Il ricordo di Guido Rossa

Guido Rossa era un operaio Italsider di Genova, delegato Cgil e militante del Pci che ha pagato con la vita...

di Luigi Boggio - venerdì 21 gennaio 2022 - 1673 letture

Domenica 23 gennaio ore 10, si ritorna in uno dei luoghi più raccolti e significativi della piazza di Lentini dedicata a Guido Rossa, assassinato da un gruppo di fuoco delle Brigate Rosse per ricordarlo. Guido Rossa era un operaio Italsider di Genova, delegato Cgil e militante del Pci che ha pagato con la vita per aver indicato, e poi testimoniato nel processo, i componenti della cellula brigatista che operava in fabbrica.

Per l’operaio Italsider non è stata una delazione, ma il coraggio di una scelta, che contribuì a squarciare quel muro di silenzio esistente in alcune fabbriche in cui si faceva strada lo slogan < né con le Br né con lo Stato >. Non è stato solo il comunista Guido Rossa ad essere ucciso in quel periodo. Sotto il fuoco delle P38 cadevano uomini delle istituzioni, magistrati e politici. Il più clamoroso il sequestro e l’uccisione del segretario della Dc on. Aldo Moro. L’uomo dell’apertura ai comunisti per creare le condizioni dell’innovazione del sistema e la creazione delle condizioni dell’alternanza. Delle menti raffinate, ancora sconosciute, capirono il disegno per una società più aperta e la stessa evoluzione della politica. Da quei giorni terribili che hanno sfregiato luoghi come le stragi nere e i morti per strada che hanno spezzato vite e affetti non è venuto fuori il volto di un’altra Italia, ma quello più oscuro e reticente. Spaccato nella realtà e nei valori.

Domenica non potrò non esserci perché quel periodo l’ho vissuto pensando alla vita delle persone chiunque fossero, al dolore delle famiglie e alle sorti del mio Paese.

PNG - 517.2 Kb
Guido Rossa


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -