Sei all'interno di >> :.: Culture | ParoleRubate |

Al via la nuova edizione del Catania Book Festival

Dal 21 al 23 maggio il Festival del libro e della cultura aprirà le porte al pubblico

di Piero Buscemi - sabato 15 maggio 2021 - 960 letture

All’ombra del Sommo Poeta, e come avrebbe potuto essere diversamente, si aprirà la nuova edizione del Festival del libro a Catania e il verso tratto dal XXVI canto dell’Inferno, pronunciato dal fraudolento Ulisse "Fatti non foste per viver come bruti...", è più che un invito ad una ricerca continua della conoscenza, proprio in tempi come quelli che stiamo vivendo che hanno chiuso le porte a questa bramosia di cultura.

La nuova edizione del Catania Book Festival, che dal 21 al 23 maggio presso la Galleria di Arte Moderna in via Castello Ursino 32, si è prefissa di riaprire le porte di questo affascinante mondo dei libri alla cittadinanza appassionata, costretta da mesi a seguire attraverso lo schermo di un computer i pochi eventi che si sono riusciti a realizzare.

Mai manifestazione più calzante di quella che ci apprestiamo a seguire la prossima fine settimana potrebbe rappresentare quel "rinviato" piacere di farsi cullare dalle storie e dalla fantasia degli autori, dal profumo di carta stampata, dagli sguardi incrociati, anche seminascosti da una mascherina di sicurezza, di centinaia di lettori che non hanno mai perso la voglia di stringere tra le mani un libro.

Il programma, variegato e ricco di attrattive, distribuito nelle tre giornate della kermesse, consentirà ai visitatori di potersi deliziare ascoltando direttamente le parole degli ospiti. Questa edizione, poi, leggendo il programma, sembra un omaggio al mondo femminile della letteratura, contenendo quasi un’esclusiva di autrici pronte a confrontarsi con il pubblico. La prima giornata, venerdì 21, si avrà occasione di incontrare Giovanna Giordano e il suo "Il profumo della libertà", nella stessa giornata sarà interessante seguire l’incontro con con Vera Gheno e Beatrice Cristalli, che affronteranno l’evoluzione della lingua e delle espressioni diventate di uso comune, provenienti da neologismi della vita quotidiana.

Sabato da non perdere l’appuntamento con Giulia Blasi e la "Rivoluzione Z", ossia la generazione dei ventenni, incapaci di rinunciare ad un messaggio virtuale con il telefonino e a provare a rivendicare un riscatto sociale, che appare quasi anacronistico. Nella stessa giornata, sarà possibile seguire la presentazione del libro "Non rompere niente" di Marilina Giaquinta, un’intrigante giallista al femminile.

Domenica, vogliamo segnalare la presentazione del libro "La tigre di Noto" di Simona Lo Iacono, che Girodivite ha recensito recentemente con l’articolo "Marianna Ciccone, la tigre di Noto, nelle parole di Simona Lo Iacono" della nostra collaboratrice Angela Allegria.

Tantissimi altri appuntamenti fanno parte di questa edizione del festival, che vedranno coinvolti anche scrittori, ma preferiamo lasciare ai lettori la possibilità di soddisfare la propria curiosità andando a consultare il programma.

Chiudiamo con le raccomandazioni del caso, ben descritte dall’organizzazione, alle quali dovremo attenerci in tempi di Covid e che di seguito proponiamo:

Protocollo per evitare
 il contagio da Coronavirus

Un Festival in tutta sicurezza

È previsto l’accesso contingentato per l’ingresso del pubblico, al fine di non creare assembramenti. Sarà presente personale dell’organizzazione per l’accoglienza del pubblico, che rileverà la temperatura corporea dei partecipanti, impedendo l’accesso in caso questa sia >37,5°C. Sarà possibile igienizzare le mani, mentre è obbligatorio indossare la mascherina dall’ingresso al raggiungimento del proprio posto a sedere e ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso, compresi i momenti di deflusso. All’ingresso verranno raccolti i dati dei partecipanti strettamente necessari per comunicazioni legate al protocollo. L’elenco delle presenze verrà mantenuto per un periodo di 14 giorni. Saranno individuati i posti a sedere, al fine di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i partecipanti. Saranno predisposte apposite indicazioni sulle misure di prevenzione e sarà presente personale incaricato di monitorare il rispetto di tali misure. I partecipanti dovranno mantenere un metro di distanza anche al di fuori della Galleria d’Arte Moderna di Catania e indossare la mascherina nell’attesa di entrare. A conclusione di ogni giornata del Catania Book Festival®️, il pubblico dovrà defluire in modo ordinato indossando la mascherina, evitare gli assembramenti, mantenere 1 metro di separazione tra le persone.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -