Draghi al Colle?

Gli USA accoglierebbero con favore l’eventuale nomina del premier a 13° presidente della Repubblica.

di Redazione PuntoG - venerdì 21 gennaio 2022 - 3244 letture

Difficili da interpretare le indicazioni di voto da parte di Washington sulle imminenti elezioni che determineranno il nuovo Presidente della Repubblica Italiana. Sul New York Time è apparsa la frase "Draghi presidente potrà estendere periodo d’oro Italia", evidenziando palesemente la preferenza da parte del governo statunitense verso l’attuale presidente del Consiglio.

Niente di così eclatante da farla apparire come una notizia destabilizzante rispetto a quella che lo stesso NYT definisce "una grandissima sintonia con Biden", ma il particolare sul quale ci vogliamo soffermare è questa manifesta dichiarazione d’affetto verso Draghi, possibile 13° presidente della Repubblica Italiana.

Per farlo, vogliamo ripercorrere un po’ di storia e di leggenda che ci possa far capire di più le reali intenzioni dei made in USA sulle sorti del nostro Paese. Spulciando su internet, siamo riusciti ad avere informazioni davvero contrastanti sulla questione, soffermandoci su tutto quanto è collegabile esclusivamente al numero 13.

Andiamo con ordine. Cominciamo dalle fortune alle quali questo numero viene collegato. Nel Medioevo, quando già il potere della chiesa mostrava i muscoli, ci vollero dodici monaci e un abate per fondare un monastero, il numero 13 quindi fu considerato un numero fortunato. Anche la religione ebraica considera il 13 un buon numero perché rappresenta il numero di principi della fede ebraica. Altro aspetto positivo da collegare al numero 13 è l’agognata tredicesima che molti dipendenti percepiscono come stipendio aggiuntivo a fine anno.

Fin qui niente da obiettare. I problemi nascono quando si vanno a esaminare le considerazioni negative legate a questo numero. In campo religioso lo stesso cristianesimo si ritrova a doversi confrontare con l’ultima cena che prevede 13 persone a tavola, con i risvolti che conosciamo benissimo. Nelle carte dei Tarocchi, la carta che raffigura la morte è rappresentata dal 13 e ogni commento appare superfluo.

Ma è proprio rivolgendo lo sguardo agli USA che il numero 13 esplode in tutta la sua potenza. Negli alberghi di New York molti turisti avranno constatato che gli ascensori passano direttamente dal 12° al 14° piano. Non è una dimenticanza: il 13° piano non esiste proprio.

Esiste proprio una patologia con tanto di nome di origine greca, si tratta della Triscaidecafobia, ossia la paura senza motivo verso il numero 13. A dirla in breve, ci sono troppi elementi negativi collegati a questo numero per riuscire a compensarle con le note positive. Riesaminando le note di apprezzamento provenienti da oltre oceano sul nostro eventuale nuovo presidente della Repubblica, non si riesce davvero a interpretare se queste siano di buono auspicio o portatrici di chissà quali nefaste conseguenze. Confidiamo nella speranza che l’elezione definitiva non ricada proprio di venerdì, perché a quel punto ogni considerazione diventerebbe lecita.

JPEG - 32.5 Kb
Tastiera ascensore priva del 13


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -