Sei all'interno di >> Flash |

Roma, esplosione in strada davanti alle Poste. Ultimi aggiornamenti


Al momento non si esclude nessuna ipotesi: da una bomba carta a un pacco bomba. Non ci sono feriti.
venerdì 12 maggio 2017 , Inviato da Redazione - 1212 letture

RAINEWS

Tanta paura questa mattina a a Roma, in via Marmorata, per un’esplosione nei pressi delle Poste. Sul posto i vigili del fuoco, artificieri e polizia. Dalle prime informazioni raccolte sul posto non risultano feriti. Solo un’auto danneggiata. L’ordigno, rudimentale, è stato trovato dalla polizia tra i veicoli parcheggiati nei pressi dell’ufficio postale. "La situazione - ha spiegato un funzionario delle forze dell’ordine - è sotto controllo e non c’è nessun ferito". Non sono stati dunque due gli ordigni a esplodere, come sembrava all’inizio. Lo ha precisato Massimo Improta, funzionario della polizia di Stato, spiegando: "abbiamo fatto accertamenti tecnici sul luogo della esplosione e abbiamo trovato un ordigno già esploso, costituito da alcuni pezzi che lo riconducono a un ordigno rudimentale. È un unico ordigno, e non due, che dato vita a una doppia deflagrazione, la prima per l’innesco e la seconda per la bottiglia infiammabile contenente probabilmente benzina". Quanto ai danni, Improta ha spiegato che un’auto è stata danneggiata dagli schizzi della benzina infiammata che, detonando, è finita sul cofano. "Le fiamme - ha detto - non hanno fatto danni perchè i dipendenti delle Poste sono intervenuti subito con un estintore". L’ordigno era piccolo e poteva contenere al massimo un litro di liquido infiammabile ed è stato trovato "in una area riservata del parcheggio delle Poste che non affaccia nemmeno sulla strada". Per il funzionario della questura si è probabilmente trattato di un "atto dimostrativo", anche perchè l’ordigno "è stato collocato in un posto che è edificio di pubblico interesse". Al momento la scientifica sta lavorando alla repertazione dei frammenti. Sono al vaglio degli inquirenti anche le immagini delle telecamere di sorveglianza. "Abbiamo sentito un forte boato", racconta una testimone che lavora di fronte all’ufficio postale di via Marmorata a Roma, teatro questa mattina dell’esplosione di due ordigni. "Pensavo - aggiunge - fosse un mobile caduto dal piano superiore. Non ho visto fiamme, ma il botto è stato forte". La Procura di Roma ha aperto un fascicolo in relazione all’esplosione. I magistrati di piazzale Clodio attendono una informativa da parte delle forze dell’ordine intervenute. Al momento non si è esclude alcuna ipotesi anche quella della matrice anarchica del gesto.

IL MESSAGGERO

Due esplosioni in rapida successione in strada a Roma, in via Marmorata, nei pressi delle Poste. I passanti hanno avvertito un primo scoppio e subito dopo un altro più forte, dopodiché si sono sprigionate fiamme tra le auto nei pressi degli affollati uffici postali. Molto spavento anche fra gli utenti in attesa nell’ufficio. Al momento non si esclude alcuna ipotesi, ma si tratterebbe di due piccoli pacchi radiocomandati contenenti liquido infiammabile che erano stati lasciati sull’asfalto fra un’auto e un furgone nel parcheggio di fronte all’entrata laterale dell’ufficio postale. «Un gesto dimostrativo, l’ordigno non era atto ad offendere». Questo emerge dai primi accertamenti svolti dalla polizia sulla natura delle esplosioni. Gli artificieri hanno anche rinvenuto due bottiglie in plastica da mezzo litro con all’interno tracce di liquido infiammabile. Sono al vaglio le immagini delle telecamere poste nel parcheggio per individuare chi ha piazzato l’ordigno.

Gli uffici postali sono stati evacuati mentre entravano in azione i vigili del fuoco e gli artificieri che stanno controllando anche il parco della zona con l’aiuto dei cani addestrati.

«Abbiamo sentito un forte boato - racconta una testimone che lavora di fronte all’ufficio postale di via Marmorata - Pensavo fosse un mobile caduto dal piano superiore. Non ho visto fiamme, ma il botto è stato forte».

L’incendio è stato subito spento dai dipendenti delle poste con gli estintori in dotazione agli uffici e dai vigili del fuoco che sono arrivati in pochi istanti data anche la vicinanza della caserma. Questo ha permesso di scongiurare il propagarsi delle fiamme alle auto con conseguenze altamente pericolose.

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo in relazione all’esplosione di un ordigno rudimentale avvenuto questa mattina in un parcheggio laterale della sede delle Poste in via Marmorata, a poca distanza da piazzale Ostiense. I magistrati di piazzale Clodio attendono una informativa da parte delle forze dell’ordine intervenute. Al momento non si è esclude alcuna ipotesi anche quella della matrice anarchica del gesto.

Intanto verso le 11 altro allarme bomba in piazza di Porta Capena, vicino al Circo Massimo, ma si trattava di un falso allarme, come hanno accertato le forze dell’ordine esaminando due sacchi pieni di sabbia che avevano allarmato alcuni passanti.

IL FATTO QUOTIDIANO

Esplosione in strada a Roma davanti all’ufficio postale di via Marmorata, in zona Piramide. Sul posto i vigili del fuoco. Dalle primissime informazioni sembra sia stata danneggiata un’auto. Al momento non si esclude nessuna ipotesi: da una bomba carta a un pacco bomba. Non ci sono feriti.

PNG - 204.1 Kb
ROMA

CORRIERE DELLA SERA

Esplosione in strada a Roma all’Aventino, nei pressi delle Poste di via Marmorata. Sul posto i vigili del fuoco. Dalle primissime informazioni sembra sia stata danneggiata un’auto. Al momento non si esclude nessuna ipotesi: da una bomba carta a un pacco bomba. Dalle prime informazioni sembra che l’esplosione si sia verificata nei pressi dell’ingresso laterale delle Poste, nel quartiere Aventino. L’area è stata transennata. Al momento non si registrano feriti.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica