Grazie, Sepulveda, grazie

di Ugo Giansiracusa - venerdì 17 aprile 2020 - 868 letture

A casa mia non collezionismo nulla. Palle di neve, quadretti di mare, francobolli, monete. Nulla.

Neppure autografi.

Ne abbiamo solo uno. Quello di Luis Sepulveda. Ce lo ha fatto sulla nostra copia di "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare". È capitato nella nostra città, esattamente nella libreria in cui lavoro e ho colto l’occasione.

Perché a casa nostra amiamo profondamente questo libro che può essere letto ai bambini, ai ragazzi e agli adulti ed essere sempre una scoperta. Amore, differenze, unione, coraggio, accoglienza, poesia, forza, libertà, empatia.

In questo libro c’è tutto il nostro mondo. Quello che vorremmo. Quello che ci piacerebbe.

Un enorme grazie al maestro Sepulveda per tutto quello che ha scritto. Per la sua sconfinata voglia di raccontare la parte migliore dell’essere umano.

Non ci potrai regalare nuove storie ma noi potremo leggere e rileggere tutto ciò che ci hai già raccontato.

Grazie, per sempre grazie.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -