Ad Alì Terme le ragazze giocano a calcio


E più forti delle titubanze dei genitori, dell’occhio sociale: "Na fimmina chi gioca o palluni, mah!”


di Orazio Leotta pubblicato il 19 aprile 2010

Discoteche? Non ce ne sono. Happy hours? Neanche l’ombra. Allora, teatri, bowling, possibilità di fare shopping? No, niente. Non scoraggiamoci, perché allora si gioca a calcetto.

Non che ad Ali’ Terme pullulino le attrezzature sportive, anzi non ce ne sono: la squadra maschile di calcio gioca a Nizza di Sicilia, quella di baseball a Roccalumera, altri entusiasmi smorzati e poi svaniti per la cronica difficoltà di andare sempre a cercare altrove un sito dove allenarsi e giocare le partite casalinghe.

Ma il vicino comune di Alì Superiore ha dato ospitalità a una quindicina di volenterose puelle, in età per lo più da scuola media superiore, che intendono cimentarsi nell’arte pedatoria. E più forti delle titubanze dei genitori, dell’occhio sociale: : ‘na fimmina chi gioca o palluni, mah!”, e potendosi allenare solo in un piccolo campetto ricavato nell’alveo di un torrente e pertanto esposto a forti correnti d’aria con evidenti strascichi conseguenti sulla salute d’ognuna, le studentesse foutballeurs, grazie alla disponibilità finanziaria del presidente Piero Mosca, si iscrivono al campionato di calcio a 5, cominciando dall’ultima serie.

La portiera L’unica squadra di tutta la riviera jonica messinese. Le altre provengono tutte dal lato tirrenico: Montagnareale, Oliveri, Terme Vigliatore, solo per fare qualche nome. Ci sembra opportuno menzionare i nomi di queste atlete che mischiano domenicalmente femminilità ed agonismo e che richiamano sugli spalti curiosi e appassionati da ogni dove, sfidando le impervie curve che conducono al campo di gioco: il capitano Giovanna Interdonato, il portiere Adelaide Famà e gli altri componenti, il bomber Giusy Bonura e poi Rachele Marino, Erminia Mosca, Debora Davì, Ylenia Sinagra, Manuelita Vera, Anna Pagano, Katia Gugliotta, Sara Bertani, Maria Concetta Bertolami e Sofia Floresta. Allenatore mister Giuseppe Roma.

La Squadra

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo