Sei all'interno di >> Flash |

È morta a 37 anni l’ex sciatrice azzurra Elena Fanchini

di Redazione - giovedì 9 febbraio 2023 - 2743 letture

Tornerò a sciare", aveva scritto la discesista di Lovere (Bergamo) quando alla scoperta della neoplasia, nel gennaio 2018, era stata costretta a sospendere l’attività agonistica e rinunciare ai Giochi olimpici in Corea. E ci era riuscita, da discesista di razza quale era, sebbene per poco tempo.

Elena Fanchini non ce l’ha fatta: a 37 anni l’ex sciatrice azzurra è morta nella sua casa di Solato in provincia di Brescia, si è dovuta arrendere al tumore che aveva sconfitto ma che la scorsa estate si era ripresentato con una recidiva.

Nata il 30 aprile 1985 a Lovere (Bergamo), tesserata per le Fiamme Gialle, argento in discesa ai Mondiali di Bormio del 2005, Elena ha collezionato 171 gare in Coppa del Mondo vincendo, sempre in discesa, a Lake Louise nel 2005 e poi a Cortina nel 2015, per quello che sarà anche il suo ultimo podio nel circo bianco (per lei anche due terzi posti, a Beaver Creek e Lake Louise nel 2013, ancora in discesa).

Dopo la guarigione a fine 2018, il ritorno agli sci era durato davvero poco: una caduta in allenamento a Copper Mountain con frattura del perone l’aveva costretta tra le lacrime a dover rinunciare ancora. E sembrava un addio definitivo.

"È stato bello tornare a sciare anche solo cinque giorni, il mio obiettivo era sconfiggere la malattia e ci sono riuscita" aveva detto l’azzurra.

Del resto coraggio e tenacia sono stati il suo marchio di fabbrica, perché anche da quello stop si era ripresa: operazione e sci ai piedi durante le feste di Natale del 2019.

"Il mio regalo più bello" aveva scritto la campionessa. Poi lo stop definitivo della carriera: un addio arrivato ad aprile 2020.

La scorsa estate il male all’intestino è tornato e per Elena è cominciata una nuova e terribile battaglia: che la sciatrice lombarda non è riuscita a vincere. Si è spenta nella sua casa, a soli 37 anni lasciando il circo bianco sotto choc proprio nel giorno in cui a Meribel si festeggiava l’oro mondiale di Marta Bassino.

Lo scorso gennaio Sofia Goggia le aveva dedicato la vittoria a Cortina: "Eli è perte". Un messaggio al quale l’ex azzurra risposto: "Quel pettorale rosso mi ha regalato un sorriso".

Fonte: Rai News


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -