Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Mafie |

Inviare un messaggio

In risposta a:

  • LA PROVINCIA DEI CACASOTTO

    12 maggio 2006 01:00, di Giovanni S.
    FINO AD OGGI, IN PROVINCIA DI RAGUSA, SBIRRI E MAGISTRATURA FANNO QUELLO CHE VOGLIONO, ABUSANDO IN TUTTI I MODI DELLA LEGGE. DA UN LATO ARRESTANO GENTE ACCUSATA DI REATI FRUTTO DI PURA INVENZIONE DELLE PROCURE DI RAGUSA E MODICA, DALL’ALTRO COPRONO DEI REATI GRAVI COMMESSI DA QUALCUNO DI "LORO". FIN QUANDO CONTINUERA’ QUESTA SITUAZIONE, NON SI FARA’ LUCE SU NULLA. A ONOR DEL VERO NON OCCORRE FARE LUCE SUL DELITTO TUMINO-SPAMPINATO, OCCORRE BENSI’ FAR APRIRE GLI OCCHI, A BASTONATE, A CHI QUESTA LUCE NON VUOLE VEDERLA. MA CHI DOVREBBE FARE APRIRE GLI OCCHI, E A CHI? AI CIECHI DALLA NASCITA? (...)
Attenzione! A causa dell'abuso di alcuni pochi siamo costretti a ricordare a tutt* che: I dati personali immessi nella form sono archiviati da Girodivite al solo scopo di visualizzare il commento nell’ambito del sito; in nessun caso saranno utilizzati per altre finalità o trasmessi a terzi. L’immissione di nome e città è facoltativa. La responsabilità dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori: al fine della corretta attribuzione della stessa Girodivite memorizza, senza visualizzarlo sul sito, l’indirizzo IP dello scrivente. I commenti dei lettori sono soggetti a moderazione, Girodivite si riserva il diritto di eliminare quelli che, a seguito di controlli saltuari e "a campione", venissero giudicati inopportuni per forma e/o contenuti; commenti dal contenuto illecito potranno essere segnalati alle Autorità competenti. L’immissione di un commento implica conoscenza e accettazione delle regole suesposte.