Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Il Centro Filarmonico di Savoca

Inaugurato nel piccolo paese del messinese un centro culturale dedicato alla musica

di Alice Molino - mercoledì 20 marzo 2024 - 1259 letture

Tra le sinuose e medievali vie dell’antico borgo di Savoca, nell’entroterra jonico messinese, si giunge al Centro Filarmonico. Nasce come chiesa nel 1621 ad opera dei Frati Minori Conventuali di San Francesco e dedicata a Sant’Antonio di Padova ma nominata dai Savocesi come la Chiesa dell’Immacolata.

L’opera di culto durò fino al 1940, l’anno in cui la struttura decadente fu abbandonata e i beni, di fatto, furono trasferiti presso la vicina chiesa di San Nicolò. Una prima fase di recupero iniziò nel 1998, la chiesa sconsacrata fu restaurata e al suo interno fu realizzata una costruzione lignea che riproduceva idealmente l’Arca biblica, sfruttando oltretutto l’ottima acustica restituita dal legno.

Nel corso degli anni quindi si è trasformata in un importante centro di cultura, non solo per i Savocesi, ma anche per l’intera Riviera Jonica. Una situazione che si mantenne inalterata fino al 2019, quando l’amministrazione locale fu costretta a riprendere i lavori di restauro per garantire la conservazione nel tempo della struttura.

Si giunge così ai giorni nostri e alla sua definitiva trasformazione in Centro Filarmonico, la cui inaugurazione si è celebrata domenica 17 marzo, restituita nel suo splendore alla cittadinanza locale e ai numerosissimi turisti di ogni parte del mondo che ogni anno si riversano tra le stradine di questo affascinante borgo siciliano.

Le note musicali hanno accompagnato l’inaugurazione, che hanno dato inizio alla celebrazione, seguita da un breve discorso di ringraziamento da parte del sindaco Massimo Stracuzzi che ha ringraziato per il lavoro profuso dalla giunta locale ed ha accompagnato i visitatori all’interno dove hanno potuto assistere alla proiezione di un breve video, testimonianza delle varie fasi del restauro.

È seguito, come previsto dal programma, il concerto tenuto dalla Bellini Brass Group, impeccabile esibizione che ha trascinato il pubblico al piano superiore della struttura, beneficiando al massimo dell’acustica.

Un ensemble strumentale che ha unito il pubblico intervenuto e la Associazione Musicale Vincenzo Bellini di Santa Teresa di Riva. Nata nel 2014 per volontà di Carmelo Garufi e supportato dai colleghi musicisti, ha come obiettivo la valorizzazione degli artisti locali attraverso iniziative concertistiche e didattiche.

Il gruppo è composto da due trombe, Carmelo Garufi e Giuseppe Ruggeri, un trombone, Camillo Pavone, al corno Thomas Curcuruto, alla tuba Giovanni Zizzo e alle percussioni Eugenio Garufi. Un programma vario e versatile, con una attenta rilettura di brani arrangiati e adattati per questo organico. Eccezionalmente diretti, almeno per la prima parte del concerto, da Antonio Manuli. Un concerto che ha entusiasmato ed emozionato gli astanti presenti.

La serata si è conclusa con un buffet dolce e salato, organizzato da Gina Ferraro.

JPEG - 86.6 Kb
Centro Filarmonico
JPEG - 124.9 Kb
Centro Filarmonico
JPEG - 86.7 Kb
Centro Filarmonico
JPEG - 98.9 Kb
Centro Filarmonico
JPEG - 113.3 Kb
Centro Filarmonico
JPEG - 119.1 Kb
IMG_0321
JPEG - 107.3 Kb
IMG_0322
JPEG - 157.7 Kb
Centro Filarmonico


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -