Alle donne napoletane / Maria G. Guacci


Testo del giugno 1832


di Redazione Antenati pubblicato il 3 maggio 2022

ALLE DONNE NAPOLETANE / di Maria Giuseppa Guacci – giugno 1832

Oh compagne, oh sorelle,
che di vostre bellezze innamorate
questa del mondo più serena parte,
poiché Natura al nostro suol comporta
tranquille aure adorate
ed amoroso fiammeggiar di stelle.
Certo quando fioria l’antico seme
che spento Italia or geme,
dolci carmi s’udirono e chiare imprese
perché voi foste in santo foco accese.

Dunque il sereno viso
levate al cielo, e gli amorosi labbri
ogni estinta virtù traggan di Lete,
e poiché aprire e governar potete
i cor più rozzi e scabri
col volger dè begli occhi o col bel riso
e far di questa terra un paradiso,
ove a grado vi sia,
la vostra mente al ben far si converta,
e non ricchezza ma virtute e onori.

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo