Renael accende la webcam e spegne i motori



di nicola clemente pubblicato il 11 febbraio 2010

RENAEL (Rete Nazionale delle Agenzie Energetiche Locali), in occasione della manifestazione “Mi Illumino di meno”, realizzata dalla trasmissione di Radio 2 Caterpillar, celebra la ricorrenza dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto con un’iniziativa speciale. Il 12 febbraio, dalle ore 17 alle 18, organizza la prima videoconferenza sul Programma “Energia Intelligente per L’Europa” a cui prenderanno parte le Agenzie italiane per l’energia, annullando, in questo modo, i costi e i consumi, derivanti dagli spostamenti della riunione precedentemente prevista a Roma. L’obiettivo basilare dell’incontro “virtuale” è fornire un quadro concreto ed esaustivo di informazioni utili (per le agenzie della rete) in campo energetico, sul quadro dei finanziamenti europei, emerse all’”European Info Day” del 3 febbraio a Bruxelles e alimentare le possibili sinergie tra le agenzie stesse. I vantaggi che scaturiscono da questa iniziativa sono molteplici: testare un meccanismo di comunicazione efficace ed economico tra le Agenzie, cementarne le sinergie, sostituire, come detto, l’incontro di Roma con una conferenza via web, riducendo i costi connessi agli spostamenti e favorire un minore impatto ambientale, grazie allo snellimento del traffico e il conseguente ammortamento delle emissioni di gas nocivi. L’articolazione operativa della teleconferenza prevede un’introduzione del neopresidente RENAEL Michele Macaluso, Direttore dell’Agenzia Napoletana Energia e Ambiente (ANEA), una presentazione di Marcello Antinucci, dell’AESS di Modena che ha rappresentato RENAEL all’info day di Bruxelles e poi spazio al dibattito sui temi di interesse comune per le Agenzie “La videoconferenza non richiede strumenti particolari e permette di gestire riunioni in tutto il mondo, accelerando i processi decisionali e incrementando la produttività”, afferma Michele Macaluso. Infatti, considerando gli spostamenti non effettuati, tra andata e ritorno, dei 20 partecipanti all’incontro, in treno, in aereo e in automobile, il risparmio ammonterebbe a 1 TEP (Tonnellate equivalenti di petrolio) che, in termini di emissioni, corrisponde a circa 2.300 kg di anidride carbonica

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo