Labirinto



di enza pubblicato il 1 novembre 2007

Ci siamo persi, inconsapevoli
nei meandri bui della città
lasciandoci alle spalle le quiete
stradine assolate, i tranquilli
sentieri di campagna, i paesi
lontani della nostra infanzia
E questa notte che ci ha catturato
improvvisa sembra non finire mai.

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo