ISOLA DELLE FEMMINE IL CONSIGLIO COMUNALE DIFFIDA IL SINDACO


IL CONSIGLIO COMUNALE RIUNITO PER IL PIANO REGOLATORE SULLE NORME DI SALVAGUARDIA SI APPROVA UN DOCUMENTO DI DIFFIDA AL SINDACO PER FAR CESSARE LA CONCESSIONE SCONSIDERATA DELLE LICENZE EDILIZIE


di pino ciampolillo pubblicato il 9 giugno 2007

martedì, 05 giugno 2007 ISOLA DELLE FEMMINE IL CONSIGLIO COMUNALE DIFFIDA IL SINDACO

IL SINDACO LASCIATO SOLO ANCHE DAL SUO GRUPPO “ISOLA PER TUTTI”

Oggi si è svolta la prevista adunanza del Consiglio Comunale, argomento : ”Adozione del Piano Regolatore Generale”. Da parte del Gruppo Insieme è stato sollevato il problema che Isola Pulita aveva in più occasione messo in evidenza una “allegra” gestione dell’U.T.C. nella concessione delle licenze edilizie, basato molto probabilmente su un’errata interpretazione della normativa riguardante i piani particolareggiati, ove seppur scaduti sin dal maggio 2001 nei vincoli espropriativi, vanno salvaguardati nella loro zonizzazione (verde, parcheggio , servizi alla collettività…).

Al fine di porre un freno a questa sconsiderata gestione aggressiva del territorio, e a salvaguardia dei piani sconsiderati che si pensa di poter mettere in campo nei prossimi giorni o settimane, il gruppo “Insieme” ha proposto all’intera Assemblea una mozione di DIFFIDA da votare, ove si chiede al Sindaco di attivarsi IMMEDIATAMENTE nel revocare tutte le licenze edilizie ricadenti nelle zone C vincolate nei piani particolareggiati a “pubblica Utilità”. Nel contempo si DIFFIDA il Sindaco a non approvare, in sede di Commmissione Edilizia , ulteriori concessioni edilizie ricadenti in zona C che i piani Particolareggiati riservano a zona di “pubblica utilità”

Le scelte, sin’ora operate contrastano molto chiaramente le direttive del CRU dell’Assessorato Territorio ed Ambiente ;

A noi risulta che a mesi di distanza ( dalla richiesta di Isola Pulita) il SINDACO ed il PRESIDENTE del Consiglio comunale ha forse mancato di mettere a disposizione oltre che di Isola Pulita anche il Consiglio Comunale e l’intera Cittadinanza :

1)gli atti inerenti la di vendita dei terreni stipulati dall’1.1.2000 ad oggi, (permettete ricordarVi che i Notai sono obbligati a notificare al Comune dove è ubicato il bene ceduto, ai fini della fiscalità locale);

2)le richieste pervenute all’UTC del Comune in ordine a certificazioni di destinazione urbanistica dal 1.1.2000 ad oggi e copia delle certificazioni rilasciate da detto UTC nello stesso periodo.

Nello specifico la richiesta avanzata il 12.06.2006 sono ormai trascorsi 290 giorni: a) numero atti di varianti al P.R.G. adottati; b) numero atti di lottizzazioni stipulati; c) numero atti di convenzioni con cessione terreni al Comune per opere di urbanizzazione e spazi pubblici; d) numero atti di espropri adottati adottati; e) numero constatazione di abusivismo edilizio verificatosi nel Nostro Comune; f) numero di concessione edilizia emessi; g) numero richieste di atti di sanatoria edilizia adottati.

Il Sindaco in un Suo intervento ci informa di aver inviato all’Assessorato la richiesta di lottizzazione “Cardinale e C….”, cosa bolle in pentola?

N.B. IL SINDACO INFORMA IL RAG RUBINO CHE PER IL BILANCIO 2007 E’ STATO NOMINATO IL COMMISSARIO AD ACTA!

La Tavola approvata in sede di Consiglio Comunale l’Ufficio pensato di sostituirla con un’altra senza il consenso dell’Assemblea.

NON E’ VERO CIO’ CHE SI VEDE?

MESSO IN VOTAZIONE IL DOCUMENTO HA OTTENUTO LA MAGGIORANZA DEI VOTI DELL’ASSEMBLEA, ANCHE IL GRUPPO “ISOLA PER TUTTI” CHE SI E’ ASTENUTO HA FATTO MANCARE I VOTI AL SINDACO

COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE GRUPPO CONSILIARE INSIEME Isola delle Femmine

Prot. N°________ Isola delle Femmine, 05.06.2007_

Oggetto: ADOZIONE P.R.G. – DIFFIDA AL SINDACO.

A PRESIDENTE CONSIGLIO COMUNALE ISOLA DELLE FEMMINE

SINDACO ISOLA DELLE FEMMINE DIRETTORE GENERALE

Premesso che:

- il comune di Isola delle Femmine è dotato di un Piano Regolatore Generale i cui vincoli ex art. 1 della legge 38/73 sono già scaduti da molto tempo;
- il comune di Isola delle Femmine nell’anno 1990 ha approvato i Piani Particolareggiati delle zone “C” del P.R.G. vigente, i cui vincoli ex art. 1 della legge 38/73 sono scaduti nel 2002;
- nella redazione dei P.P., per ogni comprensorio, il progettista pro-tempore ha previsto le aree per opere di urbanizzazione secondarie (istruzione, collettive, verde attrezzato, parcheggio, verde privato e urbano);
- secondo la legge urbanistica, vigente in Sicilia, pur essendo scaduti i vincoli preordinati all’ espropriazione, la zonizzazione rimane in vigore;
- allo stato attuale il Consiglio Comunale è in fase di discussione ed adozione del P.R.G. rielaborato tenendo conto del voto C.R.U.;

Per quanto sopra esposto si DIFFIDA il signor Sindaco a provvedere urgentemente:

1 – a revocare eventuali Concessioni Edilizie rilasciate in aree che nel P.P. delle zone “C” erano vincolate per opere di urbanizzazione secondarie; 2 – nella qualità di Presidente della C.E.C., a non approvare progetti redatti su aree ricadenti nei P.P. zone “C” vincolate per opere di urbanizzazione secondarie.

I Consiglieri

Rosario BRUNO Giuseppe AIELLO Vito STEFANINI Giuseppe PAGANO Salvatore GRADINO

Il Capo Gruppo Antonino Rag.RUBINO

http://isolapulita.wordpress.com Labels: IL SINDACO LASCIATO SOLO CON L’UFFICIO TECNICO

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo