZERO SOLIDARIETA’, OGNUNO VUOLE KIUDERE IL KAPITOLO CERTO DI AVER AVUTO LA KONKLUSIONE MIGLIORE ALLA STORIA DEL PERSONAGGIO MARKO PANTANI.. DI KUI SI E’ IN PARTE TESTIMONI.. MA LA STORIA VERA DI MARKO TUTT’ALTRO E’ KE FACILE..E TUTT’ALTRO KE KONKLUSA.. CERKIAMO I RESPONSABILI DI KI HA VOLUTAMENTE DISTRUTTO MARKO, MOLTO PRIMA DI QUALSIASI DROGA...ANZI CERKIAMO IL MODO DI ACCENDERE UN PUNTO LUCE SULLE FACCE DEI KOLPEVOLI KE POI’ TANTO SKONOSCIUTI NN SONO..SULLA VERITA’ KE PER TROPPO TEMPO E’ RIMASTA NASKOSTA.. KI HA KREDUTO IN MARKO SI ASTENGA DA GIUDIZI AFFRETTATI E KOMODI .. DAVVERO APRA GLI OKKI , LA MENTE E IL KUORE E SI UNISKA A KOLORO KE PORTANO AVANTI UNA BATTAGLIA DI CIVILTA’..

...CIAO LoveInside

    > Iniziativa per Marco Pantani
    2 agosto 2004

    ...lungi da me dar giudizi... lungi da me chiudere un capitolo con la soluzione migliore... Io ho buttato la un’idea... concreta e ben delineata: aiutare chi fa uso di droghe ad uscirne. Tutto qua. Lo sanno pure i muri che la droga è una conseguenza, ma è di quella conseguenza che muoiono migliaia di persone l’anno... e, come hai detto te loveinsaide, è la tappa finale. Ma è là che occorre essere presenti. E’ morto per la cocaina... non per chiacchiere... Sicuramente era morto già prima... non sto negando questo. E’ palese, evidente, scontato e chiaro a tutti. Ma, ripeto, ogni tossicodipendente ha a monte problemi che l’hanno portato ad autodistruggersi. Io mi sono limitata a lanciare un’idea.. Visto l’impatto che ha il nome di Marco PAntani ... promuovere iniziative a favore di chi ancora non è morto per i disagi che vive quotidianamente e dai quali cerca di scappare "evadendo": strutture. Iniziative a favore di strutture per recupero. Tutto qua. Far trovare sempre a chi è solo la possibilità di avere uno spazio per "ricostruirsi" una vita ed una dignità. Colmare la solitudine che a gran voce urlava pure Marco. Nè un giudizio nè la presunzione di voler mettere la parola fine ad un capitolo che non sarà l’ultimo. L’egoismo è cercare a tutti i costi un capro espiatorio per mettere a tacere la propria coscienza.. la propria volontà di trovar qualcuno a cui addossare la colpa... Non dico che non ci siano colpevoli... per carità. Sto solo chiedendo a gran voce che quello per cui ci si indegna oggi non debba accadere un domani. Trovare e far pagare i colpevoli di questa storia, non riporterà in vita Marco... nè renderà più limpido il ricordo d’imprese che gli appartengono, ci appartengono e, nonostante tutto, visto il vespaio che si è sollevato, mai è stato oscurato. MAI! Io penso che pure lui, se avesse superato i problemi, e se ora fosse quindi ancora in vita, dedicherebbe parte del suo tempo a dare una mano a chi ne ha bisogno... concretamente. Solo concretamente. Con presenza, tempo, denaro... Tutto qua. Sperando di non creare polemiche ulteriormente... Cristina.
    > Iniziativa per Marco Pantani
    10 febbraio 2005

    Ciao, devo dire un paio di cose: sono parzialmente d’accordo con Cristina, non è giusto dire "E’ vero, drogati, sei fragile", ma bisogna aiutare chi ha bisogno, la commiserazione non l’aiuta certo, tantomeno adesso (alt, non sto dicendo che è sbagliato ricordarlo come un grande campione, come è indubbiamente stato). E non lo si può nemmeno giustificare, perché se non è colpa SOLO sua, certo è ANCHE colpa sua (vedi la fragilità..) Altri grandi campioni si sono rovinati (Maradona, ad esempio), e i tifosi del Napoli lo osannano comunque, per il grande campione che è stato. Vogliamo andare a cercare le cause del dolore e della disperazione di queste persone? Hai detto giustamente "Tormenti e problematiche inflitte dal mondo esterno che ci uccidono moralmente". Bene, il rimedio sarebbe dunque il suicidio di massa, o l’omicidio di massa. Oppure.. si rimane in vita e si lotta con le proprie forze, fino alla fine. Chi, da adolescente, non ha pensato al suicidio? quanti l’hanno fatto? Io odio l’essere umano per il male che fa, per la sua essenza egoistica, pertanto lo odio ancora di più quando succedono queste cose, ma se una persona si comporta così, e pone fine alla sua vita, certo non la posso approvare, altrimenti mi sarei ucciso già tempo fa...

    Un’altra cosa: sai che tutte le K che metti in ciò che scrivi sono deleterie per l’attenzione e la comprensione delle tue parole?

    Ciao ciao

> Iniziativa per Marco Pantani
21 aprile 2005, di : LoveInside

LE PUBBLIKE PIAZZE D INTERNET SERVONO PER DIALOGARE.. KONFRONTARSI E SKAMBIARE OPINIONI..O INFORMAZIONI, RIGUARDO AL FARE POLEMIKA ANKE IO PREFERIREI EVITARE.. BEN VENGANO LE IDEE.. NN HO RISPOSTO CERTO PER KRITIKARE QUESTO.. MA BENSI’ PER PRECISARE KE LA TUA IDEA SI SUSSEGUIVA AD UNA SPECIFIKA RIKIESTA DI FIRME PER AKKRESCERE IL NUMERO DELLE FIRME GIA’ PRESENTI "NELLA LETTERA INIZIATIVA", NATA GIA’ DA TEMPO ED IN CIRKOLAZIONE SU DIVERSI FORUM E SITI.. LETTERA KE SEGUE UNA LINEA PRECISA.. SEGUE IL FILO DI UNA BATTAGLIA ANKORA APERTA PER MOTIVAZIONI ESISTENTI..E KE ORMAI E’ UN’INIZIATIVA GIA’ ATTUATA E KONKLUSA..MA CE NE SARANNO ALTRE E SEMPRE KON LO STESSO SPIRITO E SKOPO..

SEMMAI SEMBRAVA A ME KE TU AVESSI APERTO UNA POLEMIKA SUL FATTO DI ESSERE EGOSTI E CERKARE PER FORZA DI FARE DI MARKO PANTANI UN KAPRO ESPIATORIO.. DI UNA INUTILE RICERKA DI KOLPEVOLI..E SPREKO DI ENERGIE KE POTREBBERO ESSERE MEGLIO UTILIZZATE SE ATTRAVERSO L’"USO " DEL NOME FAMOSO DI MARKO (E DELLE KAUSE DELLA SUA MORTE) SI CERKA DI AIUTARE KI SKAPPA DALLA REALTA’ ATTRAVERSO LE DROGHE.. MARKO HAI DETTO KE E’ MORTO PER KOKAINA E NN PER KIAKKIERE.. MA POI DICI KE ERA GIA’ MORTO PRIMA.....(!!) SENZA NULLA TOGLIERE AL LODEVOLE IMPEGNO KE POTREBBE ESSERCI IN UNA LOTTA MOTIVATA ALLA DROGA..E DI KOLORO KE LA KONDUKONO..O ALL’AIUTO RIABILITATIVO ALLA VITA DI KI NE FA’ USO..BEN VENGANO IDEE KOME LA TUA.. E’ PIU’ KE NORMALE KE SI SPERI KE NESSUN’ALTRO PIU’ MUOIA DI DROGA.. O SOFFRA DI UNA SOLITUDINE LOGORANTE..MA "NOI SIAMO I TIFOSI DI UN GRANDE CIKLISTA".. SIAMO KOINVOLTI NELLA SUA STORIA.. SIA DI KAMPIONE, KE DI UOMO..QUINDI SIA DELLA MORTE FISIKA DEL 14 FEBBRAIO..SIA DI QUELLA DOPO IL 5 GIUGNO 99..

QUANDO DICEVO KE E’ KOMODO TROVARE LA KONKLUSIONE AL KAPITOLO DI MARKO PANTANI, NN MI RIFERIVO AD EVENTI FUTURI AI DANNI DI ALTRE PERSONE (KE SPERO NN AKKADANO PIU’) MA APPUNTO A QUELLO DELLA STORIA DI PANTANI!.. PER DIVERSE PERSONE IL KAPITOLO "NN" E’ KIUSO (PER FORTUNA) .. SOLUZIONE RIPETO DI KOMODO VOLER GUARDARE AVANTI..VOLER SALVARE O AIUTARE IL PROSSIMO SENZA AVER DAVVERO KOMPRESO KOSA E’ AKKADUTO VERAMENTE ALLA VITTIMA PRECEDENTE.... TUTTI SANNO.. MA SEI SIKURA? IO NN NE SONO PER NULLA KONVINTA KE TUTTI SANNO.. E SE SANNO.. KOSA SANNO?? LE 4 BUGIE SPIATTELLATE DA ALKUNI GIORNALI?

IO NN KREDO SAI..A ME NN SEMBRA DAVVERO.. LA TRAMA DELLA STORIA NN SI E’ LETTA DAVVERO TUTTA..SE SI VUOLE ARRIVARE AD UNA KONKLUSIONE, AD UN GIUDIZIO VELOCE PERKE’ KI SA’ NN PUO’ ARRIVARE A TRARRE KONKLUSIONI KON UN POST DI 30 RIGHE..E SE SI SA’ NN DICE KE SI VUOLE TROVARE UN KOLPEVOLE "PER FORZA".. VISTO KE SE KONOSCE I FATTI SA BENE KE I RESPONSABILI CI SONO...E NN TROVO GIUSTIZIA A LASCIARE KORRERE .. A LASCIARE KE TUTTO SKORRA TRANQUILLAMENTE SE PERSONAGGI KOLPEVOLI CI SONO.. SE OGNIUNO E’ RESPONSABILE DI SE STESSO, PANTANI E’ MORTO PER KAUSA SUA E DELLA SUA KONDOTTA.. E ALLORA KI HA ABUSATO DI UN ESSERE UMANO, KI HA USATO QUESTO RAGAZZO UGUALMENTE AVRA’ DELLE RESPONSABILITA’.. MA NN DOVREBBERO PAGARE SOLO PERKE’ SI NASKONDONO DIETRO GROSSE ORGANIZZAZIONI? O PERKE’ IL LORO LAVORO KONSISTEVA NEL FARE DI MARKO IL SAKRIFICIO NECESSARIO A SALVARE LA FACCIA ALLO SPORT ED AI POTENTI? VEDI... NN E’ KE LE PERSONE NN HANNO NULLA DA FARE E ALLORA INVENTANO LA STORIA DEL KAPRO ESPIATORIO.. E SE FOSSE KOSI’? SE MARKO LO FOSSE STATO(E STAI CERTA KE LO E’ STATO..) SAREBBE DAVVERO KOSI’ EGOISTA RIVENDIKARE KE PERSONAGGI AMBIGUI SI AKKOLLINO LE PROPRIE DOVEROSE RESPONSABILITA’?

NN DEVI KIEDERLO A GRAN VOCE DI AIUTARE I DROGATI A PERSONE KE FANNO TALI INIZIATIVE, PERKE’ FATTI KOME QUESTI NN AKKADANO PIU’.. PERKE’ E’ LA STESSA KOSA KE KON LA NOSTRA PIKKOLA VOCE, STIAMO CERKANDO DI FARE!! TROVARE TALI PERSONE NN RIPORTERA’ MARKO IN VITA MA STAI CERTA KE RENDERA’ MOOOLTO PIU’ LIMPIDE NN SOLO LE SUE IMPRESE MA ANKE UNA VERITA’ KE ORA TANTO LIMPIDA NN E’.. SOLLEVERA’ IL KUORE NN SOLO DEI FAMILIARI DI MARKO MA ANKE DI TUTTE LE PERSONE KE LO AMANO E KREDONO IN LUI... E KE HANNO SOFFERTO PER LE FERITE KE EGLI HA SUBITO IN QUASI 5 ANNI DI INFERNO E FANGO GETTATOGLI ADDOSSO GRATUITAMENTE...E PIU’ SI RIBELLAVA A QUESTA KONDOTTA DI PIKKOLI GRETTI UOMINI .. PIU’ VENIVA BOMBARDATO..

"SONO STATO UMILIATO PER NULLA" SETTE PROKURE.. MANKO FOSSE STATO UN MAFIOSO.. PROCESSI SU PROCESSI DOPO IL 5/6/99 MANKO AVESSE FATTO UNA STRAGE DI SANGUE..ESAMI KOMPLIKATI KOME FOSSE UN MALATO TERMINALE...ESAMI PERSINO NELLE PARTI INTIME ...AKKUSATO DI ESSERE DIPENDENTE DAL DOPING KON UN MIDOLLO SPINALE IN FASE DI LOGOROSO DISFACIMENTO...VOLTAFACCIA DA KI STA NEL TUO STESSO AMBIENTE E KONOSCE LA VERITA’..NESSUN AIUTO.. (E RIKORDO A KI STA LEGGENDO QUESTO POST KE L’AUTOPSIA HA MESSO IN LUCE LA VERITA’ DI MARKO.. IL SUO MIDOLLO ERA INTATTO ..NORMALE..) SOLDI.. SPONSOR.. SKOMMESSE SPORTIVE KLANDESTINE..INVIDIE, INDAGINI DETTAGLIATE PER STRONKARE LA KARRIERA AD UN PERSONAGGIO POPOLARISSIMO KE E’ SERVITO PER I LORO SKOPI..SALE SULLA BICI E LO FANNO RISCENDERE KOME E QUANDO HANNO VOLUTO LORO, PUSHER KE SI SONO APPROFITTATI KOME SAREBBE POTUTO AKKADERE A UN QUALSIASI RAGAZZO IN DIFFIKOLTA’ ..SOLO KE LUI AVEVA UN PO’ DI SOLDI QUINDI UN KLIENTE KE FACEVA GOLA.. ETC.ETC.ETC. MARKO E’ DIVENTATO UN PERSONAGGIO INGOMBRANTE E NN SOLO .. ANKE IL PERSONAGGIO ADATTO PER IMPERSONIFIKARE LO SKANDALO..PER ATTIRARE SU DI SE’ UN’ATTENZIONE POPOLARE KE IN QUEL MOMENTO SI DOVEVA MANTENERE DISTRATTA "DA ALTRI FATTI..." MA GUARDA... ALTRI NELLA STESSA POSIZIONE DI MARKO NN HANNO AVUTO KOSI’ TANTI KASINI.. SOLO SE SI GUARDA PIU’ A FONDO SI RIESCE A SKORGERE DIETRO AL FANGO GETTATO AGLI OKKI DI KI HA SEGUITO LA STORIA ATTRAVERSO LE TESTATE GIORNALISTIKE KE LA VERITA’ E’ UN’ALTRA... UNA VOLTA KE SI GUARDA DAVVERO KOME FAI A DIRE .. PAZIENZA E’ MORTO GUARDIAMO AVANTI? KARA CRISTINA LA TUA IDEA E’ MOLTO NOBILE E DECISAMENTE SAREBBE BELLO SE NESSUNO PIU’ DOVESSE RIFUGIARSI NEGLI ILLUSIONARI STATI PROTETTIVI OFFERTI TEMPORANEAMENTE DALLE DROGHE...O TROVARE I MEZZI PER AIUTARE KI SI TROVA IN QUELLA KONDIZIONE AD USCIRNE.. TALI MEZZI SONO GIA’ ESISTENTI KMQ.. POI SULL’EFFICENZA DI TALI MEZZI NN DISKUTO.. ..MA LASCIAMI DIRE KE PIU’ SI USA IL NOME DI PANTANI ...E PIU’ SI USA LA KAUSA DI MORTE DI MARKO (SOLO IN QUESTA DIREZIONE),PIU’ VIENE RELEGATA SOLO ED ESKUSIVAMENTE ALL’ USO DELLA KOKAINA, PIU’ SI LASCIA KE QUESTI EVENTI SPIACEVOLI POSSANO RIAKKADERE ANKORA.. (PERKE’ SI RAFFORZA UN ALIBI KE VA A KOPRIRE UN’ALTRA VERITA’ KE STA PRIMA DELLA SNIFFATA DI UN TOSSIKODIPENDENTE KE SI E’ UCCISO PER DEBOLEZZA DI KARATTERE) PERKE’ SI LASCIANO IN CIRKOLAZIONE LE KAUSE PRINCIPALI KE SPINGONO UNA PERSONA DI BUONA SALUTE E IN BUONO STATO PSIKIKO A RIKORRERNE..E PREVENIRE E’ MEGLIO KE KURARE.. ..RIKORDIAMOCI ANKE KE MARKO ERA UNO SPORTIVO..UN KAMPIONE..E HA VISSUTO UNA STORIA KE DIFFICILMENTE NEL SUO AMBIENTE SI RIPETERA’.. NN ERA UNA PERSONA QUALSIASI.. SE LE KAUSE DI MARKO SONO NASKOSTE MA IN BUONA PARTE SI KONOSKONO ALLORA PERKE’ NN CERKARE DI KOMBATTERE TALI KAUSE? E’ PROBABILE KE MOLTI ALTRI CIKLISTI (E SPORTIVI IN GENERE.. KALCIO.. GIOKI OLIMPICI.. ETC.) VIVONO SITUAZIONI ANALOGHE.. (KE MAI SARANNO DELLA PORTATA VERGOGNOSA KOME NEI KONFRONTI DI PANTANI PER FORTUNA). IL PROBLEMA DI KONDOTTE AMORALI AI DANNI DI ATLETI ED ATLETE NN SI ESTINGUE KON LA MORTE DI MARKO... NE’ TANTOMENO IL PROBLEMA DOPING..(PERKE’ NN ERA MARKO IL DOPING!!) E NEANKE PURTROPPO IL PROBLEMA DELLA DROGA...LI SI PUO’ AIUTARE A RIABILITARSI.. MA LA DROGA ESISTERA’ ANKORA NELLE STRADE.. E QUALKUNO POTREBBE KONTINUARE A VOLER FUGGIRE DALLA REALTA’..O DOVER SCEGLIERE QUELLA KOME UNIKA VIA.. NOI SIAMO SEMPLICI TIFOSI DI MARKO PANTANI.. NN EGOISTI.. CERKIAMO ALLENZE KON KIUNQUE VOGLIA UNIRSI.. NN SERVONO POLEMIKE POI SULLE BUONE INIZIATIVE PER AIUTARE IL PROSSIMO, OVVIAMENTE KONKORDO KON TE MA DOPO TUTTO QUESTO SKRITTO SPERO KE KAPIRAI KE IL NOSTRO DISKORSO E’ UN’ALTRO.. E SE TI SEMBRA INSENSATO TI INVITO A GUARDARE KOME SI STA TRATTANDO LE AKKUSE ED IL PROCESSO ALLA JUVE E AD I SUOI KAMPIONI.. VUOI SKOMMETTERE KE NN ANDRA’ KOME PER MARKO?? VUOI VEDERE KE IL POTERE PROTEGGERA’ SEMPRE SE STESSO?? .. SE KOSI’ AKKADRA’ NN TI PARE KE C’E’ UNA STRANA DISPARITA’ DI TRATTAMENTO TRA ATLETI? .. E GUARDA KE LA DIFFERENZA DI TRATTAMENTO HA ALLA BASE UN PIANO LOGIKO E BEN DEFINITO DA KOLORO KE LE PEDINE LE MUOVONO..E NN PARLO SOLO DI ATLETI..

MARKO SENZ’ALTRO AVREBBE FORNITO E OFFERTO IL SUO AIUTO AI PIU’ DEBOLI.. KOME GIA’ INFATTI FACEVA IN VITA..( ESSENDO ANKE IL PADRINO DI UNA FONDAZIONE A SKOPO BENEFIKO) E KOME HA SEMPRE AIUTATO ANKE I BAMBINI O SEMPLICEMENTE KON GRAN KUORE ALKUNI KOLLEGHI IN DIFFIKOLTA’... MA VISTO KE LUI NN NE HA RICEVUTO AL MOMENTO DEL BISOGNO, LA MIA POSIZIONE PERSONALE E’ QUELLA DI FARE QUALKOSA ANKE ORA.. (MEGLIO TARDI KE MAI) PER RESTARE AKKANTO AD UNA PERSONA KE NESSUNO HA VERAMENTE AIUTATO..KAPITO, UN RAGAZZO KE DI AIUTO AVEVA BISOGNO .. E KE NE HA ANKORA... MARKO ERA UNA PERSONA VERA! E IO LA AMO QUESTA SUA PERSONA KE MI MANKA TERRIBILMENTE.. E KE PER KOLPA DI TANTE KOSE NEGATIVE ORA NN C’E’ PIU’.. LA SUA VOCE SIAMO NOI.. SE NOI GUARDIAMO AVANTI, LA STORIA FINISCE QUI... E SKUSA LA RIPETIZIONE.. LA STORIA NN SI E’ KONKLUSA.. E MOLTI VOGLIONO KE SI DIMENTIKI.. SKUSA ANKE SE MI SONO DILUNGATA .. NN ERA INTENZIONE FARE POLEMIKA SOLO APRIRE IL DISKORSO IN MANIERA UN POKINO PIU’ AMPIA..

KMQ EKKO SPIEGATO ALLA MENO PEGGIO LE MOTIVAZIONI KE SPINGONO MOLTE PERSONE .. TRA LE QUALI ME A PARLARE ANKORA DI PANTANI.. E DI CERKARE ANKORA DI FAR LUCE SU UNA VERITA’ KE E’ STATA NASKOSTA..E IN KUI MARKO HA SPERATO FINO ALL’ULTIMO.. IL DISKORSO DELLA DROGA SENZA OFFENDERE UNA KAUSA KOSI’ ALTA, NN APPARTIENE A QUESTO FILONE DI TIFOSI .. NN E’ LA STRADA KE SI INTRAPRENDERA’ ..CIAO LOVEINSIDE

> Iniziativa per Marco Pantani
21 aprile 2005, di : LoveInside

PER SENZANIK.. NON E’ SOLO KOLPA SUA MA ANKE SUA DICI...

LA KOLPA DI PANTANI E’ DI ESSERE NATO IN ITALIA... PAESE DOVE OGNIUNO SI PARA IL PROPRIO DIDIETRO.. DOVE HA INKONTRATO AMICI FALSI KE LO HANNO SFRUTTATO .. DOVE HA TROVATO UN PAESE KE NN HA TUTELATO UN KAMPIONE DEL SUO KALIBRO.. IN ALTRI PAESI LO AVREBBERO TRATTATO KOME UN GIOIELLO IRRIPETIBILMENTE TALENTUOSO DI QUELLO SPORT.. LA KOLPA DI PANTANI E’ DI NN ESSERSI INKINATO .. NN AVER ABBASSATO LA TESTA DAVANTI AI POTENTI.. DI AVER KREDUTO NELLA GIUSTIZIA.. (ALL’INIZIO ALMENO CI HA SPERATO).. LA SUA KOLPA E’ DI NN AVER AGITO KOME ALTRI NELLA SUA STESSA SITUAZIONE (SIMONI-FRIGO-GARZELLI-GOTTI ETC.)E AVER ACCESO UNA BOMBA AD OROLOGERIA SIA DA PARTE DI KI NN HA RICEVUTO IL SUO INKINO SIA DENTRO SE STESSO.. KOLPA DI NN AVER ACCETTATO DI PRENDERSI LA NOMINA DEL SOLO GRAN DOPATO DELLA SITUAZIONE.. KOLPA DI AMARE LA SUA BICI IN MANIERA VISCERALE E AVER KREDUTO DI POTER KONTINUARE A KORRERE.. KOLPA DI PENSARE KE A BATTERSI PER UNA GIUSTA KAUSA POI IL BENE VINCE.. KOLPA DICI?? EVIDENTEMENTE TI RIFERIRAI ALLA KOLPA DI ESSERSI RIFUGIATO NELLA SOSTANZA... MA A QUESTO PUNTO.. SI PARLA FACILMENTE DI FRAGILITA’..DI KARATTERE DIMENTIKANDOCI KE MARKO NN ERA FRAGILE MA KOMPLESSO...NN ERA UN DEBOLE, KADERE IN QUELLA TRAPPOLA RENDEREBBE FRAGILE KIUNQUE..POI SI PUO’ KRITIKARE LA SUA SCELTA.. E LA KRITIKO ANKE IO.. SE NN AVESSE INKONTRATO QUELLA STRADA DAVANTI A SE ..ORA SAREBBE ANKORA VIVO FORSE.. MA IO NN VEDO ALKUNA KOLPA... RIGUARDO ALLA RICERKA DI KOLPE.. KOME HO GIA’ DETTO SI’ ..NOI CERKIAMO LA VERITA’.. KE NN E’ UN KONCETTO ASTRATTO.. E IL SUICIDIO DI MASSA NN CENTRA NULLA.. SEI FUORI TEMA.. IL SUICIDIO NN CENTRA NULLA KON PANTANI.. SI PARLA DI KONDOTTE SPORTIVE, GIURIDIKE, E CERTO ANKE UMANE INFLITTE AD UN RAGAZZO KE E’ MORTO DOPO ANNI ED ANNI DI SOFFERENZE.

QUI SI RIPORTA IL DISKORSO SULLA KOMPASSIONE E LA GIUSTIFIKAZIONE...LA NOSTRA NN E’ KOMPASSIONE..E LA GIUSTIFIKAZIONE C’E’ INVECE.. PER UN’INFINITA’ DI MOTIVI..KE TI RENDEREBBERO LA DIFFIKOLTOSA LETTURA TRA LE K MOLTO PIU’ LUNGA...E APPROPOSITO MI SPIACE KE LE K TI DISTURBINO LA LETTURA MA NN LO TROVO UN PROBLEMA, L’IMPORTANTE E’ IL KONTENUTO..e se e’ quello ke ti interessa penso ke sei in grado di superare una k.. altrimenti nn fa nulla..pazienza CIAO

    mio giudizio
    25 agosto 2005

    Ottima Cristina ..... conoscevate Marco prima del ’99 giù dalla sella... anche allora era abbastanza irrequieto. Quindi c’era una già una base come a tutte le persone che hanno problemi. Tifoso non vuol dire essere cieco. poco intelligente risposta sulle K era solo una constatazione che ha ricevuto una risposta arrogante.
    > Grazie...
    6 settembre 2005

    Le martedì 6 settembre 2005 ....qualcuno ha capito cosa intendessi... purtroppo quando una persona ricorre all’uso di droghe, può essere un perfetto sconosciuto od un grandissimo campione, il problema che la spinge ad intrapendere un cammino così autodistruttivo è il medesimo: l’incapacità di vivere ed affrontarsi... Sottolineavo solo che per i grandi campioni, non si sa perchè, c’è sempre più tollereanza e rispetto per la persona, che non viene mai additata come accade ai tossicodipendenti "anonimi".... e non dico che questo non sia giusto... dico solo che si dovrebbe avere la stessa volontà di cercare di comprendere un problema così grande con tutti.. Solo così, forse, si potrebbe dare una mano ai migliaia di Marco Pantani o Diego Maradona che ci sono al mondo... Cristina.