Sei all'interno di >> GiroBlog | Viareggio News |

CARTE DI CREDITO CLONATE: I CONSIGLI DELLA POLIZIA POSTALE

di Letizia Tassinari - venerdì 5 settembre 2008 - 4027 letture

Gli clonano la carta di credito. Presentata denuncia. E’ accaduto a Viareggio, ad un giovane commercialista. Una telefonata, di domenica mattina, lo avvisa di strani pagamenti avvenuti notte tempo, intorno alle una. Pagamenti via internet, gli dice l’operatrice. Due biglietti di treno e uno di aereo. Beneficiari del pagamento on line Trenitalia e la compagnia Easy Jet, per un totale di circa 500 euro. Impossibile, visto che il giovane la sera tra sabato e domenica si trovava con amici in un locale. Ha comprato solo le sigarette e bevuto un drink, pagando in contanti. La carta era stata clonata. Immediato il blocco, e il giorno successivo, la denuncia al locale Commissariato di Polizia. Il fenomeno di carte e bancomat clonati è in continua crescita. Nel mese di luglio sono decine e decine le denunce contro ignoti presentate. "Purtroppo – afferma il comandante della Polizia Postale di Lucca Franco Bozzi - l’avvento della tecnologia e di internet ha permesso a vari personaggi, in particolare cittadini dell’ Est, di porre in essere questa nuova tecnica di clonazione". Le principali tipologie di clonazione fisica avvengono con ATM di banca o di posta e con POS. Nel primo caso viene alterato il dispositivo in cui viene inserito il bancomat che copia i codici della carta mentre il pin viene carpito attraverso la manomissione della tastiera o l’installazione di una microtelecamera. Nel secondo viene invece aperto il dispositivo del POS al cui interno viene istallato un microprocessore che registra i codici della carta di credito o il pin della carta. Il microprocessore viene poi prelevato dal pos ed utilizzato dal criminale per ricreare nuove carte di credito. Come tutelarsi? "Quando ci si reca a un bancomat occorre sempre verificare che non vi siano manomissioni – raccomanda il Comandante Bozzi. Fare cioè attenzione a qualsiasi cosa strana o insolita posizionata sulla macchina. Se invece si tratta di pos la tutela diventa un po’ più difficile: " In teoria tutti i pos possono essere modificati ma – rassicura il comandante - ultimamente sono stati introdotti nei supermercati, negozi e distributori, pos di ultima generazione con elevati sistemi di sicurezza". Utile sarebbe abilitare il il servizio di avviso sul cellulare che informa immediatamente di qualsiasi utilizzo della carta o bancomat. In questo modo l’utente può verificare in tempo reale se la spesa è stata sua e bloccare immediatamente la carta. Per quanto riguarda i pagamenti on line l’attenzione deve essere massima, utilizzando solo carte di credito ricaricabili o ancor meglio carte virtuali, utilizzabili solo per un periodo o quantità predefinita I codici possono essere carpiti attraverso varie forme, prime fra tutte il Phishing, cioè le email che arrivano da parte di banche, poste o istituti di credito che, attraverso varie scuse, chiedono di inserire i dati della carta o del conto on line, siti non protetti o virus che vengono installati dall’utente che registrano tutte le password, codici e altro, digitati sulla tastiera e memorizzati per mezzo di un programma del tipo keylogger. "In questi casi i consigli sono non rispondere mai, le banche sono tutte fantomatiche, e dotare il pc di antivurs firewall buoni". La tecnologia è in continuo aggiornamento,di conseguenza lo sono anche le tecniche utilizzate per commettere tali reati. Il consiglio che oggi potrebbe avere un senso, domani potrebbe non valere più. "Il consiglio però che varrà sempre – sottolinea il Comandante Bozzi - è il buon senso che, anche se sembra una frase fatta, è l’unica possibilità che abbiamo per cercare di proteggersi da ogni genere di truffa in continuo aumento e rinnovamento. E, se il cittadino è stato vittima di una clonazione, può sporgere denuncia presso un qualsiasi Ufficio della Polizia di Stato". Notizie utili e aggiornate sul fenomeno delle truffe on line e sulla clonazione della carte di credito sono sul sito www.poliziadistato.it/pds/primapagina/cartedicredito/skimmer.htm


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -