Prodi: ritiro truppe dall’Iraq


Ritiro dall’Iraq in accordo con Baghdad; invieremo contingente civile


di Rosanna Rivetti pubblicato il 19 aprile 2006

Il leader del centrosinistra Romano Prodi ha dichiarato al quotidiano francese Le Monde il ritiro delle truppe dall’ Iraq, in accordo con il governo di Baghdad, inviando al suo posto un ‘contingente civile’, il quale si impegnerà nella ricostruzione del Paese.

Nel programma dell’Unione è contemplato il rientro dei circa 2600 militari italiani in Iraq in tempi brevi.

Sull’invasione a guida Usa del paese Prodi ha dato un giudizio negativo, dicendo, prima del voto, che sull’Iraq non c’è stato accordo con gli Usa "ed è inutile trovarlo", pur ribadendo l’amicizia tra Roma e Washington.

Nell’articolo pubblicato su Le Monde, qui accanto riportato, Prodi scrive "di avere in progetto di dedicare ogni energia e iniziativa del governo ad eliminare le tensioni che sono nate tra l’Europa e i nostri alleati americani, tensioni che hanno affievolito di una comunità di valori condivisi e di interessi comuni"

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo