Notizie dal Fronte Sud: il nuovo leader dei Talebani afghani è Hibatullah Akhundzada (parte quinta)


Conosciamo Hibatullah Akhundzada che dal mese di maggio scorso è il nuovo capo dei temibili Talebani dell’Afghanistan


di Emanuele G. pubblicato il 1 febbraio 2017

Finalmente riusciamo a saperne di più sul nuovo leader dei Talebani afghani. Nuovo nel senso che è succeduto al Mullah Mansour ucciso nel maggio del 2016 da un drone americano in territori frontalieri fra il Pakistan e l’Afghanistan. Quei territori, per l’esattezza, hanno il nome di Belucistan. Il Mullah Mansour a sua volta era il successore del leggendario Mullah Omar fondatore dei Talebani afghani e morto nel corso del 2015.

Già dal nome il nuovo leader è tutto un programma. Infatti, il suo primo nome - Hibatullah - significa in arabo "Dono di Dio". Per la verità è un nome che si utilizza più per le donne che per i maschi. Hibatullah Akhundzada nasce nel 1961 nel distretto di Panjwayi appartenente alla provincia di Kandahar. Dal punto di vista tribale - una componente essenziale per capire l’Afghanistam - fa parte del clan dei Noorzai.

Il suo titolo originario è quello di "maulana" ossia di dottore della dottrina islamica. Trattasi di un titolo molto importante e che contribuisce a dare a chi lo possiede un prestigio sociale di tutta rilevanza. Con questo titolo fu nominato nel 1996 membro della Polizia annonaria e religiosa della provincia di Farah incaricata di combattere il vizio e perseguire la virtù. Tale polizia è il braccio armato di applicazione senza pietà della sharia islamica.

Più tardi accedé alla presidenza delle Corti islamiche dell’Emirato islamico dell’Afghanistan quando i Talebani divennero - e lo sono ancora - i padroni assoluti dell’Afghanistan. Capirete che si tratta di un incarico prestigiosissimo poiché solo lui - Hibatullah Akhundzada (lingua pashtun: هبت الله اخونزاده‎; lingua araba: هيبة الله أخوند زاده‎‎ Haibatullāh Aḫūnd Zādah) - è in grado di emettere le fatwa e di incidere in maniera determinante sugli aspetti fondamentali della dottrina islamica in ogni campo.

E’ fondamentalmente un afghano poiché i suoi successori - ricordati poc’anzi - sembrano aver vissuto lunghi periodi al di fuori dell’Afghanistan. Il che fa comprendere come Hibatullah Akhundzada sarà un leader ancora più ortodosso e tetragono rispetto al Mullah Mansour e al Mullah Omar.

Il 25 maggio dell’anno scorso a seguito della scomparsa violenta del Mullah Mansour viene eletto dalle assemblee locali e tribali dei Talebani leader dei Talebani afghani. Dopo la sua elezione sia personalità di spicco dei Talebani che clan o tribu hanno espresso in modo pubblico e ufficiale la loro assoluta obbedienza nei confronti di Hibatullah Akhundzada. Anzi è stato insignito, similmente ai predecessori, del titolo di Emir-al-Momineen (Comandante della Fede). Quindi, emiro ossia massima autorità politica - e non solo religiosa - dei Talebani del paese asiatico. A ciò aggiungansi il titolo di capo della Shura di Quetta (in Pakistan) massima istanza politico-religiosa dei Talebani.

L’elezione di Hibatullah Akhundzada ci permette di comprendere come sono strutturati dal punto organizzativo i Talebani afghani.

Il loro leader è ora Hibatullah Akhundzada coadiuvdato da due vice:

- Sirajuddin Haqqani (comandante militare e leader del c.d. "Haqqani Network");

- Mullah Mohammed Yaqoob (figlio del Mullah Omar).

Sotto queste tre personalità della galassia talebana afghana abbiamo un consiglio speciale denominato "Rahbari Shura" composto da 18 persone.

Immediatamente dopo abbiamo dei ministeri, comandanti militari provinciali e governatori provinciali. Definiti "shadow", cioé ombra.

Senza dubbio con Hibatullah Akhundzada il movimento talebano afghano ha trovato un leader dall’elevato prestigio e mai come ora i Talebani di quel paese hanno il vento in poppa stante un governo centrale quasi del tutto assente e incapace di incidere in un paese profondamente tribale e ancestrale.

Ecco alcuni links della BBC dedicati al nuovo leader dei Talebani (cliccare sul link che interessa):

- Afghan Taliban announce successor to Mullah Mansour;

- Profile: New Taliban chief Mawlawi Hibatullah Akhundzada;

- Mawlawi Hibatullah: Taliban’s new leader signals continuity;

- Mullah Mansour: The trail of clues after Taliban leader’s death.

CREDITS: La foto di copertina riguardante il libro di Rodolfo Graziani "Fronte Sud" è presa dal sito http://i.ebayimg.com, mentre il documento fotografico allegato dal sito http://bc05.ajmn.me.

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo