Sei all'interno di >> GiroBlog | Viareggio News |

ESTATE IN VERSILIA : STAGIONE DI SOLE E… DI VIAGRA

Perché nella stagione estiva le vendite di questa categoria di farmaci sembrano esplodere in Versilia, con aumenti che si possono calcolare anche in oltre due volte rispetto alle altre stagioni...
par Letizia Tassinari - dimanche 19 octobre 2008 - 6333 letture

La fine di una stagione estiva è spesso tempo di bilanci : dati sulle affluenze turistiche, indici di occupazione alberghiera, conteggi di introiti e perdite, e chi piu’ ne ha piu’ ne metta, magari con qualche preoccupazione e strascico polemico tra categorie economiche o partiti politici. Tra i tanti “bilanci di fine stagione” certamente un consuntivo meno pesante, e magari un po’ curioso, potrebbe essere la valutazione delle vendite estive dei farmaci “salva…maschietto” : la grande famiglia del Viagra e sui discendenti.

Eh si ! Perché nella stagione estiva le vendite di questa categoria di farmaci sembrano esplodere in Versilia, con aumenti che si possono calcolare anche in oltre due volte rispetto alle altre stagioni. Nei mesi invernali è nota una vendita media di farmaci Viagra, il classico, e Cialis, la pasticca delle 48 ore e oltre di effetto, stimabile in 7-8000 confezioni che improvvisamente balzano a oltre 15.000 nella caliente estate. Pur nella ovvia approssimazione di queste cifre il salto è di tutto rispetto. Motivi ? L’aumento transitorio della popolazione è certamente già una possibile spiegazione ma da solo è sufficiente a motivare simili numeri ? Proviamo a chiederlo al dottor Luca Lunardini, Uro-Andrologo della nostra ASL nonché Sindaco di Viareggio : “In effetti il dato appare realistico.

Questi farmaci hanno rivoluzionato la terapia dell’impotenza e per la loro dimostrata efficacia e la loro ottima tollerabilità sono diventati punto di riferimento farmacologico per la cura del deficit erettile in pazienti di ogni età e con ogni patologia. Malati con problemi sessuali per diabete, pressione alta, problemi di circolazione, disfunzioni ormonali o anche psicologiche, rispondono in genere molto bene a questi farmaci e con scarsissimi effetti indesiderati”. Ora, se si parte dal presupposto che in Italia secondo studi recenti quasi il 15% dei maschi tra i 40 ed i 70 anni soffre di questi disturbi, possiamo azzardare che, tra i residenti nella nostra ridente Versilia, gli uomini che hanno un qualche “problemino” siano quasi 10.000 ! Un numero certamente compatibile con le cifre dei farmaci venduti. Per il fenomeno estivo ovviamente l’aumento delle presenze ne sembra la principale spiegazione.

Ma, se poi vogliamo sbrigliare, e neppure troppo, l’ immaginazione, potremmo anche pensare all’estate come un momento di particolare spensieratezza, o trasgressione, e di piu’ facili incontri che una zona turistica come Viareggio, e la Versilia, non può che favorire. “ E’ nozione comune - spiega Lunardini - come l’esposizione al sole generi un po’ in tutti una sensazione di benessere psico-fisico, che nulla impedisce possa favorire un maggiore desiderio sessuale”. La libido estiva non è solo psicologica. “Vero. Ha anche una precisa base neuro-ormonale che ritroviamo in una singolare sindrome il cui nome inglese è SAD (Seasonal Affective Disorder)”. In fondo la conosciamo un po’ tutti quella strana, lieve, depressione che spesso ci coglie con l’arrivo dell’inverno, quando la luce del sole è più scarsa e le giornate sono più brevi.

Quindi se oltre al sole ci mettiamo le ferie e il maggior tempo disponibile… i “conti” estivi tornano.

VIAGRA TAROCCATO : ATTENZIONE

Recentissimi fatti di cronoca, come l’arresto effettuato la scorsa estate dalle Forze dell’Ordine di un gruppo di spacciatori di stupefacenti e… Cialis, pone l’attenzione sul particolare, e crescente, mercato abusivo dei farmaci in genere e di quelli per combattere l’impotenza in particolare. Un commercio di cui abbiamo chiesto notizie sempre all’esperto. “Il fenomeno del mercato abusivo dei farmaci contro l’impotenza è un fenomeno crescente – ci conferma Lunardini. Si calcola che siano venduti così quasi un terzo dei prodotti in questione. Un mercato illegale potenzialmente molto pericoloso, considerazione che d’altronde vale per ogni farmaco “taroccato” che un paziente avesse la sventura di assumere”. Medicinali come Viagra o Cialis non hanno effetti placebo e non sono eccentrici rimedi da fattucchiera ma farmaci veri a tutti gli effetti con i pregi ed i difetti di tutte le sostanze che hanno il compito di modificare, ci si augura in meglio, il funzionamento dell’organismo. “Questa categoria, chiamata scientificamente inibitori delle fosfodiesterasi – spiega l’urologo - è composta essenzialmente da vasodilatatori che, determinando l’allargamento dei vasi del pene, favoriscono così l’ erezione”. In quanto vasodilatatori hanno perciò possibili effetti collaterali ben noti : abbassamento della pressione, rossore della cute, cefalea e precise controindicazioni quali l’assunzione in contemporanea di altri farmaci. E’ perciò ovvio come già una loro assunzione al di fuori del controllo medico potrebbe essere pericolosa. Possiamo quindi immaginare quali possibili intossicazioni o danni potrebbero aversi con Viagra o Cialis taroccati, di cui non si conosce l’esatta composizione chimica e di cui nessuno se ne fa legalmente garante ! “Mi riferisco innanzitutto – precisa Lunardini - al mercato non controllato di Internet dove se ne possono acquistare in quantitativi industriali, ma, ovviamente, anche alla distribuzione diretta di spacciatori al dettaglio che porgono le sostanze più variegate sotto falso nome”. La tentazione del momento può far ricercare ai giovani “superprestazioni”, degne di porno attori, ma davvero i rischi che si corrono non valgono il gioco.

OLTRE A VIAGRA E CIALIS, IL CIALIS ONE DAY

Viagra. La magica “pillolina blu”. Da che è in commercio è stato un vero e proprio successo di vendite. Tra i clienti abituè non solo uomini over 40 e “pazienti” con problemi di disfunzione erettile o di incapacità a mantenere una erezione sufficiente per avere un rapporto sessuale. Anche i curiosi, o gli amanti del sesso no stop. Nonostante il successo del farmaco del sesso, nel 2003 la Bayer presentò un vero concorrente, introducendo il Cialis. L’altra magica “pillolina gialla”. Meglio conosciuta come la “pillola per il weekend”. Grazie alla lunga durata del suo effetto. I due trattamenti sono molto simili. Funzionano aumentando il flusso sanguigno nel corpo e dilatando i vasi del pene. La differenza, notevole, si trova nella durata d’effetto. Il Viagra dura fino a 4 ore, e va assunto qualche ora prima del rapporto. Mentre il Cialis può rimanere attivo fino a 36 ore. E oltre. Ma gli uomini quale dei due preferiscono e chiedono al medico ? “Spesso il Cialis viene considerato con un pò di curiosità, ma anche con timore. Non tutti si sentirebbero a proprio agio nell’assumere un farmaco che agisce per oltre 24 ore”. Forse la paura di presentarsi in ufficio il giorno dopo col rischio di causare una scena imbarazzante. ” “Anche se non si tratta di afrodisiaci – precisa Lunardini. Ossia, entrambi i farmaci , non provocano un’erezione permanente. ” Giusto – annuisce l’esperto - , aiutano un processo naturale per cui se non c’è lo stimolo sessuale non si manifesterà mai l’erezione”. Molti comunque hanno “vergogna” ad affidarsi alle cure del medico e cercano mille escamotage per acquistare “sottobanco, la pillola del desiderio. La Toscana è nei primi posti della classifica nazionale per vendita del farmaco del desiderio. Prima c’è Pistoia, seconda Firenze con alle spalle Pisa, a pari merito con la storica rivale Livorno. Fanalini di coda Lucca e Prato. A Viareggio e in Versilia, terre di stalloni anni ‘60, sono comunque tanti i maschi che necessitano dell’aiutino per mantenere alta la bandiera. Una delle ultime novità sul mercato, annunciato quasi come uno scoop dallo stesso Lunardini al caffè della Versiliana, durante un talk show sul sesso dopo i 40 anni, è il Cialis One Day. Assunzione giornaliera, e non programmata qualche ora prima, che garantisce un effetto naturale e spontaneo. Quasi una “pillola per uomo”, che assunta giorno dopo giorno crea un plafond di principi attivi, con conseguente scomparsa, o quasi, di “problemi”. Insomma, un’arma in più per non dover pianificare, poco romanticamente, i momenti di intimità.

MA LE DONNE COSA NE PENSANO DELLE MAGICHE PILLOLINE ?

Abbiamo provato a chiederlo in giro, prendendo a campione circa una trentina di viareggine, nella fascia di età tra i 25 e i 50 anni, i cui partners non soffrono di patologie particolari per cui doverne fare uso. “ Ottime… le usiamo almeno una volta al mese”. Per una serata, o week end “diverso”.


Répondre à cet article - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Version à imprimer Version à imprimer
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articles de cet auteur
:.: Articles de cette rubrique